Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 3903 volte

Benevento, 13-05-2020 17:35 ____
Decisione a breve per la nomina dell'arcivescovo di Napoli. E' una corsa a due tra monsignor Accrocca e monsignor Battaglia
Sembrerebbe piu' accreditata la nomina del vescovo di Cerreto Sannita. Se cosi' fosse si andrebbe anche ad un accorpamento con l'Arcidiocesi di Benevento, dell'antica cattedra titernina che e' gia' con quella di Sant'Agata dei Goti
Nostro servizio
  

Sembrerebbe essere una corsa a due oramai quella che dovrebbe condurre a ricoprire l'incarico di arcivescovo di Napoli.
I nomi più ricorrenti sono quelli di entrambi i vescovi del nostro territorio: Monsignor Felice Accrocca, arcivescovo di Benevento, già altre volte da noi citato tra le ipotesi di conferimento di questo incarico, che è direttamente di provenienza papale, e quello di monsignor Mimmo Battaglia, vescovo di Cerreto Sannita (entrambi nella foto con monsignor Accrocca a destra).
Negli ultimi giorni, appare più accreditato il nome di monsignor Battaglia anche per i suoi trascorsi maggiormente incisivi nell'ambito sociale essendo stato alla guida anche di sodalizi che hanno riservato grande attenzione alla problematica della tossicodipendenza.
Comunque sia, la corsa è aperta e non è escluso affatto che papa Francesco poi possa decidere addirittura in maniera completamente diversa.
Se dovesse scegliere fra i nostri due vescovi, apparirebbe anche dato per certo, ma sono ancora solo voci, che ci sarebbe l'accorpamento della Diocesi di Cerreto a quella di Benevento, che terminerebbe così il suo lungo e centenario cammino, che andrebbe così ad essere guidata da un solo pastore, quello a capo dell'Arcidiocesi.
Non occorrerà, infine, che per essere nominato arcivescovo di Napoli si debba essere prima eletto cardinale. Non più. Basta la carica di vescovo.
La porpora cardinalizia, però, sembrerebbe non essere negata successivamente a monsignor Accrocca.
Insomma, questo lo scenario che è però ancora tutto da definire.
Molto tempo non c'è però perché l'incarico al cardinale Crescenzio Sepe è stato già prorogato una volta ed è in scadenza a fine luglio.
Forse entro quella data, dunque a brevissimo, la decisione del papa che, ci dicono, sarebbe stata già presa se non ci fosse stata la vicenda della pandemia che ha un po' sconvolto anche queste procedure per certi versi amministrative ed organizzative della Chiesa.

comunicato n.131730



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 217847650 / Informativa Privacy