Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2763 volte

Benevento, 23-05-2023 15:18 ____
Negli ampi spazi verdi del plesso "San Giuseppe Moscati" a Capodimonte, sorgera' il "Giardino dei Giusti" di Benevento
Nel nome di Malala Yousafzai, attivista pakistana, premio Nobel per la Pace nel 2014, a soli 17 anni e simbolo della lotta contro la sopraffazione dei bambini e dei giovani e per il diritto di tutti i bambini all'istruzione, e' stato messo a dimora un albero Liquidambar
Nostro servizio
  

L'Istituto Comprensivo "Sant'Angelo a Sasso" continua a distinguersi per le attività importanti e soprattutto inclusive, che svolge con il suo corpo insegnanti e con la bella e partecipata adesione dei suoi allievi sostenuti ed incoraggiati dai genitori che non si perdono un passaggio di queste manifestazioni.
Oggi è toccato al plesso "San Giuseppe Moscati" a Capodimonte ad essere protagonista con la inaugurazione del "Giardino dei Giusti", un nome ed un significato importante che comincia oggi a muovere i primi passi ma che Enza Nunziato, nostra collega giornalista e rappresentante di "Gariwo" la foresta dei Giusti, ha indicato come esso possa divenire per il futuro prossimo, il "Giardino dei Giusti" di tutta la città di Benevento.
Nel "Giardino dei Giusti", lo ricordiamo, vengono messi a dimora degli alberi a ricordo di quanti si sono spesi, anche fino alla perdita della propria vita, per la causa degli ebrei ed in questo caso per quanti si sono immolati per sostenere e proteggere i più deboli ed i martiri di guerre, persecuzioni e azioni criminali.
L'albero, un Liquidambar, che l'Istituto "Sant'Angelo a Sasso" ha avuto in dono dalla forestale regionale, vivaio "La Francesca", è dedicato stavolta a Malala Yousafzai, attivista pakistana, premio Nobel per la Pace nel 2014, a soli 17 anni, e simbolo della lotta contro la sopraffazione dei bambini e dei giovani e per il diritto di tutti i bambini all'istruzione.
Così è scritto nella motivazione della targa che identifica l'albero che sarà poi messo a dimora nei prossimi giorni, con l'ausilio di due genitori che si sono già prenotati, negli ampi spazi a verde dell'Istituto andando così a formare il primo nucleo di quello che diventerà il "Giardino dei Giusti" di di Benevento.
Giulia Romano, responsabile del plesso "San Giuseppe Moscati", ci ha detto che la manifestazione è stata posta in essere perché sono vari anni che l'Istituto aderisce ai progetti sulla cittadinanza, sulla Costituzione e sul rispetto degli ambienti e degli spazi comuni.
Abbiamo cominciato con l'esperienza dell'orto scolastico, nell’ambito del progetto "Disability Friendly", poi il percorso è continuato con "Il Mio Frutteto: lo pianto, lo curo, lo mangio" e quest'anno con "Mi curo di te".
In questi progetti è venuta fuori la figura di questo personaggio, Malala, che si è battuta per il diritto all'istruzione dei bambini e delle donne.
I giovani studenti del "Moscati" sono rimasti particolarmente colpiti da questa figura ed autonomamente, a casa, hanno fatto delle ricerche sulla ragazza ed abbiamo quindi aderito al progetto del Giardino dei Giusti, che ha una rilevanza mondiale e dedicare questo albero ad una nostra giusta.
La linfa del nostro albero, bruciata, rilascia un profumo molto intenso e questo ci ha fatto pensare a questa forza vitale che scaturisce da Malala e che ha fatto sì che riuscisse a lottare per il diritto all'istruzione.
I bambini, ha concluso Romano, includendo nel progetto proprio tutti, anche quelli con quache disabilità, hanno colorato un qualcosa, una maschera, un fiore, un disegno.
Abbiamo fatto toccare con mano che se qualcuno porta un piccolo contributo poi viene fuori un qualcosa che è di più della somma delle singole parti.
Un particolare ringraziamento Romano ha voluto, infine, inviare all'insegnante di religione, Annamaria Sannino, che ha fatto da legante in quanto essendo insegnante in tutte le classi del plesso, ha potuto coordinare le attività di ogni classe.
Un grazie particolare anche a Sabrina Chioato per l'espressione nella lingua dei segni.
La coordinatrice del progetto Cinzia De Cicco, ci ha espresso tutta la sua felicità per una iniziativa a cui ha partecipato a distanza trovandosi nel plesso centrale. Partecipo con molto piacere.
Siamo qui a ricordare un Premio Nobel e donare un albero a questo evento ci riempie di orgoglio.
L'ultima parola al dirigente Michele Ruscello, molto contento del lavoro ottimo e professionale svolto delle docenti ma anche della partecipazione dei ragazzi che hanno colto pienamente lo spirito dell'iniziativa e dei loro genitori.
All'interno della scuola essi si sono dimostrati collaborativi al cento per cento e stanno sostenendo la gestione degli spazi verdi della scuola.
Questo è un risultato per me meraviglioso.
Piano piano, ha detto ancora Ruscello, visti gli ampi spazi di verde a nostra disposizione, abbiamo cercato di utilizzare tutti i fondi di cui potevamo disporre per far sì che si potesse creare un bel parco che speriamo di incrementare per il futuro e di coglierne i frutti, nel senso di succosi frutti dai nostri alberi di pesco, già in fiore, e di altre primizie.
Ruscello, che aveva contemporaneamente in palestra ospiti Fiorella Berruti e Massimiliano Tipaldi del Gruppo Sportivo "Meomartini", ha annunciato che così come al plesso centrale anche in questo di Capodimonte c'è l'iniziativa del "Basket Inclusivo".
Parliamo dell'apporto di professionisti seri e competitivi che hanno predisposto una attività motoria adeguata alle varie fasce di età.
Il dirigente ha anche apprezzato il lavoro svolto dalle giovani collaboratrici esterne, Alessia Di Giambattista ed Elena Guida.
Enza Nunziato, a nome di "Gariwo" la foresta dei Giusti, ha sottolineato la importanza di questa organizzazione e l'idea di poter piantare degli alberi per ricordare delle persone che non ci sono più ma che hanno fatto tantissimo in ogni campo per preservare l'umanità dalla cattiveria dell'uomo medesimo.

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.157127



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 329114277 / Informativa Privacy