Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1348 volte

Benevento, 11-11-2020 17:40 ____
In questi due mesi e' stata data l'opportunita' agli studenti di apprezzare anche l'umanita' con cui viene amministrata la giustizia
E' quanto ha affermato il giudice Pasquale Nunziata ai laureandi di Giurisprudenza Unisannio che hanno concluso il tirocinio formativo svoltosi al Tribunale di Benevento. Ora si prosegue con i laboratori di diritto
Nostro servizio
  

Tempo di bilanci, lusinghieri e positivi, per i partecipanti al "Tirocinio Curriculare" di 75 ore svoltosi al Tribunale di Benevento, nonostante il periodo non facile legato alle stringenti norme sulla pandemia, nei mesi da settembre a novembre.
Vi hanno preso parte Raffaella Laterza, Marianna Stasi, Cristina Mastromarino e Gabriele Russo, tutti studenti, prossimi a completare il percorso accademico, del Corso di Laurea in Giurisprudenza dell'Università degli Studi del Sannio.
Promotori del progetto il docente Ennio Cavuoto ed il presidente della Sezione Civile del Tribunale, Ennio Ricci. Tutor di questi giovani il magistrato Pasquale Nunziata.
Con la cerimonia di oggi si conclude una esperienza importante, di formazione all'esterno delle aule universitarie, dei nostri studenti, ci ha detto Cavuoto.
Unisannio non si è fermata neanche in questo periodo di pandemia e con i suoi studenti di Giurisprudenza, in collaborazione con il Tribunale, ha svolto questo tirocinio.
Siamo particolarmente grati, e lo dico anche a nome del presidente del Corso di Laurea in Giurisprudenza, Annamaria Nifo, ha proseguito Cavuoto, al Tribunale ed al suo presidente Marilisa Rinaldi. I nostri studenti sono rimasti molto soddisfatti di questa esperienza che sono riusciti a portare avanti con profitto. Aggiungo che non sempre è possibile concretizzarla nell'Università una iniziativa del genere e quindi affiancare alla formazione teorica anche la dimensione applicativa e pratica.
E' questo, dunque, è un punto importante su cui Giurisprudenza sta puntando tantissimo sia con i tirocini che con i laboratori del diritto che tra breve partiranno.
L'entusiasmo di questi nostri ragazzi è testimonianza che stiamo sulla strada giusta, ha concluso Cavuoto.
Il giudice Nunziata, che ha accompagnato questi giovani universitari lungo tutto il percorso formativo, ci ha detto che, nonostante il momento particolare, l'iniziativa è riuscita perfettamente.
Sono stati qui a fare pratica nelle aule del nostro Tribunale e debbo dire che si sono impegnati molto e sono stati anche assai disponibili.
Abbiamo raggiunto dei buoni risultati e l'obiettivo che eravamo prefissi nonostante le norme stringenti sulle difese dal virus.
Sono stati impegnati soprattutto nell'amministrazione di sostegno che è una procedura che non richiede sempre la presenza dell'avvocato ma la può condurre anche la parte.
Cito ad esempio un'autorizzazione a riscuotere delle somme in nome di un minore oppure per ottenere un amministratore condominiale.
I nostri giovani hanno appreso anche come si redige un ricorso.
Lo abbiamo discusso ed abbiamo assunto anche il provvedimentop insieme. A questo si aggiunga che hanno assistito anche alle udienze del Tribunale civile.
Insomma, siamo riusciti ad ottenere, pur nelle tante difficioltà, il nostro scopo che era quello di fornirli, nel loro bagaglio culturale, anche di uno spaccato di pratica forense, ha concluso Nunziata.
Nell'ufficio del presidente del Tribunale, Rinaldi, si è avuta poi la consegna degli attestati preceduta da uno scambio di opinioni con i giovani che hanno sottolineato di aver trovato molto formativa questa esperienza. Abbiamo peraltro formulato domande ed abbiamo ottenuto risposte, hanno detto al presidente che li sollecitava a dare una propria valutazione.
Il presidente Rinaldi ha quindi sottolineatio come la teoria sia utile ed è alla base della formazione che si completa, quando è possibile, con la pratica che è e dà risposte immediate.
Con queste iniziative si consente ai giovani di avere anche una idea più definita della pubblica amministrazione e forse anche del ruolo del magistrato che non sempre è protagonista dei ritardi che gli vengono attribuiti.
Il giudice Nunziata ha voluto sottolineare come in questi due mesi sia stata data l'opportunità agli studenti di apprezzare anche l'umanità con cui viene amministrata la giustizia.
Da parte dei giovani è, infine, venuta la proposta di inserire a Giurisprudenza, nel piano di studi, anche un segmento che preveda appunto l'obbligo di tirocini formativi.
Insomma, per concludere, una esperienza senz'altro positiva che Giurisprudenza ora riproporrà anche sotto forma di Laboratori del Diritto.
ll primo si terrà il 16 e 17 novembre prossimi, dalle 15.00 alle 19.00, e sarà tenuto da Vincenzina Andricciola, magistrato ordinario del Tribunale di Benevento, che discuterà un caso sul tema: "Preliminare di vendita con effetti anticipati. Possesso ad usucapionem".

 

 

 

 

comunicato n.136071



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 231127181 / Informativa Privacy