Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 811 volte

Benevento, 04-02-2024 16:45 ____
Calcio, Serie C: Finalmente! Il Benevento torna a vincere in casa un partita con piu' di una rete di scarto
Con le reti dei neo acquisti Lanini e Starita supera il Brindisi e risponde presente a Juve Stabia ed Avellino. Gaetano Auteri: Temevo un atteggiamento sbagliato ma non e' stato cosi'. Nella ripresa siamo andati ad intermittenza
di Luca Pietronigro
  

Benevento (3-4-3): Paleari; Berra, Capellini, Pastina; Improta, Agazzi (58' Talia), Nardi (67' Simonetti), Masciangelo; Lanini (58' Ferrante), Ciano (58' Ciciretti), Starita (72' Pinato). A disposizione (Manfredini, Giangregorio, Benedetti, Kubica, Marotta, Rillo, Viscardi, Terranova, Carfora, Bolsius) Allenatore Gaetano Auteri

Brindisi (3-5-1-1): Saio; Bellucci, Bonnin, Monti (31' Guida); Gorzelewski (85' Opoola), Labriola (31' Vona), Pinto, Bagatti (80' Martorelli), Calderoni; Speranza; Bunino. A disposizione (Antonino, Auro, Fiorentino, Spingola, Merletti) Allenatore Giorgio Roselli

Arbitro: Andrea Zanotti di Rimini
Assistenti: Antonino Junior Palla di Catania e Andrea Mastrosimone di Rimini
IV Uomo: Ciro Aldi di Lanciano
Reti: 13' Lanini, 22' Starita
Ammoniti: Improta, Nardi (B)
Angoli: 11-1
Recupero: 2' pt; 5' st
Spettatori: 4731 (3740 abbonati e 991 paganti con 285 ospiti).

Si era perso ormai il conto di quando il Benevento Calcio avesse vinto l'ultima partita in casa con più di una rete di scarto.
Da calcoli veloci fatti appena terminata la gara di questo pomeriggio, bisogna risalire alla sfida casalinga della stagione 2021-2022 contro il Pisa vinta per 5-1 per trovare il precedente.
Una eternità, che dimostra, semmai ce ne fosse ancora bisogno, le enormi difficoltà che la Strega ha patito negli ultimi anni.
Finalmente, potremmo dire, c'è riuscita nella sfida contro il Brindisi grazie alle reti degli ultimi arrivati, Lanini e Starita, che hanno sfatato il tabù delle loro prima marcatura in giallorosso.
Ci hanno messo un po', qualcuno stava iniziando anche a criticare la scelta di Auteri di metterli in campo contemporaneamente visto la mancanza di amalgama con il resto del gruppo ma, alla fine, ha avuto ragione lui, come spesso accade, nell'insistere sulla sua scelta, di mantenere il punto.
Hanno fatto bene entrambi, come bene ha fatto anche l'altro arrivato dal mercato di riparazione, il centrocampista Nardi che, inserito dal primo minuto, si è preso la responsabilità di gestire palloni anche difficili con ottime funzioni sia in fase di rottura che di recupero del pallone.
Unico neo di giornata, come sottolineato anche dallo stesso Auteri nel post-gara, l'atteggiamento un po' superficiale che la squadra ha assunto nella ripresa che, per poco, non stava costando caro.
C'è voluto uno strepitosi Paleari a salvare i suoi dalla rete che avrebbe riaperto l'incontro dando ossigeno ad un Brindisi che, vuoi per i tanti assenti, vuoi per le difficoltà che sta avendo la società duramente contestata dalla tifoseria nel corso del match, è stata, nel complesso, poca cosa.
I tre punti conquistati contro la compagine pugliese hanno consentito alla Strega di non perdere terreno nei confronti della capolista Juve Stabia e della sua più immediata inseguitrice, l'Avellino, che hanno entrambe vinto, e sono utili per dare quella giusta tranquillità che il gruppo deve avere per preparare la difficile sfida del prossimo turno allo "Scida" di Crotone.
Venendo alla cronaca, Auteri nel 3-4-3 conferma la difesa solita con Berra, Capellini e Pastina davanti a Paleari.
A centrocampo, come detto, c'è subito Nardi messo al fianco di Agazzi con Improta e Masciangelo ai lati.
In avanti il terzetto composto da Lanini e Starita con Ciano al centro.
Nel Brindisi, Giorgio Roselli deve fare a meno di diversi elementi, su tutti l'attaccante ex Avellino Trotta oltre agli esterni Falbo e Valenti, così schiera i suoi con il 3-5-1-1 con Speranza in appoggio alla punta che è Bunino.
Il terzetto davanti al portiere Saio è composto da da Bellucci, Bonnin e Monti. Gorzelewski e Calderoni sono gli esterni del centrocampo e composto da Labriola, Pinto e Bagatti.
Il Benevento parte forte ed al 3' va subito vicino alla marcatura con una conclusione di Ciano che viene respinta in calcio d'angolo da Saio.
Poco dopo ci prova anche Lanini ma è ancora attento Saio che blocca il pallone.
Nella può, però, l'estremo difensore di casa al 13' sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Ciano su cui interviene di testa Lanini che mette alle spalle dell'estremo difensore ospite.
Al 22' ancora Strega in avanti con un bello scambio tra Ciano ed Agazzi con l'ex Ternana che, dalla destra, mette al centro per l'accorrente Starita che di testa trova il raddoppio.
Con la partita, di fatto compromessa dopo appena venti minuti di gioco, il tecnico pugliese Roselli fa subito due cambi inserendo Guida e Vona per Monti e Labriola.
E', però, ancora il Benevento a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Ciano su cui interviene di testa Capellino manda il pallone fuori.
Nel corso del primo dei due minuti di recupero, una punizione di Ciano impegna severamente Saio che si salva mandando la sfera in calcio d'angolo.
Sugli sviluppi, c'è la conclusione di Agazzi con il pallone che termina di poco sul fondo.
La ripresa vede ancora la Strega in avanti con il calcio d'angolo battuto da Ciano su cui c'è, ancora una volta, Capellini di testa con il pallone che va oltre la traversa.
Al 10' un rimpallo su un tiro di Agazzi, a ridosso dell'area del Benevento, fa giungere il pallone sui piedi di Bunino con Paleari che, in uscita, salva i suoi.
Auteri opera tre cambi inserendo Talia, Ferrante e Ciciretti per Agazzi, Lanini e Ciano e proprio Ciciretti fa partire un tiro mancino che termina la sua corsa di poco sul fondo.
Sugli sviluppi di una ripartenza, Ferrante riceve il pallone e calcia in porta con Saio che manda la sfera in corner.
Nel Benevento c'è Simonetti per un applaudito Nardi ma al 25' è il Brindisi a sfiorare la rete con Bunino con Paleari che è bravo a respingere la conclusione con Pastina che, di testa, mette in calcio d'angolo.
Sugli sviluppi, di testa interviene Bagatti con Paleari che respinge una prima volta e poi è attento sul secondo tentativo.
E' il turno anche di Pinato che entra al posto di Strarita, mentre alla mezz'ora Masciangelo scatta sulla sinistra e crossa per Ferrante che spedisce un rigore in movimento sul fondo.
Gli ultimi cambi di Roselli, con Martorelli per Bagatti e Opoola per Gorzelewski, servono a poco per cambiare l'inerzia di una partita già segnata alla fine della prima frazione.

