Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 4991 volte

Benevento, 24-06-2024 15:01 ____
Dal 5 al 7 luglio Benevento sara' protagonista della II edizione di "Struscio di Streghe" a cui parteciperanno oltre 150 allievi di scuole di Danza
Questi saranno giorni in cui la citta' brillera' trattandosi, peraltro, di una realta' promettente e feconda, ha sottolineato l'assessore alla Cultura. Carmen Castiello conferma che l'evento e' oramai percepito come di alto livello. Mario Collarile si lascia andare rivolto ad Antonella Tartaglia Polcini: E' una donna bellissima e mi piace
Nostro servizio
  

Al Caffè delle Streghe di Palazzo Paolo V è stata presentata la II edizione della manifestazione "Struscio di Streghe" organizzata dalla Fondazione "Terre Magiche Sannite" e dalla Compagnia "Balletto di Benevento".
Ad aprire il lungo incontro con la Stampa, è stato Mario Collarile il quale ha voluto sottolineare che proprio per il sogno realizzato con la prima edizione dello scorso anno, ora il territorio ne deve diventare destinazione.
Benevento merita una eco internazionale e c'è attesa da parte del resto del mondo su questa città e sulla sua leggenda delle streghe che a Benevento erano chiamate anche Janare.
E' un brand, un marchio, che trascina ma che noi dobbiamo essere bravi a trasformare in economia.
Quella che viene presentata è una attività di alto livello ma per essere estremamente attrattiva bisogna saper armonizzare il tutto e consentirci così di diventare anche la città della danza.
Dobbiamo esserlo ed essere attenti.
Siamo stati anche la città europea del vino, è vero, sono stati spesi tanti soldi ma poi tutto è finito nel dimenticatoio, ha proseguito Collarile.
Qui alla realizzazione di "Struscio i Streghe" oltre alla Fondazione "Terre Magiche Sannite" ed alla Compagnia "Balletto di Benevento", partecipano la direzione del Teatro Romano, la Provincia, il Comune, la "Giustino Fortunato".
Collarile ha infine quindi invocato di cancellare, nel discorrere comune, il termine "interna" per indicare la nostra area geografica, un termine non sempre con significato valorizzante, perché siamo più propriamente la dorsale appenninica.
A prendere la parola è stato quindi Nino Lombardi, presidente della Provincia, che ha parlato del patrimonio umano e culturale che ci caratterizza. Insieme possiamo far sì che questa sinergia si concretizzi.
Ci sono cose importanti che stiamo realizzando, ha proseguito Lombardi, e certamente quella più autorevole è il Museo Egizio.
Non ci dobbiamo dunque arrendere al giudizio perché anche nelle aree interne come la nostra ci sono delle eccellenze.
Le Istituzioni però da sole non riescono a cogliere tutte le opportunità ed occorre dunque l'apporto concreto del resto della collettività.
Ad intervenire è stato quindi Carmine Ricciardi, presidente della Fondazione "Terre Magiche Sannite" che ha sottolineato come quello dello scorso anno sia stato un esperimento che ha rilasciato dati largamente incoraggiati dalla Stampa e delle autorità pubbliche.
Siamo aiutati anche dalle forze attrattive con l'intento di tenerci insieme.
Dobbiamo lavorare, ha proseguito Ricciardi, nella originalità del territorio per farlo diventare attrattivo.
Le radici sono scese in profondità ed il seme di questa seconda edizione di "Struscio di Streghe" ci fa già guardare a quella del prossimo anno che si terrà dal 4 al 6 luglio.
Ricciardi ha anche indicato i prossimi obiettivi da cogliere e cioè quello di far diventare Benevento città della Danza, un obiettivo fattibile.
Poi c'è il Parco delle Streghe da far sorgere a via XXV Luglio e la costituzione a livello nazionale della Città delle Streghe.
Infine, bisogna anche lavorare per fare in modo che il concetto stesso di strega venga acquisito dal patrimonio immateriale dell'Unesco e la realizzazione del Premio nazionale sul Mondo Rurale.
La parola è quindi passata alla protagonista per eccellenza di questa manifestazione, Carmen Castiello (nella foto di apertura), coreografa e direttore della Compagnia "Balletto di Benevento" che ha subito voluto sottolineare, nel suo breve intervento, che questo percorso è alla ricerca dell'identità di cui i nostri ragazzi hanno bisogno.
E la danza ci dà la possibilità proprio di indagare la nostra identità.
