Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 413 volte

Benevento, 20-11-2020 19:30 ____
Non auguro a nessuno di vivere il mio calvario, dove sei solo con te stesso e nelle mani di angeli custodi
Ho capito in quei momenti terribili cosa significhi non poter abbracciare i propri familiari e non avere una mano da stringere per trovare conforto, afferma il sindacalista Pompeo Taddeo guarito dalla positivita' al Covid
Redazione
  

Il segretario della Fp Cgil Sanità Privata, Taddeo Pompeo, risultato positivo al Covid-19 nelle scorse settimane e poi ricoverato al "Fatebenefratelli", ha voluto raccontare, attraverso una nota, la sua storia ora che è guarito.
"Ora che ho avuto la certezza della mia negatività dopo aver effettuato il tampone - scrive - mi sembra di essere rinato con una più forte consapevolezza che la vita sia un bene prezioso da proteggere ad ogni costo.
Sono il secondo paziente guarito e dimesso dal reparto Covid del Fatebenefratelli, è la prima volta che sono felice di essere arrivato secondo, perché prima di me è guarita dall'incubo una persona anziana a cui va tutto il mio rispetto in quanto facente parte della categoria delle persone fragili.
La gioia che provo è indescrivibile ma questo non mi farà abbassare la guardia, anzi costituisce motivo per dare un consiglio a coloro che negano o sottovalutano questo nemico invisibile che ha ridisegnato il presente e il futuro dell'intera umanità.
Bisogna essere vigili quotidianamente, rispettando tutte le regole che ormai conosciamo a memoria,a volte basta una leggerezza,un passo falso e il nemico ci coglie alle spalle nei momenti più impensabili.
Non auguro a nessuno di vivere il mio calvario, dove sei solo con te stesso e nelle mani di angeli custodi che ogni giorno mettono in pericolo la propria vita per salvare quelle degli altri.
Ho capito in quei momenti terribili cosa significhi non poter abbracciare i propri familiari e non avere una mano da stringere per trovare conforto.
I giorni che ho trascorso in ospedale mi hanno catapultato in un'altra dimensione da cui non vedi l'ora di uscire.
L'esperienza che ho vissuto sulla mia pelle mi spinge a dare un consiglio soprattutto ai più giovani: usate tutte le precauzioni per evitare questo virus, perché una volta finiti tra i suoi tentacoli , rimangono anche nel proprio spirito cicatrici profonde.
La mia battaglia non l'avrei mai vinta se non mi avessero aiutato quelli che sono gli autentici eroi schierati in prima linea contro il mostro invisibile ,vale a dire tutti gli operatori del mondo sanitario.
Consentitemi di fare dei ringraziamenti doverosi a delle persone che mi hanno fatto capire cosa significhi l'amore per il prossimo; in primis i dottori Savoia, Ilario, Prozzo e Cusano che con pazienza e abnegazione hanno reso meno pesante il mio fardello; non posso poi dimenticare il personale infermieristico e ausiliario che mi ha regalato sorrisi in un momento difficilissimo.
Questo mio intervento lo voglio concludere ringraziando di vero cuore l'intera Famiglia Ospedaliera del Fatebenefratelli che, in poco tempo, ha creato dal nulla un reparto Covid mettendo ancora di più in risalto il principio che da sempre guida questa struttura: salvare vite umane vale più di ogni altro premio".

 

comunicato n.136309



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 231122481 / Informativa Privacy