Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1394 volte

Benevento, 05-02-2024 13:36 ____
Le problematiche dei ragazzi affetti essenzialmente da autismo saranno gestite nella "Casa di Jonas" che assumera' il nome di Joseph Ratzinger
A Palazzo Mosti firmata la Convenzione venticinquennale che affida la struttura realizzata dal Comune all'Asl che insediera' l'Unita' Operativa Complessa di Psichiatria Infantile. Il primo piano della palazzina sara' in attivita' nel giro di un paio di mesi
Nostro servizio
  

"La casa di Jonas", realizzata dal Comune di Benevento alla Pacevecchia nell'ambito del Programma Integrato Città Sostenibile (Pics), non sarà dedicata alla problematica degli ammalati di Alzheimer, così come ha sempre detto il sindaco Clemente Mastella, ma alla Psichiatria Infantile, ai ragazzi con disturbi del neurosviluppo, settore altrettanto delicato ed abbisognevole di cure ed assistenza specialistica.
Gli ammalati di Alzheimer non saranno però dimenticati in quanto saranno ospitati in uno dei nuovi edifici che l'Asl sta realizzando nella zona Alta della città e che andranno a comporre la Cittadella Sanitaria.
Di tutto questo si è parlato a Palazzo Mosti, alla presentazione della firma della Convenzione con la quale il Comune ha affidato in comodato d'uso all'Asl, per i prossimi 25 anni, la struttura "Casa di Jonas" che poi, ha detto Mastella, assumerà il nome di Joseph Ratzinger, papa Benedetto XVI.
E' stato proprio il sindaco ad introdurre l'evento parlando di un dono che viene fatto alla città nel giorno del suo compleanno, un gesto di solidarietà verso tante famiglie che hanno problemi con i propri ragazzi e che fino ad oggi devono riferirsi alla stuttura di Sant'Agata dei Goti.
Abbiamo ritenuto giusto stipulare questo patto con l'Asl che riteniamo possa attendere alle cure di questi ragazzi certamente meglio di altri.
Ritengo, ha proseguito Mastella, passerà ancora un mese utile all'allestimento delle stanze, prima che questa presenza sarà operativa.
"La Casa di Jonas" sarà intitolata a papa Ratzinger, una persona incredibile e sarà anche un gesto di stima verso la Chiesa in generale visto che spesso essa si sostituisce al pubblico nell'assistenza a chi ne ha bisogno.
L'impegno del direttore generale Gennaro Volpe, ha ancora detto il sindaco, è quello di portare in quella stuttura tutte le specialità di cui questi ragazzi hanno bisogno istituendo così l'Unità Operativa Complessa "Materna infantile".
Sabato 17 febbraio, poi, ci sarà un'altra bella giornata in quanto riaprirà il San Pasquale, una struttura ristrutturata e che ora assolverà il suo compito con grande dignità. A questo si aggiungano anche i 32 spazi che rendiamo disponibili per i senza fissa dimora.
Il sindaco ha concluso sottolineando l'eccellente connubio in atto tra le istituzioni che poi porta a questi risultati.
Nella sala della Giunta dove si è svolto l'incontro, sono stati presenti anche i rappresentanti delle Associazioni che raggruppano le famiglie che gestiscono queste problematiche con i loro ragazzi.
Gennaro Volpe, il direttore generale dell'Asl, ha esordito con una battuta: E' stata una vera e propria imboscata. Ero venuto per fare gli auguri di buon compleanno al sindaco e mi ritrovo coinvolto in questo incontro...
Tornando al serio, Volpe ha sottolineato l'importante investimento fatto dal Comune che insieme all'Asl realizzerà un vero e proprio Polo Materno Infantile coinvolgendo anche la nascente Cittadella Sanitaria ed il Consultorio di via Lungosabato Matarazzo che sarà poi completamente riservato alle problematiche degli anziani.
Oggi firmiamo questo protocollo d'intesa per la gestione di una struttura che peraltro è completamente immersa nel verde.
Ci muoveremo subito anche con gli arredi. Prenderemo possesso, in prima battuta, del piano terra dove allocheremo l'Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile utilizzando equipe territoriali già disponibili che si prenderanno cura dei ragazzi affetta dall'autismo.
Entro un anno o due utilizzeremo anche il piano superiore e con il consultorio ed il piano vaccinale avremo modo di seguire il piccolo paziente che farà qui da noi tutto il percorso.
Agli anziani dedicheremo poi due giornate di studio quando ridaremo alla città il Poliambulatorio di via XXIV Maggio.
Volpe ha quindi parlato anche degli screening per gli accertamenti delle malattie tumorali che stanno procedendo bene.
Ma ora andiamo avanti con questa avventura, ha detto Volpe, annunciando anche l'impiego di un robottino che utilizza l'intelligenza artificiale e che valuterà se con i bamini al di sotto dei 7 anni e che stanno un poco meglio fisicamente, sia possibile istituire una comunicazione.
Infine, ha detto il direttore generale dell'Asl che era accompagnato dal direttore sanitario Marco De Fazio, l'Atto Aziendale che sarà approvato proprio oggi prevede anche un'altra Unità Operativa Complessa, la seconda assieme a Psichiatria Infantile, che riguarda l'emergenza sanitaria.
Ha anche rassicurato che l'Asl non è esclusa dall'accesso al programma di assunzione straordinaria lanciato dalla Regione Campania.

 

 

 

 

  

 

 

comunicato n.162108



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 392935495 / Informativa Privacy