Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 3722 volte

Benevento, 20-05-2023 22:15 ____
Torna alla grande e con una nuova commedia la Compagnia Teatrale "I soliti ignoti" che per due sere al Centro "La Pace" porta in scena "8-13-52-90"
Il protagonista riceve in sogno da Dante Aligheri i numeri per una quaterna secca da giocare sulla ruota di Napoli. Vincera' la somma di 4 miliardi ma nei numeri della posta vi sono anche i limiti della sua esistenza...
Nostro servizio
  

Torna alla grande e con una nuova commedia la Compagnia Teatrale "I soliti ignoti" che per due sere al Centro "La Pace" porta in scena "8-13-52-90" numeri al lotto, è proprio il caso di dire, che sono utilizzati dall'autore Umberto Castaldi per la sua commedia che è stata rivisitata ed adattata alle esigenze della Compagnia, con l'aggiunta di altri due personaggi, da Mena Martini che dello spettacolo ha curato anche la regia.
E' rinnovato l'impegno con il pubblico, abbiamo chiesto proprio a Mena Martini...
Certamente sì, ci ha risposto mentre il numeroso pubblico in sala già era in attesa che la commedia cominciasse.
Finalmente siamo tornati con una commedia.
Lo scorso anno, infatti, per via della pandemia, abbiamo portato in scena un varietà con sedici scenette.
L'anno passato abbiamo giocato con il covid, quest'anno abbiamo voluto farlo con la morte.
E' un argomento abbastanza impegnativo, lo ammetto, ha proseguito Martini.
Penso al valore cristiano del trapasso, ma penso anche che ciascuno di noi abbia già in età di ragione la consapevolezza che la sua fine sarà ineluttabile.
C'è dunque una paura umana della morte e credo che nemmeno se in questo momento venisse papa Francesco a farci una lectio magistralis sulla morte nemmeno riuscirebbe totalmente a convincerci di questa ineluttabilità.
E dunque, ha proseguito Martini, abbiamo giocato con la trama di questa commedia un po' assurda.
Abbiamo questo Dante Alighieri, il sommo poeta, la cui scultura ci è stata realizzata da Enrico Lo Curzio (nella dodicesima foto in basso), che va in sogno all'attore principale, Gennaro Curatolo, suo grande estimatore e gli dà questi quattro numeri, una quaterna secca su Napoli, 8-13-52 e 90.
Gli spiega anche il motivo di questi 4 numeri.
Curatolo giocando il biglietto vincerà la somma di 4 miliardi ma quei numeri sono legati al suo destino.
E dunque il beneficiario della vincita morirà dopo 8 mesi, alle ore 13, all'età di 52 anni, 90 giorni dopo il suo compleanno.
Quindi ci sarà questa lotta, questa parte esilarante, tra il vincitore e la famiglia che è contenta di incassare questa grande somma mentre Gennaro Curatolo lo sarà molto meno, ovviamente, perché dovrà morire.
C'è però un ulteriore sogno in cui si spiega che se donerà tutta la sua vincita ai poveri facendone beneficenza, si annullerà il resto della profezia.
Ovviamente, prima del secondo sogno, c'è poi la bella parte di quando lui chiama l'agenzia di pompe funebri e detta le dispozioni per il suo funerale. Vuole morire, se deve accadere, in modo dignitoso ma anche sfarzoso.
Ma poi si convince del contrario ma la sua famiglia non è d'accordo con lui e scoppia la lite...
Insomma una commedia dal sapore amaro ma che contempla anche gli egoismi dei nostri tempi e che è dunque di grande attualità.
Un successo garantito per la Compagnia "I soliti ignoti" ed applausi meritati per Mena Martini ed i suoi attori.
Domani sera si replica.
Questi i personaggi e gli interpreti
Gennaro Curatolo, Sergio Montano; Maria, sua moglie, Anna Maria Micco; Grazia, la loro figlia, Chiara Maio; Michele, il fratello di Gennaro, Roberto Leva; Carolina, vicina di casa, Mena Martini; Rosina, figlia di Carolina, Mena Pellino; Ciccillo, figlio di Carolina, Mauro Marino; Jack, americano, Adriano Tretola; Titina, cameriera, Sara Taddeo; Giovanni, maggiordomo, Cino Lauto; Noncescampo, la dottoressa, Anna Donatiello; Bellomondo, impresario funebre, Sergio Fallarino; Semmenzella, suo aiutante, Mimmo Consolazio; Assuntina, venditrice, Veronica Cecere; Pupella, garzone di don Gaetano, Pina Grimieri; Pasquale, fratello di Carmela, Gerardo Verdile e Carmela, fruttivendola, Emanuela Izzo.
Direttore di scena, Anna Fragnito; assistente di scena, Enza Preziosa; aiutanti di scena, Anna De Mita, Antonella Masi, Emanuela Izzo; responsabile scenografie, Angelo Palombi; aiutante alle scenografie, Edoardo Serino; responsabile tecnico, Mauro Marino; aiutante audio e luci, Gianvito Mainella; trucco, parrucco e costumi, Denise Noviello, Emanuela Verdile, Mena Pellino e Pina Grimieri; assistenti di sala, Rosario De Nigris ed Alfredo Noviello.

 

 

 

 

   

 

 

 

 

   

comunicato n.157072



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 329194683 / Informativa Privacy