Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1034 volte

Benevento, 27-06-2020 10:03 ____
La nostra rubrica "Lo sport ai tempi del coronavirus" approda nel mondo del nuoto. Abbiamo incontrato la campionessa sannita Stefania Pirozzi
Ci ha raccontato come ha trascorso il periodo di lockdown ma anche quali sono i suoi progetti per il futuro. Sogno la terza Olimpiade e una medaglia individuale negli Europei e nei Mondiali
Nostro servizio
  

La nostra rubrica "Lo sport ai tempi del coronavirus" approda nell'affascinante mondo del nuoto.
Una disciplina che ha avuto molti problemi con la pandemia.
Il non poter avere nessun contatto con l'acqua ha costretto i nuotatori a svolgere solo un allenamento atletico, per quanto possibile, perdendo completamente la confidenza con il proprio habitat naturale.
A raccontarci l'esperienza di come un nuotatore ha vissuto l'emergenza sanitaria è la stella sannita Stefania Pirozzi.
La campionessa di Apollosa ha ripercorso i periodi vissuti lontano dalla propria passione raccontandoci come ha vissuto la quarantena forzata.
"E' stata - ci ha raccontato - un'esperienza molto dura per me che amo la libertà e che all'improvviso mi è stata sottratta.
I nostri professori sostengono che ogni giorno di allenamento mancato equivale ad una settimana di stop, per questo ho ripreso con intensità cercando di recuperare il tempo perduto.
Durante il lockdown ho lavorato molto sulla parte atletica facendo ginnastica e praticando esercizi di yoga, poi appena è stato possibile sono andata da una mia amica che ha la fortuna di avere una piscina in casa e così ho ricominciato a prendere confidenza con l'acqua".
Il Covid-19 ha rinviato di un anno la possibilità per Stefania Pirozzi di partecipare alla sua terza olimpiade: "Non è stato semplice incassare la notizia del posticipo delle Olimpiadi, perché avevo già programmato tutta la mia vita sportiva e non solo per raggiungere Tokyo, poi con calma ho metabolizzato il colpo e ho pensato che, avendo un anno in più a disposizione, posso prepararmi ancora meglio per questo importante appuntamento".
Ad agosto, precisamente dal 12 al 14, ci sarà la prima competizione post Covid, stiamo parlando del Trofeo 7 Colli che servirà come test per verificare le condizioni della nuotatrice sannita dopo la lunga pausa: "Ho ripreso ad allenarmi a Trieste al centro federale con Federica Pellegrini e le altre compagne della nazionale in vista del torneo di Roma che costituirà una prova importante per vedere come il corpo reagisce dopo tanto tempo fuori dall'acqua".
Appena è stato possibile, Pirozzi ha fatto ritorno nella sua terra natia dove ha trascorso qualche giorno insieme alla sua famiglia: "Due settimane fa sono stata ad Apollosa ed è stata una sensazione meravigliosa ritornare nella mia terra dopo tanto tempo.
Sono molto legata alle mie origini e anche per questo voglio continuare il mio percorso sportivo con l'obiettivo di raggiungere traguardi ambiziosi anche per regalare una grande soddisfazione al mio Sannio".
Come a ognuno di noi l'esperienza della pandemia ha lasciato sicuramente qualcosa che ci porteremo dietro per molto tempo, per Pirozzi la quarantena forzata ha fatto scoprire aspetti che spesso sottovalutiamo: "Abbiamo apprezzato il vero significato della parola libertà. Davamo ormai tutto per scontato e l'emergenza sanitaria ci ha fatto tornare con i piedi a terra scoprendo anche importanti lati positivi.
Abbiamo avuto la possibilità di godere la vera essenza della natura respirando un'aria più pulita.
Per questo sarebbe bello, non dico per due mesi, ma almeno per un paio di settimane fermare il tram tram quotidiano e riappropriarci delle bellezze naturali".
Dopo la pandemia il futuro del nuoto sarà tutto da scrivere: "A mio avviso ci sarà una forte selezione delle società soprattutto dal punto di vista economico vista la grave crisi che sta colpendo il nostro paese.
In più, tanti nuotatori hanno anche perso la condizione giusta e sono stati devastati da questo lungo periodo di pausa.
Quindi davvero il futuro del nuoto sarà tutto da decifrare, ma sicuramente non mancherà la voglia di continuare a far crescere questo sport da parte di chi lo pratica da anni".
Chiudiamo l'incontro “virtuale” con la campionessa sannita chiedendo il suo sogno nel cassetto: "Ne ho più di uno. Sogno una medaglia individuale a livello europeo, una a livello mondiale e ottenere la terza partecipazione alle Olimpiadi.
Sarebbe davvero fantastico!"
I sogni son desideri...

 

 

comunicato n.132784



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 220899870 / Informativa Privacy