Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 143 volte

Benevento, 20-11-2023 18:09 ____
Manifestazione di ricordo delle oltre 20 vittime laurentine decedute negli ultimi 30 anni quali vittime della strada
L'evento si e' svolto nello spazio antistante la chiesa di San Sebastiano su iniziativa del Comune di San Lorenzello
Redazione
  

In occasione della Giornata Mondiale del ricordo delle vittime della strada, nello spazio antistante la chiesa di San Sebastiano, su iniziativa del Comune di San Lorenzello, si è tenuta la manifestazione di ricordo delle oltre 20 vittime laurentine decedute negli ultimi trent'anni.
Alla presenza del sindaco Antimo Lavorgna, del vice sindaco, Elvio Sagnella, del presidente del Consiglio comunale, Tullio Ruggieri, dei tanti consiglieri comunali, del responsabile della Polizia Locale, Fioravante Bosco, del prefetto, Carlo Torlontano, del vescovo di Cerreto Sannita, monsignor Giuseppe Mazzafaro, del parroco, Claudio Carofano e del comandante della Stazione dei Carabinieri di Cerreto Sannita, Carmine Antonio Nocera, sono state scoperte due pietre (provenienti dalla località Monterbano, teatro qualche anno fa di un vasto incendio) a ricordo dell'importante giornata.
Su una delle due è stata riportata la preghiera scritta per l'occasione dal vescovo Mazzafaro che così recita: "'O Maria Santissima, a Te affidiamo tutti quelli che perdono la vita per incidenti sulla strada.
Custodiscili, proteggili e dona a tutti noi la consolazione di saperli nella pace con Te e con Tuo figlio Gesù. Confermaci nella fede che un giorno ci ritroveremo e niente potrà più separarci.
Dona prudenza e intelligenza a chi guida, soprattutto ai più giovani. Ave Maria".
"Il sindaco Antimo Lavorgna, nel corso del suo intervento - si legge nella nota inviata alla Stampa - ha voluto sottolineare che i cittadini di San Lorenzello hanno pagato un prezzo altissimo per la grave perdita, talvolta incolpevole, di vite umane.
Le due pietre che sono state scoperte nell'occasione della manifestazione devono non solo ricordare quanti hanno perso la vita ma essere di monito per tutti per il futuro.
Il vescovo Mazzafaro ha aggiunto che bisogna mettersi alla guida in condizioni di perfetta efficienza fisica evitando di essere un pericolo per gli altri.
Ha benedetto le due pietre e ha somministrazione la Benedizione del Signore a tutti gli intervenuti.
E' toccato poi al prefetto Torlontano sottolineare come nel Paese siano stati fatti enormi passi in avanti in termini di sicurezza ma questo non basta affatto; quindi ben vengano nuove norme che vietino, a carico di chi non rispetta le norme di comportamento recate dal Codice della Strada, di mettersi ancora alla guida di qualsiasi veicolo.
Il responsabile della Polizia Locale, Fioravante Bosco, presente all'importante avvenimento, ha precisato che le manifestazioni sul tema di questi ultimi due giorni devono essere considerate uno stimolo affinché in Italia il Parlamento possa approvare definitivamente la riforma del codice della strada, per aggiornare quelle norme ferme da troppi lustri che dovranno introdurre novità, come l’alcolock, e misure di tutela per ciclisti e motociclisti, ovverossia i guard rail salvavita".

comunicato n.160593



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 371411522 / Informativa Privacy