Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1516 volte

Benevento, 17-05-2023 10:09 ____
Indecorosa la situazione in cui versano gli ossari. Ambiente fatiscente, cassette con resti umani accatastate senza apparente ordine
Molte di esse sono prive persino dell'indicazione dei nominativi a cui appartengono i resti ossei. Praticamente sono dimenticati e addirittura ignorati dai piu'. A chi appartengo? Perche' non apporvi almeno un cartello con un qualche riferimento?
di Giacomo De Angelis
  

L'annosa questione dei loculi cimiteriali mancanti sta creando problemi.
Non vorremmo essere etichettati come malauguranti perché ritorniamo ad affrontare problematiche del Cimitero comunale di Ponte.
Purtroppo, in occasione di un recente funerale, abbiamo appreso che per la tumulazione di chi non possiede un loculo cimiteriale, prima di ordinare la bara, bisognerà informarsi sulle dimensioni delle due fosse di sepoltura attualmente disponibili, recuperate a seguito di dissepolture.
Motivo?
Trattandosi di fosse realizzate oltre un decennio fa, quando le caratteristiche delle bare erano diverse dalle attuali, c'è, infatti, il rischio che le dimensioni standard delle attuali bare non siano compatibili con quelle della fossa.
Questo è un ulteriore problema.
Come peraltro prevedibile, le 6 fosse per inumazione cadaveri realizzate, al costo di seimila euro, lo scorso agosto in attesa dell'annunciata realizzazione degli attesi loculi, sono state tutte occupate!
Solo la realizzazione dei progettati loculi potrà porre fine a questa situazione di incertezze.
Come noto, è dal 2009 che numerosi cittadini sono in lista per l'acquisto di un loculo!
Purtroppo, l'iter per la realizzazione dei loculi è ancora alla fase progettuale.
Lo scorso 2 gennaio la Giunta municipale ha riapprovato il progetto di fattibilità tecnica economica per aggiornarlo nella sola parte economica per via dell'entrata in vigore del nuovo prezzario Regionale Opere Pubbliche Campania 2022.
In merito, come già da noi sottolineato, l'aggiornamento ha fatto ulteriormente lievitare il costo complessivo dei lavori, che dai 385.619 euro del progetto approvato il 20 luglio 2022 è ora di 446.970 euro.
Sono, purtroppo, aumentati i costi di materiali e manodopera.
Tuttavia, analizzando il quadro economico generale di spesa dei lavori, è balzato agli occhi anche il rilevante importo per il pagamento delle competenze economiche previste per l’affidamento a tecnico esterno della progettazione definitiva ed esecutiva, della coordinazione per la sicurezza in fase di progettazione e in fase di esecuzione nonché della direzione dei lavori.
Tale affidamento è stato formalizzato lo scorso 13 aprile.
Ebbene, sono complessivamente 50.575 euro, praticamente, più della metà del costo complessivo previsto dall’originario progetto per la realizzazione dei loculi che fu approvato nel 2009, di soli 93mila euro!
S'ignora la ragione "tecnica" di esternalizzare ora la fase progettuale anche alla luce della tipologia degli interventi da realizzare, ma non si può ignorare che a finanziarla saranno i cittadini che hanno prenotato o prenoteranno l'acquisto dei loculi.
Intanto, visto che la fase progettuale non è chiusa (almeno così sembrerebbe), si evidenziano delle criticità da anni ignorate: i due ossari del cimitero, quello sottostante alla chiesetta e l'altro, poco distante.
La situazione del primo è davvero indecorosa, soprattutto per il rispetto che si deve ai defunti.
Ambiente fatiscente, cassette in legno o di metallo, con resti umani, accatastate senza apparente ordine, alcune, molte, prive persino dell'indicazione dei nominativi a cui appartengono i resti ossei, assenza di pulizia e la presenza di volatili che si annidano sulle stesse, come testimoniano i loro escrementi sulle cassette.
Purtroppo, anche la situazione dell’altro ossario è critica.
Già per accedervi, occorre essere molto attenti nel percorrere le rampe di scala, allo stato grezzo. Intanto, è utilizzato anche come magazzino di attrezzi vari.
Alcuni grossi loculi sono chiusi; "conterrebbero" resti umani, considerando che su due pareti sono allocate lampadine, votive.
Praticamente sono resti umani dimenticati e addirittura ignorati dai più.
A chi appartengo? Perché non apporvi almeno un cartello con un qualche riferimento?

 

 

   

comunicato n.156989



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 329119166 / Informativa Privacy