Le voci dagli spogliatoi

Gaetano Auteri, allenatore Benevento
"Gara come quelle con il Brindisi sono partite un po' particolari, temevo, infatti, un atteggiamento sbagliato ma abbiamo avuto un buon impatto sulla gara.
Nella ripresa, anche se non abbiamo fatto male, avremmo dovuto continuare sulla stessa linea ma, invece, siamo andati ad intermittenza.
Dobbiamo costruire, però, una mentalità ben precisa e non possiamo permetterci certi errori, non possiamo cercare la gloria personale.
Avremmo dovuto essere più risoluti, abbiamo invece corso qualche rischio e Paleari ha salvato la porta in un paio di circostanze.
Abbiamo creato tanto e questo è un altro aspetto importante.
Nardi è un elemento che abbiamo voluto perché ha delle caratteristiche che altri in questo gruppo non hanno e serve a completare il reparto.
Mi è piaciuto molto Pinato quando è entrato, ha giocato con grande senso della posizione e anche nella distribuzione.
Paleari è un ottimo portiere, oltre che un'ottima persona.
Sempre molto impegnato, applicato e attento, non sempre è facile quando non vieni chiamato in causa spesso ma lui si fa sempre trovare pronto.
Per quanto riguarda la "rosa" ampia, ho il compito di fare delle scelte ma dal punto di vista del lavoro non ci sono concessioni per nessuno e di volta in volta verranno scelti quelli più adatti alla partita e che hanno fatto una settimana migliore.
Lanini e Starita i gol li hanno sempre fatti ed in settimana li avevo visti molto bene in settimana.
Lanini può fare molto di più, lo sa e dobbiamo portarlo al 100% delle sue possibilità.
Ciano, invece, è un elemento di qualità, lo abbiamo rimesso a posto e in campo si ritrova su quelli che sono i concetti che abbiamo portato.
Per quanto riguarda la classifica, non è il momento di guardarla è inutile farlo ora.

Giorgio Roselli, allenatore Brindisi
"Siamo alla terza sconfitta nelle ultime cinque partite.
Sono cambiati molti giocatori e, in questo momento, non sto facendo l'allenatore ma sono un aiuto per i ragazzi.
Il mercato è finalmente finito ma ci mancano alcuni giocatori importanti. E' un momento complicato.
I cambi del primo tempo li ho fatti perché ho visto delle cose che non andavano sia in copertura che in fase di possesso.
Purtroppo sono giocatori che non ho mai allenato e che devono imparare a stare in campo".

 

 

 

 

comunicato n.162090



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 392932589 / Informativa Privacy