Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 4346 volte

Benevento, 18-05-2020 10:09 ____
Lo Stato svizzero non ha dimenticato nessun lavoratore. Tutti hanno percepito quello stipendio che le aziende non hanno potuto corrispondere
Della sua nuova citta', Ginevra, ai tempi del coronavirus, ce ne parla Vera Cilento, ricercatrice con laurea Unisannio, nel piu' grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle. Il suo papa' era Giorgio, ingegnere ed amministratore comunale
di Enza Nunziato
  

Parlare di Ginevra significa andare con il pensiero al Cern, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle.
Volando con le nostre fantasie di non addetti ai lavori, arriviamo al Bosone di Higgs, una particella molto speciale, così diversa dalle altre che è stata definita la "particella di Dio".
Stupefacente e sorprendente... ma per ritornare alla quotidiana "normalità" del funzionamento del Cern diretto dalla fisica italiana Fabiola Giannotti, vogliamo evidenziare che questo meraviglioso e imperscrutabile mondo scientifico pullula letteralmente di giovani ricercatori.
Una comunità di circa 10mila persone.
Tra questi giovani studiosi, anche una nostra concittadina Vera Cilento (foto), laureata in Ingegneria Energetica all'Università del Sannio.
Il suo papà era Giorgio Cilento, ingegnere ed amministratore comunale, morto giovanissimo.
Dopo aver frequentato l'Ateneo cittadino con profitto, ha scelto di iniziare a scrivere il suo futuro professionale e umano lontano dalla sua Benevento.
La destinazione è stata proprio Ginevra, una città molto raffinata, attiva non soltanto da un punto di vista commerciale, bancario e industriale, ma anche intellettuale e universitario.
"Durante il momento peggiore della diffusione da Covid-19 - ci ha raccontato - da noi non vi è stato un vero e proprio lockdown come quello vissuto dall'Italia.
Una rigidità che ho seguito da lontano con un pizzico di apprensione, parlando ogni giorno con mia madre.
A Ginevra anche i ristoranti, i bar, le pizzerie, benché fossero chiusi, l'asporto è stato sempre possibile".
Naturalmente la sensazione che tutto all'improvviso si fosse fermato sia pure nella continuità della vita, è stata forte e tangibile.
"Come tante altre persone posso lavorare da casa in smart working.
Una cosa che mi piace sottolineare, è che lo Stato svizzero non ha dimenticato nessun lavoratore.
Tutti hanno percepito quello stipendio che le aziende, vista la temporanea chiusura, non hanno potuto corrispondere".
Vera Cilento si occupa del progetto Compact Linear Collider (Clic) un impegno rilevante legato al suo dottorato di ricerca in fisica degli acceleratori all'Università Paris Sud e al Cern.
Certo, ha spiegato la ricercatrice, Benevento è sempre nel mio cuore, ma Ginevra è la mia città d'elezione, dove sono riuscita a incontrare tanti amici che mi hanno permesso e mi permettono ogni giorno di sorridere al tempo della vita, tra una prelibatezza italiana e uno sguardo al futuro.
Un abbraccio a tutti i miei concittadini.

comunicato n.131838



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 217847807 / Informativa Privacy