Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1146 volte

Benevento, 09-10-2020 10:33 ____
Accendere delle luci positive sul nostro territorio, soprattutto in questo momento particolarmente difficile, e' assolutamente indispensabile
Le ricadute nel Sannio dell'eccezionale performance di Carlo Mazzone balzato agli onori della cronaca nazionale ed internazionale essendo risultato tra i dieci finalisti dell'edizione 2020 del "Global Teacher Prize"
Nostro servizio
  

L'Istituto Industriale "Bosco Lucarelli", in rappresentanza dell'intera Comunità Scolastica Nazionale, ha organizzato l'evento "Global Teacher Prize Carlo Mazzone", una sorta di momento celebrativo per il proprio docente, Carlo Mazzone (nella foto d'apertura è con alcuni allievi dell'Istituto ed un'insegnante), 55 anni, balzato agli onori della cronaca nazionale ed internazionale essendo risultato tra i dieci finalisti dell'edizione 2020 del "Global".
Mazzone, originario di Beltiglio di Ceppaloni, padre dirigente scolastico, docente di Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione e Informatica, è l'emblema oramai di quel Sannio che riesce a farsi valere anche in campo mondiale con le sue eccellenze.
Prima dell'inizio della manifestazione che lo ha visto protagonista stavolta nel suo Istituto di viale San Lorenzo, tra i suoi allievi e tra i suoi colleghi docenti, ci siamo intrattenuti con lui noi di "Gazzetta" a fare qualche considerazione su questo straordinario evento.
E la prima domanda ovviamente è stata d'obbligo e cioè se si aspettava che il suo lavoro fosse stato così incisivo al punto da sbaragliare tutti e piazzarsi tra i primi dieci insegnanti al mondo, su circa 12mila partecipanti, con possibilità, ancora tutta da giocarsi, di essere addirittura il numero uno.
Ora, gli abbiamo chiesto, ci potranno essere delle ricadute di questa splendida performance anche sulla nostra Benevento?
Mi sento innanzitutto un sannita, ci ha risposto Mazzone, e dunque per me è un orgoglio assoluto poter proseguire in questa direzione.
Le ricadute ritengo ci siano perché accendere delle luci positive sul nostro territorio, soprattutto in questo momento particolarmente difficile, è assolutamente indispensabile.
Guardare con positività al futuro è importante ed io, in tal senso, ci metto tutto il massimo dell'impegno.
Ovviamente, ha proseguito Mazzone, dire che me mi aspettassi questo riconoscimento, è un po' forzato, ma posso assicurare di averci ho lavorato con impegno e passione affinché ciò avvenisse.
In verità l'importante per me era già l'averci provato.
Intorno a questa sua eccezionale prestazione, abbiamo ancora chiesto a Mazzone, nascerà un qualcosa che possa mettere solidi radici per il futuro? Magari un gruppo di lavoro, un osservatorio, un laboratorio...
Questi tipi di risultati, ci ha risposto il docente, non si ottengono mai da soli ma sono sempre frutto di un lavoro di gruppo. Io poi aggiungo che non credo nell'uomo solo al comando.
Per quanto riguarda il futuro le posso dire che si stanno muovendo una serie di situazioni anche importanti.
Lunedì sono stato invitato ad una prima call di allineamento con il responsabile di JA America per programmare un mio intervento la prossima settimana al seminario internazionale della più grande organizzazione al mondo della imprenditorialità nella scuola.
Come sannita, poter poter partecipare ad un palcoscenico tanto prestigioso ed avere la possibilità di partecipare lì dove si cercherà di determinare politiche internazionali per la scuola, porterà dei benefici anche per noi anche se io sono già contento per la luce di positività che si è accesa sui nostri territori.
Un'ultima domanda, più frivola: I suoi allievi sono un po' gelosi dell'attenzione che in tanti ora rivolgono al loro professore? La stanno proteggendo dall'invadenza, la stanno coccolando?
Ho un rapporto con i miei alunni veramente fantastico, ci ha risposto Mazzone.
Ho sempre respirato l'aria della docenza nell'ambito della mia famiglia, da mio padre dirigente scolastico a mia madre insegnante elementare, a mia sorella, la scuola per me è tutto ed abbraccio e credo nel motto della Varkey che dice che "I docenti valgono" perché l’insegnamento di qualità è diritto di ogni studente.
In tutto il mondo i bambini devono avere un insegnante e che sia di valore.
Al termine di questa chiacchierata Mazzone ha voluto ringraziare tutti quelli che stanno dimostrando un affetto, una vicinanza ed una empatia verso di lui oltre che un sostegno straordinario.
Da soli, non si va da nessuna parte.
Mi permetta, infine, di ringraziare, tramite "Gazzetta di Benevento", tutti gli organi di informazione che stanno dimostrando attenzione al mondo scolastico e quindi al mondo dell'educazione che è il pilastro assoluto del nostro futuro.
Senza l'educazione non si va da nessuna parte. E' essa stessa il nostro futuro.

 

 

 

comunicato n.135244



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 228557127 / Informativa Privacy