Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1373 volte

Benevento, 11-01-2021 11:24 ____
L'Azienda Ospedaliera "San Pio" si dota di una moderna sala autoptica. Ora potranno essere esaminate anche le salme di deceduti per il Covid
L'auspicio del procuratore Policastro e' che la struttura sanitaria abbia anche propri specialisti per snellire cosi' i tempi dei procedimenti giudiziari. L'anatomopatologo Pierantonio Ricci: Ora anche qui una Medicina Legale degna di questo nome
Nostro servizio
  

Francamente avremmo preferito documentare la inaugurazione di un reparto di Neonatologia, o di Ostetricia, insomma di uno di quelli dove comincia la vita.
Ed invece oggi è stata la volta della inaugurazione della nuova area dedicata alla Medicina Legale con annessa Sala Autoptica, la struttura che viene utilizzata per morti che hanno bisogno di essere indagate sulle loro cause.
Il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera "San Pio", Mario Ferrante, ha però sottolineato: Anche la morte è un passaggio contemplato nella nostra esistenza e dunque anche di essa ci dobbiamo interessare con l'intento di rendere dignitosa ogni procedura ad essa collegata.
Alla cerimonia, con il doveroso taglio del nastro, hanno preso parte, tra gli altri, il procuratore della Repubblica, Aldo Policastro, il presidente del Tribunale, Marilisa Rinaldi, il questore Luigi Bonagura, il comandante dei Carabinieri, Germano Passafiume, specialisti della Medicina Legale tra cui Pierantonio Ricci, beneventano, docente all'Università "Magna Graecia" di Catanzaro e luminare di questa branca della Medicina, con il suo collega anatomopatologo dell'Università "Federico II" di Napoli, Massimo Esposito.
Il procuratore Policastro ha lodato l'iniziativa assunta da Ferrante che agevola il lavoro della magistratura. Ritengo che si possa dire di essere solo all'inizio di un nuovo percorso con l'auspicio che l'Azienda Ospedaliera "San Pio" si doti anche di una struttura propria di Medicina Legale da poter utilizzare per la nostra attività. Questo consentirebbe di espletare l'attività di perizia e di consulenza in termini rapidi, mentre oggi siamo nelle condizioni che il deposito delle consulenza avviene dopo molto tempo e questo significa che il processo rimane fermo.
Da quando sono arrivato alla direzione generale di questa Azienda Ospedaliera, ha detto Ferrante, la prima cosa che mi ha chiesto il procuratore è stata proprio quella di dotare la struttura di un'area di Medicina Legale degna di questo nome.
Ci siamo messi al lavoro affinché tutto fosse risolto nel più breve tempo possibile.
Oggi diamo dignità a questa attività che ha due risvolti: Uno certamente di natura medico-legale e agevola l'attività peritale del Tribunale l'altro che attiene a termini di civiltà per tutto quanto ad essa è collegato. Confidiamo che a breve possiamo dotarci anche di medici legali dipendenti direttamente dall'Azienda.
Riguardo la vicenda della pandemia, Ferrante ha sottolineato che non bisogna abbassare la guardia e che bisogna andare avanti sulla via delle vaccinazioni.
I nostri frigoriferi ora sono vuoti, ha detto, ma tra oggi pomeriggio o al massimo domani, dovrebbero nuovamente riempirsi di dosi.
Attendiamo, infatti, due stoccaggi di circa 2.500 vaccini.
Occorrono però ancora mesi prima di arrivare all'immunità di gregge e dunque ci vuole ancora molta attenzione e prevenzione da parte di tutti.
Stamane visiteremo la sala attrezzata, ha proseguito il direttore generale, dove ci saranno le riunioni peritali a cui partecipano tutti gli interessati. Poi c'è la sala autoptica, nuova, moderna con due tavoli operatori ed attrezzata anche per poter fare autopsie ai deceduti per il covid, visto che siamo stati in grado di attivare il prescritto sistema di riciclo dell'aria.
In precedenza dovevamo rivolgerci all'Ospedale di Avellino.
C'è poi una sala fornita di due celle frigo, delle quali una per le salme di persone decedute a causa del Covid-19.
Si è provveduto, ha concluso Ferrante, anche al restyling delle sale dolenti, dove cioè si trattengono i familiari dei defunti attrezzandone quattro per le salme no Covid-19 ed una per quest'ultime.
Anche gli spazi per l'affissione dei manifesti sono stati disciplinati, ha detto Ferrante.
In precedenza questi muri dinanzi alla Sala mortuaria erano pieni di manifesti di lutto. Ora vanno affissi solo sulle apposite bacheche.
Molto soddisfatto di questo lavoro si è detto anche Pierantonio Ricci, il quale ha sottolineato come nella sua lunga esperienza nel ramo, ha visitato almeno 6 o 7 strutture simili ed ora anche Benevento ha una Medicina Legale degna di questo nome.
Ero un mio sogno questo, da quando ho cominciato questa professione.
Il tutto va nella direzione di un milglioramento nella resa di servizi al cittadino ma anche alla macchina della giustizia.
Bisogna essere professionali anche sulla morte e rendere dignitosa la procedura degli accertamenti.
Il presidente del Tribunale, Marilisa Rinaldi, ha avuto anch'essa parole di elogio per questa nuova iniziativa dell'Azienda Ospedaliera ed ha dato atto a Ferrante che di questa innovazione se ne è parlato ben prima dell'inizio della pandemia e che c'è stata subito la disponibilità del direttore generale, sin dal suo insediamento ai vertici della struttura sanitaria.

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.137499



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 236648403 / Informativa Privacy