Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 460 volte

Benevento, 16-09-2022 23:09 ____
Calcio, Serie B: E' no, non ci siamo proprio! Secondo stop di fila per il Benevento che a tempo scaduto viene punito dal Brescia
La sosta sara' utile per riordinare le idee e recuperare energie. Fabio Caserta: Sono stanco di sentir parlare del fatto che sia in discussione. Sono valutazioni che fa il presidente
di Luca Pietronigro
  

Brescia (4-3-1-2): Lezzerini; Karacic, Papetti, Adorni, Mangraviti; Bertagnoli, Labojko, Bisoli (60' Ndoj); Benali (60' Galazzi); Ayé (86' Niemeijer), Moreo (71' Bianchi). A disposizione (Andrenacci, Huard, Garofalo, Olzer) Allenatore Josep Clotet

Benevento (3-5-2): Paleari; Glik, Leverbe, Veseli; Letizia (77' Kubica), Karic (45' Koutsoupias), Schiattarella (65' Improta), Acampora, Foulon; Forte (77' Ciano), Simy (65' La Gumina). A disposizione (Manfredini, Masciangelo, Farias, Thiam Pape, Pastina, Vokic, Capellini) Allenatore Fabio Caserta

Arbitro: Matteo Gualtieri di Asti
Assistenti: Davide Imperiale di Genova e Davide Moro di Schio
IV Uomo: Enrico Maggio di Lodi
Var: Davide Ghersini di Genova
Assistente Var: Marco Scatragli di Arezzo
Rete: 92' Bianchi
Ammoniti: Karacic, Benali, Bianchi (Bs); Schiattarella, Leverbe, Glik, Acampora, Koutsoupias, La Gumina (Bn)
Angoli: 4-6
Recupero: 4' st; 4' st
Note: Osservato un minuto di raccoglimento per le vittime dell'alluvione nelle Marche.

E' no, non ci siamo proprio!
Seconda sconfitta consecutiva per il Benevento Calcio che, in pieno recupero quando mancava poco più di un minuto alla fine della partita, è caduto sul campo del Brescia venendo punito dal mortifero sinistro dal limite dell'area di rigore di Flavio Bianchi che ha trafitto Paleari.
Una prestazione ancora sotto tono quella della squadra giallorossa, incapace di costruire gioco e di fornire palloni invitanti per i suoi attaccanti, apparsi sterili e poco pungenti.
A poco è servito il buon inizio che sembrava promettere al meglio; la squadra si è spenta lentamente con i padroni di casa che hanno progressivamente alzato il proprio baricentro, mettendo in difficoltà la difesa sannita.
Inutili nella ripresa sono stati i cambi che non hanno modificato l'inerzia del match, poco hanno fatto sia La Gumina che Forte, qualche guizzo è giunto da Improta ma poco, davvero poco.
Diverso, invece, è stato l'impatto dei nuovi entrati in casa Brescia con Ndoj che ha subito creato difficoltà alla retroguardia sannita e soprattutto Bianchi, uno specialista dei subentri, che ha piazzato la zampata vincente che ha regalato alle rondinelle la vetta solitaria della classifica e la quarta vittoria di fila.
Per i giallorossi, fermi a quota 7 punti, ora la situazione non è delle migliori e la classifica inizia a farsi preoccupante.
La sosta cosentirà di recuperare energie, provando a cambiare l'inerzia di un inizio di stagione alquanto complicato.
Venendo alla cronaca, Fabio Caserta apporta alcuni cambi nell'undici titolare.
In difesa, come detto, inserisce il francese Leverbe al centro con Glik spostato a destra e Veseli a sinistra. A centrocampo i quinti sono Letizia e Foulon che vengono preferiti a Improta e Masciangelo.
In cabina di regia c'è Schiattarella con Acampora che ritorna nel suo ruolo di mezz'ala sinistra e Karic a destra.
In attacco c'è Simy, lontano parente dell'attaccante ammirato a Crotone, e Forte con La Gumina in panchina.
Nel Brescia Josep Clotet si affida al 4-3-1-2 con Benali dietro le punte che sono Moreo e Aye.
La prima emozione è di marca giallorossa con una conclusione dalla distanza di Acampora su cui interviene Lezzerini che, in tuffo, mette in calcio d'angolo.
La risposta dei locali è in un colpo di testa di Moreo, serivito da Bertagnoli, che si perde, di poco, sul fondo.
Al 15', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Acampora riceve il pallone da Schiattarella e fa partire un sinistro che viene bloccato dall'estremo difensore di casa.
Tre minuti dopo, Karacic dalla destra serve un pallone invitante Benali che in piena area, tutto solo,mette a lato.
Al 25' tentativo dalla distanza di Forte ma il portiere controlla senza affanni.
Alla mezz'ora, c'è un traversone di Acampora sul quale va a vuoto Forte, dall'altra parte arriva Letizia che fa partire un tiro-cross potente che Lezzerini respinge.
Prima della fine della frazione, Karic è costretto ad uscire per via di un colpo al ginocchio destro con Koutsoupias che entra al suo posto.
La ripresa si apre con il Brescia in avanti ed al 4' Mangraviti dalla sinistra mette al centro per la testa di Moreo; il pallone finisce sul corpo di Veseli e, quindi, in calcio d'angolo.
Tra i padroni di casa ci sono Galazzi e Ndoj per Benali e Bisoli.
Proprio il Ndoj al 19' dalla sinistra mette al centro per l'accorrente Moreo la cui conclusione fort e viene respinta da Paleari.
Nella Strega ci sono La Gumina e Improta per Simy e Schiattarella ma è il Brescia a farsi pericoloso con Galazzi che, in una ripartenza, giunge tutto solo davanti all'estremo difensore sannita che, in uscita, disturba l'avversario la cui conclusione finisce a lato.
Nel Brescia c'è Bianchi per Moreo, mentre nel Benevento entrano Kubica e Ciano per Letizia e Forte.
Al 41' è insidiosa una punizione di Ndoj che viene respinta in tuffo da Paleari.
In pieno recupero, al 47', Bianchi riceva il pallone al limite dell'area e fa partire un sinistro che batte l'estremo difensore sannita, chiudendo la contesa tra le due squadre.
Nel prossimo turno, domenica 2 ottobre, il Benevento ospiterà l'Ascoli degli ex Bucchi e Ciciretti.

