Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1041 volte

Benevento, 21-05-2020 18:37 ____
La riforma dell'eccesso colposo di legittima difesa discussa alla seduta di laurea di Giurisprudenza Unisannio da un allievo collegato da Londra
E' stata voluta dal governo gialloverde ma e' stata biasimata con giudizio quasi unanime da parte della dottrina, ha commentato il docente di Diritto Penale, Flavio Argiro'. Ernesto Fabiani ha presieduto la commissione d'esame
Nostro servizio
  

Ancora una seduta di laurea in remoto si è tenuta nel primo pomeriggio al Corso di Laurea Magistrrale in Giurisprudenza all'Università degli Studi del Sannio.
La seduta è stata presieduta da Ernesto Fabiani, docente di Diritto Processuale Civile e già presidente di questo Corso di laurea.
Con lui, hanno composto la Commissione i docenti: Felice Casucci, Francesca Carimini, Nicola Di Modugno, Flavio Argirò, Vincenzo Casamassima ed Ennio Cavuoto.
La prima ad essere esaminata è stata Luisa Del Sorbo che ha discusso la sua tesi in Giustizia Amministrativa, relatore Nicola Di Modugno.
In assenza del relatore, il presidente Fabiani ha letto lo scritto di presentazione del lavoro fatto dalla candidata giuntogli da Di Modugno, il quale ha sottolineato che la tesi è ripartita in quattro capitoli e contempla, nei primi due, notizie a carattere storiografico, con particolare riguardo anche al contenzioso napoletano e piemontese, e gli altri due capitoli dedicati al diritto positivo.
Nel penultimo di questi quattro capitoli si parla della revocatoria per dolo del giudice, argomento mai sin qui trattato dalla dottrina amministrativa dando quindi originalità alla tesi.
Il secondio candidato è stato Sergio Iannazzone con una tesi in Diritto Penale sull'eccesso colposo di legittima difesa.
Iannazzone ha trattato la sua tesi di laurea da Londra dove si trovava al momento della discussione.
L'articolo 55 del Codice Penale, ha detto Argirò nel presentare il lavoro del candidato, è stato oggetto di riforme da parte del Parlamento su proposta del governo gialloverde, una riforma tutto sommato biasimabile, ha detto il docente, secondo il giudizio quasi unanime espresso dalla dottrina.
Sarebbe stato opportuno estendere a questo punto la modifica a qualsiasi scriminante.
Non si capisce, infatti, perché sia stata fatta questa eccezione solo per la legittima difesa.
Argirò ha quindi ringraziato la dottoressa Serena Ucci, sua assistente, che ha materialmente seguito il candidato nella predisposizione della tesi di laurea.
L'ultima candidata, infine, Filomena Napolitano, ha detto il presidente Ernesto Fabiani, non ha dato il consenso alla trasmissione della sua relazione in streaming e quindi il docente ha dovuto chiedere che il collegamento venisse disattivato e così è stato fatto.

 

 

comunicato n.131933



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 226521307 / Informativa Privacy