Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2531 volte

Benevento, 11-01-2021 15:34 ____
Le telefonate che arrivano da Mastella, di nessun pregio emergenziale, sono pagate dalle casse comunali
Lo rivela l'Associazione "Altrabenevento" che parla di un costo di circa 20mila euro l'anno. La telefonata di ieri e' stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso della protesta in quanto marcatamente dal sapore elettorale
Redazione
  

Telefonate elettorali del sindaco, Clemente Mastella, pagate ad una società napoletana con i soldi dei cittadini beneventani.
A denunciarlo, in una nota, Sandra Sandrucci, presidente di "Altrabenevento".
"Arrivano continuamente a casa dei cittadini di Benevento - scrive - le telefonate registrate del sindaco Clemente Mastella (foto) che nonostante le numerose richieste di chiarimenti, non spiega chi paga il servizio imposto anche agli utenti che non lo hanno richiesto.
Molti assicurano di non aver dato l'autorizzazione per tali messaggi che sono costretti ad ascoltare contro la propria volontà.
Addirittura, se il cittadino interrompe la registrazione, la telefonata arriva di nuovo, varie volte, fino a quando il messaggio non sarà ascoltato per intero.
Il servizio di cui Mastella si serve si chiama "Sindaci in contatto" ed è fornito dalla società napoletana Enterprise Contact Group per notizie telefoniche di emergenza o comunque urgenti, come ad esempio l'allerta per avverse condizioni atmosferiche, terremoti, la chiusura non programmata di servizi pubblici.
I cittadini possono richiederlo ma le telefonate arrivano anche agli utenti telefonici che hanno una linea fissa privata e non hanno mai autorizzato il sindaco ad assillarli con messaggi che non sono affatto urgenti e non riguardano emergenze.
Ieri, ad esempio, il messaggio registrato di Mastella riguardava la solita promessa di finanziamenti per il depuratore da fare chissà quando e i tamponi per gli anziani che forse saranno fatti a febbraio.
Niente di urgente e nessuna emergenza ma era importante per Mastella la seconda parte della telefonata che trascriviamo integralmente: "Noi pensiamo alle cose serie mentre altri ce l'hanno solo con me dicendo: ah, fuori Mastella da fare il sindaco.
Guardate, se dovesse capitare non è che mi strapperò i capelli più di tanto, ho tanti nipotini, mi posso dedicare a loro, però non vorrei che tornassero quelli che hanno devastato la città perchè quelli che stanno mettendo in piedi una coalizione contro di me sono quelli che hanno devastato la città... quando sarà al termine del doppio mandato, io spero se mi darete una mano, vedrete che insomma avremo una città completamente diversa.
Già è molto diversa, già è una città diversa, diversa!
Chiedete a quelli che arrivano e vengono a trovare i propri familiari, amici, parenti o quant'altro che trovano la città più splendente rispetto a prima, di certo di più rispetto a prima, rispetto a quella che mi hanno lasciato".
E' chiaro il messaggio elettorale ed è ancora più grave il comportamento di Mastella considerato che questo servizio costa al Comune decine di migliaia di euro.
E' stato attivato a marzo 2019 e fino alla fine del 2020 è costato ai cittadini 42.090 euro.
Per il 2021 è stato rinnovato al costo di altri 20.000 euro sempre a carico delle casse comunali.
Nei prossimi giorni, segnaleremo il fatto alle autorità competenti ed indicheremo ai cittadini cosa fare per evitare ulteriori telefonate non gradite sulla propria utenza telefonica".

comunicato n.137508



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 236649060 / Informativa Privacy