Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 232 volte

Benevento, 15-02-2017 21:15 ____
Calcio: Ancora a lavoro i giocatori del Benevento per preparare la trasferta di Vercelli
Pienamente recuperato ed ha svolto l'intera seduta il centrocampista Buzzegoli. Baroni: Senza alibi, dobbiamo pensare di andare a fare una partita vogliosa
Nostro servizio
  

Allenamento mattutino a porte aperte per i giocatori del Benevento Calcio in vista della gara di sabato pomeriggio a Vercelli contro la compagine locale.
Lavoro differenziato per il centrocampista Nicolas Viola per un leggero risentimento muscolare.
Non ha partecipato alla seduta l'attaccante Fabio Ceravolo per un affaticamento.
Non faranno parte della trasferta in Piemonte l'attaccante George Puscas per un'infiammazione al ginocchio, il centrocampista Mirko Eramo per una lesione muscolare, il centrocampista Andrea De Falco per una lesione muscolare, il difensore Emanuele Padella per una tendinopatia ed il portiere Alastra per una distrazione muscolare.
Pienamente recuperato ed ha svolto l'intera seduta di allenamento il centrocampista Daniele Buzzegoli.
Al termine, mister Marco Baroni ha messo in guardia l'ambiente: "Non dobbiamo pensare al percorso della squadra avversaria, bensì al nostro.
E' un campo ostico dove sono cadute squadre importanti.
Dobbiamo andare lì vogliosi, perché vogliamo essere non solo belli, ma anche più concreti fuori casa e questa è un'occasione al di là dell'avversario".
Poi ha aggiunto: "Giocheremo in un campo piccolo dove bisogna capire il rimbalzo della palla.
Senza alibi, dobbiamo pensare di andare a fare una partita vogliosa".
Al Benevento la vittoria in trasferta manca dalla partita di Terni, Baroni ha sottolineato: "La stiamo cercando, la dobbiamo centrare con la prestazione, con quella arriverà.
Non deve diventare un'ossessione.
In casa abbiamo la capacità di ottimizzare al massimo, nello stesso tempo, secondo me, dobbiamo porci questo obiettivo anche fuori".
Poi ha aggiunto: "Questa squadra ha solo questa filosofia.
Non possiamo pensare di fare un calcio speculativo, come squadre che hanno individualità con diversa esperienza e qualità.
E' un terreno per noi difficile e, quindi, dobbiamo rimanere su quello che stiamo seminando, migliorando sempre qualcosina".
Tornando alla vittoria con il Latina ha affermato: "Avremmo dovuto chiuderla prima, un po' si può migliorare.
Ma è una squadra che ha mentalità offensiva e non gli puoi dire di mettersi in area di rigore a difendere, non potrebbe farlo".
Sugli infortuni, Baroni potrebbe dover fare a meno di Ceravolo: "Cissè potrebbe anche fare la punta centrale.
Mi ha soddisfatto anche la prestazione di Pajac, ha qualità anche se deve essere più sciolto.
In quel ruolo sta lavorando anche Matera, lo spartito resterà quello, potrebbe cambiare qualche interprete".
Stuzzicato dalla Stampa presente, Baroni non è caduto nel tranello di essere il pioniere del 4-2-3-1 prima della Juventus ed ha detto: "Abbiamo una linea difensiva che è molto alta.
Gli attaccanti stanno lavorando molto e possono fare anche di più.
Cerco di mettere sempre una punta in più, so che sono i giocatori che fanno vincere le partite.
Dover dire a Falco, Ciciretti e via di abbassarsi di 20 metri, sarebbe assurdo".
Mentalità offensiva, ma poche reti subite; solo 7 su azione: "Lavoriamo molto sulla linea difensiva.
Bisogna rimanere corti per essere così votati all'attacco.
Dobbiamo sempre tenere alta la concentrazione.
Solitamente le squadre che giocano con noi tirano meno, segno che qualcosa riusciamo a fare.
Per natura, però, penso a quello che si può migliorare".
Baroni è consapevole della forza di questa squadra, non si pone limiti ma il messaggio è chiaro: "Non ho paura che il gruppo possa avere cali di tensione.
Caratterialmente ho grandi ambizioni, come la squadra, ma non mi piace sbandierarle, mi piace parlare con i fatti.
Vogliamo continuare a fare bene e dobbiamo continuare a fare queste prestazioni.
Se riusciamo a ridimensionare anche gli avversari con la nostra filosofia è segno che c'è del lavoro, ma non basta solo quello.
Bisogna portare in campo anche l'anima che fa differenza in tutto".
Ha poi parlato Lorenzo Venuti.
Il difensore autore del fallo che portò al pareggio con il Verona due settimane fa ha detto: "Ero convinto proprio di portar via il pallone, sono stato io ingenuo e Souprayen furbo, mettendo la gamba avanti".
Funziona molto bene la fascia destra con Ciciretti e lui ha rimarcato: "Passando il tempo è normale che aumenti l'affinità, ma questo vale per tutta la squadra.
E' una crescita collettiva.
Poi con Ciciretti ti diverti, sa giocare a calcio.
Conoscendolo impari dove andare e quali spazi attaccare, è normale che questo avviene con il tempo.
Ci troviamo e speriamo di continuare a far bene.
Il gol mi auguro arrivi anche per una soddisfazione personale a chiudere un po' il cerchio e festeggiare con questa gente che mi ha accolto benissimo. Le mie priorità restano altre, ma se arriva anche il gol sarebbe il massimo".
Sulla sua crescita e le ambizioni ha affermato: "Fanno piacere le tante voci, ma restano tali.
Bisogna continuare a lavorare.
Il terzino deve dare tanto anche in avanti e deve fare molto di più per mettersi in mostra.
Sono soddisfatto, oltre che a livello personale, anche per la mano che sto dando alla squadra".
In vista della gara di Vercelli ha affermato: "E' una squadra da non prendere sotto gamba.
Andremo là in un clima difficile su un campo piccolo.
Sanno come giocare in casa e dovremo stare molto attenti.
Andremo con rispetto, pensando di fare la nostra partita, senza prestare attenzione alle altre".
Adesso possono cambiare gli obiettivi di questa squadra, che non vuole nascondersi: "Se non ci fosse consapevolezza, non saremmo arrivati a questo punto.
Le nostre consapevolezze le dimostriamo con le prestazioni in campo, senza fare proclami, ma solo con la fame di conquistare i tre punti".

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

                                                 

comunicato n.99577



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 130757903 / Informativa Privacy