Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2962 volte

Benevento, 24-03-2020 13:28 ____
Pina Peda', consigliere comunale a Palazzo Mosti, lancia l'allarme: I coordinatori degli infermieri vanno messi subito tutti in quarantena
Tra i positivi del personale sanitario ce ne erano tre di loro che hanno operato con i loro colleghi e per la loro funzione girano ovunque. E se ci sono portatori sani? Perche' non sono stati fatti i tamponi di verifica?
Nostro servizio
  

Sulla vicenda del personale sanitario interviene con delle sue considerazioni, molto severe, il consigliere comunale Pina Pedà (foto), a conoscenza dei fatti.
La problematica è quella del personale sanitario dell'Ospedale "Rummo" che ha contratto il coronavirus, personale che rappresenta il 50% di tutti i positivi nella nostra provincia, ci ha detto Pedà.
Tra questi sanitari risultati positivi, è importante specificare che ci sono tre coordinatori di reparto, gli ex caposala e di Dipartimento.
Non si deve parlare, dunque, genericamente di infermieri.
Questi coordinatori sono stati in tutti i reparti fino a pochi giorni fa, hanno fatto riunioni per coordinare, appunto, il personale infermieristico a loro affidato.
Se questi coordinatori hanno fatto riunioni assieme agli altri, è lecito pensare che tra di loro vi possano essere anche dei portatori sani che si trovano tra gli altri colleghi.
Che ci vuole a capire che questi coordinatori vanno isolati?
Si può fare loro immediatamente il tampone di verifica?
Mi domando, ha proseguito il consigliere comunale Pedà: Tutto questo non è stato fatto perché c'è carenza di personale o per cosa?
Il sindaco che rappresenta la maggiore espressione sanitaria, ha fatto il pavone nei cortili uscendo con la macchina, con le bandierine, e per cosa?
Lui deve stare nella cabina di regia mentre il controllo delle persone tocca alle forze dell'ordine non a lui che forse aveva bisogno di farsi notare.
Relativamente poi alle mascherine esse sono uno straccio.
Quali i consulenti che hanno scelto quel brevetto? La verità è che non dovevano proprio arrivare ai sanitari.
E' molto strano che nessuno fermi tutto questo.
Ripeto, ha concluso il consigliere comunale Pina Pedà: I coordinatori devono essere messi tutti in quarantena, immediatamente.

Il consigliere comunale Pina Pedà ci ha inviato una sua nuova dichiarazione che integra e chiarisce meglio il suo pensiero su quanto dettoci in precedenza.
Il giornale, ovviamente, non è smentito in nulla rispetto a quanto riportato innanzi.
Accoglie però, e non c'è alcun motivo per non farlo, la integrazione del consigliere Pedà.
"Benevento - scrive - oggi fortunatamente è una citta bianca per l'infezione da Covid-19 con numeri irrisori rispetto al resto d'Italia.
Sicuramente saranno molte le concause ma un merito va dato anche alla nostra Azienda Sanitaria Locale ed Ospedaliera "San Pio-Gaetano Rummo" che sta operando offrendo come sempre un ottimo livello assistenziale.
Spogliandomi della veste di dipendente dell'Azienda Ospedaliera "San Pio" e ricoprendo la carica di consigliere comunale mi sono fatta portavoce delle preoccupazioni di quanti mi hanno contattato invitandomi a far luce sullo stato dei coordinatori.
Il mio intervento, connotato dalla troppa enfasi, voleva solo accelerare i chiarimenti di quanto denunciatomi, per ridare quella serenità in molti, minata dalla paura del Covid-19.
Colgo l'occasione per ringraziare anche il primo cittadino Clemente Mastella per il lavoro quotidianamente svolto nell'unico interesse per i suoi concittadini sebbene non condividendone sempre i modi".

comunicato n.130248



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 226600396 / Informativa Privacy