Le voci dagli spogliatoi

Fabio Caserta, allenatore Benevento
"Nel primo tempo abbiamo creato tante occasioni che, però, non abbiamo sfruttato. Nella ripresa loro hanno avuto più palleggio ma non abbiamo subito nulla. Era una partita da pareggio.
Fa male moralmente ma il calcio è anche questo: le due sconfitte non le abbiamo meritate.
In campo c'erano tanti calciatori che non giocavano da molto come Schiattarella, Simy e Leverbe che, però, hanno dato il massimo.
Leverbe l'ho messo centrale perché è più bravo tecnicamente nella costruzione dal basso.
Sinceramente sono stanco di sentir parlare del fatto che io sia in discussione.
Queste valutazioni le fa il presidente.
Penso a lavorare per centrare l'obiettivo che ci siamo prefissati.
Abbiamo rivoluzionato "rosa" e modulo e abbiamo vinto due partite prima di perderne due immeritatamente. Parliamo di campo.
Non abbiamo fatto passi indietro ma non possiamo creare sempre tante palle gol. Il Brescia è in ottima condizione e noi abbiamo giocato a viso aperto.
Non rimprovero nulla ai ragazzi ma nelle ultime due ci è andato tutto male.
Il Brescia non ha fatto più di noi: purtroppo, nonostante due buone prestazioni, non abbiamo raccolto punti.
La sosta arriva al momento giusto perché così i nuovi potranno ritrovare la forma migliore e potremo averli al meglio con l'Ascoli.
Dovremo risollevarci mentalmente pensando a quanto fatto e non al risultato.
La classifica non la guardo perché con due sconfitte ci si abbatte e si scende, con due vittorie ci si esalta e si recuperano posizioni.
Dalla prima giornata ci sono stati miglioramenti ma ora dobbiamo lavorare".

Josep Clotet, allenatore Brescia
"Mi è piaciuta molto la partita, abbiamo limitato gli errori sfruttando i punti deboli degli avversari.
Siamo stati verticali, incisivi e dominanti. Non guardiamo la classifica o quanto manca alla salvezza: giochiamo partita dopo partita con questa mentalità.
Non dobbiamo mai pensare che il calcio sia facile.
Porto con me diciannove giocatori perché è una modo per mettere competizione nella squadra: in settimana tutti si devono guadagnare la convocazione.
Tutti possono giocare e tutti possono entrare.
Moreo? Se l'è presa perché pensava che l'avessi cambiato per la botta presa ma in realtà volevo gente più fresca in campo: ha fatto un grande lavoro anche oggi.
Non ho rivisto l'episodio del rigore su Benali: non mi piace guardare al passato. Comunque mi hanno detto che era netto, come quello di settimana scorsa.
Penso che il Var protegga il calcio, è uno strumento importante.
Ho una relazione fantastica con il presidente, con Cellino siamo in sintonia totale".

comunicato n.152263



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 296090557 / Informativa Privacy