Passando a qualche aspetto tecnico, Castiello ha detto che "Struscio di Streghe" è oramai un evento percepito come di alto livello ed esso si rivolge alle compagnie di danza, alle scuole di danza, ai licei coreutici, ai solisti che prenderanno parte a questo concorso che si inserisce in una tre giorni di studio.
I ballerini quest'anno raddoppiano come numero ma non ce ne saranno della nostra città. Tre Compagnie di danza molto importanti hanno chiesto di poter partecipare.
Di conseguenza abbiamo anche aumentato i premi che conferiremo ed oltre alle borse di studio ci sarà anche un contratto di lavoro.
Il sabato sera, al secondo giorno della manifestazione, ci sarà la parata delle Janare con una sfilata che partirà dalla Rocca dei Rettori e giungerà fino a piazza Roma.
Renderemo così anche gioiosa questa nostra città che sarà attraversata dalla esuberanza, ha concluso Castiello, di oltre 150 ragazzi.
La parola a questo punto è passata a Ferdinando Creta, direttore emerito del Teatro Romano che è stato preceduto da una lode da parte di Collarile il quale ha auspicato che se ci fossero tutti funzionari come Creta, l'Italia intera sarebbe migliore.
Con Castiello, ha detto Creta, la collaboerazione c'è stata sin dall'inizio del mio incarico nel proporre il Teatro ed infatti quest'anno siamo giunti alla punta massima, sin qui, di tenere in Teatro, durante l'estate, ben 6 manifestazioni di danza.
Speriamo, insieme, di poter dare il meglio per un futuro sempre più interessante per questa città.
Creta ha concluso ringraziando il direttore del Teatro Giacomo Franzese ed il diriigente regionale dei Teatri, Laura Toniolo e ci ha anticipato che ci saranno a breve quattro rappresentazioni di opere liriche nell'anno pucciniano che ricorda il centenerio dalla morte del grande compositore italiano, Giacomo Puccini.
A seguire è intervenuto Antonio Perrella che ha parlato di questa nuova lettura delle streghe e dunque delle donne e dei loro diritti.
Linda Ocone, regista, ha voluto sottolineare il grande lavoro svolto per mettere insieme tanti giovani. E' allo stesso tempo per me una sfida ma anche un onore continuo.
Paolo Palumbo ha ringraziato per l'invito e per l'apporto dato dai tanti "visionari".
La presentazione dell'assessore alla Cultura, Antonella Tartaglia Polcini da parte di Collarile è stata sorprendete ma spontanea: E' una donna bellissima e mi piace, ha detto l'avvocato.
Ovviamente quando l'assessore ha preso la parola, ha ringraziato per il complimento: Sono timida e riservata, ha detto, ma non posso non sottolineare che questo complimento mi lusinghi.
Passando alla manifestazione Tartagli Polcini ha detto che siamo alla presenza di una straordinaria fucina di idee ed il nostro patrimonio generativo, un termine molto caro all'assessore e che spesso sottolinea, che vive sulle idee artistiche e scientifiche.
Ecco perché questi saranno giorni in cui la città brillerà trattandosi, peraltro, di una realtà promettente e feconda.
A chiudere la lunga presentazione dell'evento è stato l'assessore al Turismo, Attilio Cappa, che ha esordito dicendo che Collarile non ci deve convincere a farlo perché siamo già tutti in sintonia e proiettati verso un unico obiettivo.
Il tema stregonico a noi peraltro è carissimo e ci è utile per crescere ed essere conosciuti nella nostra tipicità.
Ora tocca a noi il compito di fare luce e di accendere i riflettori sulla città (vecchia e nota frase di Antonio Pietrantonio che, evidentemente, non muore mai... ndr).
Questo il programma della seconda edizione di "Struscio di Streghe"

Venerdì 5 luglio a piazza Santa Sofia alle 16.00 con l'accoglienza dei partecipanti.
Poi nella stessa piazza, a piazza Roma ed alla Rocca dei Rettori ci saranno i "Laboratori coreografici".

Sabato 6 luglio dalle 18.00 alle 21.00, negli stessi luoghi si terranno i "Laboratori coreografici" e dalle 20.00 alle 21.00 alla Rocca dei Rettori ci si preparerà per la parata delle Janare che partirà dalla Provincia alle 21.00 fino a giungere a piazza Roma.

Domenica 7 luglio, infine, dalle 16.00 alle 18.30 al Teatro Romano ci saranno le prove dei gruppi in concorso.
Sempre al Teatro Romano alle 19.00 ci sarà il concorso categoria esibizioni a tema libero, a seguire alle 21.00 il concorso categoria esibizioni a tema ed infine alle 22.30, sempre al Teatro Romano, la cerimonia di premiazione.

 

 
 
 

 

 

comunicato n.164719



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 475601195 / Informativa Privacy