Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2423 volte

Benevento, 03-01-2021 09:39 ____
Il viaggio del cronista nella citta' del Dopoguerra. Antonio Lamparelli accoglieva ogni giorno le massaie con un sorriso...
In quell'esercizio commerciale, all'epoca molto frequentato, si trovava di tutto ed erano tanti i beneventani che rappresentavano una clientela fissa. Nei pressi i negozi di Vittorio Minocchia ed Arcangelo Pacillo, ricorda De Lorenzo
Nostro servizi
  

E' sulle attività commerciali di piazza Orsini che Peppino De Lorenzo, questa domenica, sofferma la sua attenzione facendo rivivere personaggi che sono in tanti ancora a ricordare.
"La salumeria di un tempo aveva il pregio di infondere il calore umano nella zona in cui sorgeva.
Un sicuro punto di riferimento per le quotidiane necessità.
Rapporto, poi, decisamente, smarrito con la diffusione dei centri commerciali.
In piazza Orsini, il negozio di alimentari storico era quello gestito da Antonio Lamparelli (nella foto di apertura).
Sorto prima della seconda guerra mondiale, fu chiuso nel 1989, anno in cui il titolare, che lì aveva speso l'intera esistenza, decise di andare in pensione.
Lamparelli si spense, poi, il 20 aprile 2010.
In quell'esercizio commerciale, all'epoca molto frequentato, si trovava di tutto ed erano tanti i beneventani che rappresentavano una clientela fissa.
Antonio Lamparelli aveva un carattere mite e si racconta che, ogni giorno, accoglieva le massaie sempre con un sorriso.
La stessa impronta caratteriale ereditata dal figlio Peppino che, per molto tempo, è stato consigliere provinciale (nella prima foto in basso, con i familiari, in occasione della vittoria elettorale, nel 1998; sulla torta è ben visibile il simbolo dei socialisti italiani).
Imboccando via San Gaspare del Bufalo, sino a qualche anno fa, si trovava la drogheria di Vittorio Minocchia (seconda foto in basso), aperta dopo la guerra e gestita con la moglie Domenica, la signora Mimma, (nella terza foto in basso), quest'ultima, spentasi solo qualche mese fa.
Della drogheria Minocchia serbo un meraviglioso ricordo personale e, negli anni in cui ho abitato in zona, il rientro a casa, puntualmente ogni volta, era preceduto da piacevoli discussioni, spesso anche lunghissime, con l'indimenticato don Vittorio.
Proseguendo più in giù, si trovava un'altra salumeria, quella di Arcangelo Pacillo (nell'ultima foto in basso).
Questi erano gli esercizi commerciali della zona e cosa, oggi, non darei per ritornare, magari per un attimo, ad una delle chiacchierate con don Vittorio.
Alla tristezza del tempo sopperisce il ricordo, sempre vivo e presente, di questi personaggi che hanno fatto parte della vita di tanti di noi".

 

 

comunicato n.137331



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 236646045 / Informativa Privacy