Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1758 volte

Benevento, 08-01-2021 22:51 ____
Vandali nuovamente in azione nel sotterraneo del Megaparcheggio. Danneggiata una Fiat Panda di proprieta' del Comune
Anche parte dell'archivio che era contenuto in quei locali e' stata sparsa in quei corridoi. La Polizia Municipale ferma sette giovani di cui solo uno maggiorenne. Interessato anche il Tribunale dei Minori
Nostro servizio
  

La Polizia Municipale, con la pattuglia composta dai marescialli Sergio Fusco e Giovanni Luca Ciampi, al comando del tenente Francesco Del Gaudio, è intervenuta, su chiamata di alcuni abitanti della zona che avvertivano schiamazzi e musica ad alto volume, nel sotterraneo del Megaparcheggio dove peraltro c'è una parte dell'archivio del Comune ed una Fiat Panda, vecchio modello, sempre del Comune.
I giovani, in totale sette persone di cui una maggiorenne, sono stati trovati all'interno di questa Panda che era stata oramai vandalizzata (non si esclude anche in altri precedenti episodi) con cruscotto eliminato e fari divelti.
Altri gesti vandalici sono stati portati a termine all'interno del seminterrato, scritte sui muri ed alcuni fascicoli dell'archivio sono stati buttati a terra e sparsi in varie zone del seminterrato.
I giovani sono stati identificati e denunciati per invasione di edificio e danneggiamento di cosa pubblica.
E' stato interessato al riguardo anche il Tribunale dei Minori.
A seguito, come dicevamo, dell'identificazione sono risultati imputabili un maggiorenne C.F. di 18 anni e quattro minorenni A.P. di 15 anni, A.F. di 15 anni, S.G. di 14 anni e F.F. di 14 anni, mentre altri due ragazzi minori di anni 14 sono risultati essere non imputabili.
Al termine delle operazioni, i ragazzi sono stati rilasciati ed i minorenni affidati ai rispettivi genitori.
"Voglio approfittare di questo episodio - ha commentato il comandante della Polizia Municipale, Fioravante Bosco - per ricordare ai genitori di tutti i ragazzi che nei fine settimana sono soliti commettere azioni contro il patrimonio pubblico o lasciarsi andare a comportamenti fortemente censurabili, che di queste condotte ne rispondono gli stessi genitori, i quali devono farsi carico di capire cosa fanno i propri figli quando escono di casa.
Insomma, i genitori sono responsabili dei danni procurati dal figlio sia alle persone che alle cose.
D'altro canto, i genitori devono fornire ai loro figli una corretta educazione, rispettosa delle regole giuridiche e sociali, rendendoli capaci di autogestirsi, nel rispetto di una convivenza  civile con il prossimo".

 

 

comunicato n.137460



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 236652563 / Informativa Privacy