Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 173 volte

Benevento, 14-09-2020 19:26 ____
Mario Pasquariello risponde a Civico 22 ed a chi immagina una "rivoluzione beneventana" fondata sulle falsita' e le strumentali illazioni
Le scuole a Benevento, come in tutti gli altri Comuni della Regione, apriranno il 24 ma eravamo pronti anche se la data fosse stata quella del 14 settembre
Redazione
  

Mario Pasquariello, assessore ai Lavori Pubblici, replica a Civico 22 sugli attacchi ricevuti dall'Amministrazione comunale sulla questione della ripertura delle scuole in città.
"Il comunicato di Civico 22 - scrive - richiede delle precisazioni volte ad evidenziare la falsità e la strumentalità di certe affermazioni.
Le scuole a Benevento, come in tutti gli altri Comuni della Regione, apriranno il 24 settembre in quanto ciò è stato, opportunamente (considerato il caos causato dal Governo in materia), deciso dal presidente della Regione Campania, a tanto competente.
In ogni caso, il Comune di Benevento, per quel che attiene i lavori di adeguamento degli spazi scolastici (per i quali il Ministero ha destinato la somma di 310.000 euro), sarebbe stato pronto anche se l'apertura fosse stata confermata al 14 settembre.
Tanto è stato formalmente comunicato al dirigente scolastico provinciale (in una riunione tenutasi a Palazzo Mosti) e al dirigente scolastico regionale (dallo scrivente, personalmente, a mezzo telefono).
Invero, aldilà delle trite e ritrite stucchevoli illazioni, condite da inesattezze e sciocchezze varie, nel mese di luglio i tecnici del Comune si sono confrontati con i dirigenti scolastici e con i loro referenti tecnici per valutare le diverse esigenze ed il 21 luglio scorso la Giunta comunale ha approvato le schede progettuali relative agli interventi di adeguamento ed adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche rivelatisi necessari, per nove edifici scolastici, in conseguenza dell'emergenza sanitaria da Covid-19.
Tali schede progettuali, sono state poi inserite nel portale del Miur dedicato a tale misura e solo dopo ferragosto (peraltro dopo un formale sollecito) è arrivata la risposta del Ministero che consentiva di procedere all'affidamento dei lavori.
Immediatamente l'Ufficio Lavori Pubblici ha affidato i lavori a nove ditte diverse (per lavorare contemporaneamente in tutti gli edifici scolastici interessati ed accorciare, così, i tempi. Come, d’altronde, aveva chiesto il dirigente scolastico provinciale) utilizzando la normativa vigente (per applicare la quale, fortunatamente, ai solerti funzionari comunali non serve il suggerimento di luminari del diritto…).
Le ditte incaricate si sono, dunque, messe al lavoro per realizzare gli interventi previsti nei tempi previsti.
Per opportuna conoscenza degli amici di Civico 22, che ignorano (volutamente?) molte cose, è doveroso precisare che non risponde al vero che il Comune di Benevento non ha partecipato al bando ministeriale per la rilevazione dei fabbisogni degli enti competenti sull'edilizia scolastica per l'avvio dell'anno scolastico.
Infatti l’Ente guidato dall’Amministrazione Mastella ha partecipato al detto bando chiedendo al Ministero la somma complessiva di 210.000 euro utile per l'eventuale affitto di Palazzo Bosco Lucarelli in via Bartolomeo Camerario (di proprietà del Conservatorio, ente con il quale è già in essere un'interlocuzione in merito, pronto ad essere utilizzato come edificio scolastico) e/o di altri spazi temporanei nella malaugurata ipotesi che dovessero verificarsi emergenze in merito all'edilizia scolastica.
Tanto si doveva ad onor del vero ed in risposta a chi immagina una "rivoluzione beneventana" fondata sulle falsità e le strumentali illazioni".

comunicato n.134608



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 226686924 / Informativa Privacy