Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1781 volte

Benevento, 11-05-2020 17:20 ____
Tra il fruscio dei passi, da un silenzio di lacrime viene fuori un urlo che richiama l'attenzione: Dateci l'Universita'. La intitoleremo a Delcogliano
Cosi' scrisse Enrico Marra su "Il Mattino" di 38 anni fa mentre lungo corso Garibaldi si snodava il corteo funebre con le bare di Raffaele Delcogliano ed Aldo Iermano. Quella invocazione saremmo ancora in tempo a concretizzarla
Nostro servizio
  

La ricerca della data di un evento, ci ha condotti alla consultazione del quotidiano "Il Mattino" del 30 aprile del 1982.
Esso appartiene alla fornita Emeroteca di "Gazzetta di Benevento".
Quello è il giorno in cui viene descritto un dramma, quello dei funerali di Raffaele Delcogliano ed Aldo Iermano, trucidati dalle Brigate Rosse in via Marina a Napoli, il precedente 27 aprile.
I funerali si sono svolti il giorno 29 ed il 30 aprile il giornale dedica una pagina speciale al tragico evento curata da giornalisti nazionali ed una locale i cui articoli sono di Enrico Marra e di Gigi Marzullo, il noto conduttore televisivo che all'epoca svolgeva la sua professione di giornalista a "Il Mattino" di Benevento.
Sono racconti che oramai appartengono alla storia visto che da qual momento sono passati quasi 40 anni, 38 per essere precisi.
Sono episodi che le nuove generazioni, ma addirittura quelle dei quasi quarantenni, non conoscono nemmeno ed in tanti non sanno finanche chi sia questo Raffaele Delcogliano di cui ogni tanto si sente parlare.
Chi sono Delcogliano e Iermano?
Due martiri, tutto qui. Due martiti della nostra nazione caduti sotto il fuoco di una commistione tra camorra e brigatismo perché Delcogliano, assessore al Lavoro della Regione Campania, si mise di traverso a quei corsi professionali che altro non facevano che dare stipendi ad uomini della camorra che tutto facevano tranne che seguire i corsi professionali.
Siamo stati ovviamente attratti non solo dalla foto (nel nostro archivio storico ne teniamo veramente un quantità eccezionale di foto che riguardano Raffaele Delcogliano, foto quasi tutte di Giuseppe Bonetti) ma anche dal fracconto dell'epoca fatto dai nostri colleghi.
E così ci siamo messi a leggerli quei due lunghi articoli.
In uno di essi, quello scritto da Enrico Marra è scritto che: Quando il lungo corteo si snoda, preceduto dalle due bare (nella foto ndr), per il strada principale della città (corso Garibaldi ndr), non sono le frasi rituali a salutare le spoglie dei caduti.
Nessuno slogan di maniera. Tra il fruscio dei passi, da un silenzio di lacrime, viene fuori un urlo che richiama l'attenzione: "Dateci l'Università. La intitoleremo a Delcogliano."
Onorare i morti con risposte concrete, con impegni assunti e da rispettare è il modo migliore oper contrastare il terrorismo.
Questo scrisse Marra 38 anni fa. Questo chiedeva la gente tanti anni fa.
Siamo consapevoli di essere fuori del tempo e che c'è bisogno, molto spesso, della emotività, che in questo caso non c'è più, spingere ad intitolare un qualcosa ad un qualcuno.
Qui si tratterebbe di intitolare la nostra Università a Raffaele Delcogliano, una Istituzione di altissimo valore culturale per la nostra città che ottenne l'autonomia da Salerno, ben 22 anni fa.
Da allora nessuno ha pensato a darle un nome.
Potrebbe essere questa l'occasione giusta per pensare di intitolarla ad un giurista, figlio e nipote di giuristi, ma soprattutto ad un figlio di questa terra che tanto si spese per affrancarla, la sua terra, dall'ignavia e dall'isolamento cui era stata condannata.
Università degli Studi del Sannio "Raffaele Delcogliano", non suona affatto male.
(Nella prima foto in basso Arcangelo Lobianco, presidente nazionale della Coldiretti, è inginocchiato accanto alla salma di Delcogliano. Alla sua destra, Roberto Costanzo ed un po' più a sinistra Antonio Delcogliano, fratello di Raffaele. Sul lato opposto alla bara è inginocchiata Erminia Delcogliano, sorella di Raffaele. Sullo sfondo Cosimo Colavolpe, Italo Palumbo, Antonio Barone e Mimmo Bozzi).
(Nella seconda foto, a destra, è Marina Mercurio, giovanissima moglie di Raffaele ed al lato opposto ancora Erminia Delcogliano e Teresa Delcogliano, mamma di Raffaele).

 

comunicato n.131680



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 217278396 / Informativa Privacy