Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 500 volte

Benevento, 17-10-2020 12:39 ____
Dopo i tre casi di positivita' al coronavirus e' la Cestistica Benevento la protagonista della nostra rubrica "Lo sport oltre il Covid-19"
La squadra torna quest'oggi ad allenarsi in vista dell'inizio della prossima stagione. Il direttore generale Bruno Annecchiarico: E' bello essere in campo ma la situazione e' preoccupante
Nostro servizio
  

La seconda ondata di Covid-19, purtroppo, è entrata nel vivo e farne le spese è anche il mondo dello sport.
Tanti sono gli sportivi vittime del coronavirus dai più famosi a quelli meno conosciuti.
Lo sport, però, sta dimostrando, con tutte le proprie forze, di non volersi fermare e di affrontare il nemico per sconfiggerlo.
A Benevento i casi non sono mancati negli ultimi giorni.
La Miwa Energia Cestistica Benevento, protagonista della nostra rubrica "Lo sport oltre il Covid-19", sta facendo i conti con il coronavirus riscontrando nel proprio roster ben tre atleti positivi.
La compagine del presidente Pasquale Zullo a breve inizierà il campionato di Serie C Gold con l'ambizione di riportare nel Sannio la grande pallacanestro ma, in questo momento, con l'emergenza sanitaria che incombe tutto si fa più difficile.
La formazione sannita, però, sta cercando di uscire con tutte le forze da questo periodo per poter farsi trovare pronta per l'inizio della stagione.
A raccontarci come la Cestistica Benevento sta affrontando questa situazione è stato il direttore generale, Bruno Annecchiarico (foto): "Abbiamo avuto tre atleti risultati positivi e fortunatamente tutti e tre asintomatici.
Tutto questo ha portato all'immediata sospensione degli allenamenti che, a quindici giorni dall'inizio del campionato, non è sicuramente una buona notizia.
Fin quando non ti colpisce da vicino, non sei mai preparato e pronto ad affrontare una situazione del genere, ma dopo la paura iniziale ci siamo subito rimboccati tutti le maniche e avviato le procedure da attuare in questi casi.
Abbiamo sottoposto tutti i nostri atleti della prima squadra e dell'Under 20 ai test sierologici che sono risultati fortunatamente tutti negativi e questo ci consente di riprendere da quest'oggi gli allenamenti.
Una buona notizia che consente alla squadra sannita di ripartire ma, al contempo, la preoccupazione di affrontare un intero campionato così è davvero tanta.
"E' una situazione brutta - ha continuato Annecchiarico - perché il nostro è un mondo dilettantistico e svolto con passione.
Quando accadono casi del genere vengono coinvolte le famiglie e il rischio è davvero alto vivendo momenti di grande paura.
Nonostante l'applicazione di tutte le disposizione previste, i distanziamenti, l'utilizzo separato degli spogliatoi, non si riesce a stare completamente tranquilli.
Per noi lo sport e il basket in particolare è un modo per trovare la serenità e invece il Covid lo sta trasformando in un momento di tensione".
Nonostante tutto, la Cestistica sta proseguendo il proprio cammino in vista della prima uscita stagionale prevista per il 25 ottobre quando il quintetto guidato da Alessandro Marzullo affronterà al PalaParente la Sorriso Azzurro Sant'Antimo per la Coppa Campania di Serie C.
"Stiamo andando avanti - ha proseguito Annecchiarico - con tutte le nostre forze, anche se vedo a forte rischio l'inizio del campionato che, come tutti sapete, dovrebbe partire il prossimo 1° novembre con l'esordio in casa contro il Basket Club Irpinia.
I contagi, purtroppo, stanno aumentando specialmente in Campania e questo complica di molto le cose.
Solo il fatto di salire su un pullman per andare in trasferta tutti insieme oggi è davvero inimmaginabile, credo molto onestamente che la Federazione Basket Campania debba pensare di posticipare almeno di un mese l'avvio del torneo.
Tra l'altro, i casi Covid non sono capitati solo a noi ma anche ad altre diverse squadre del territorio regionale".
Insomma, c'è molta preoccupazione in casa Cestistica, ma anche la consapevolezza di essere responsabili e forti per poter superare questo delicato momento.
"I ragazzi - ha concluso - sono dispiaciuti per quanto accaduto perché hanno dovuto interrompere gli allenamenti alla vigilia della stagione che è il momento più importante per affrontare bene il campionato.
Allo stesso tempo, ho visto negli occhi degli atleti tanta voglia di ricominciare e di scendere nuovamente in campo per cominciare finalmente a gareggiare con la speranza di ritrovare un po' di serenità".

comunicato n.135449



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 228553065 / Informativa Privacy