Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2794 volte

Benevento, 22-03-2020 18:32 ____
La storia ci racconta che, prima d'ora, solo il diluvio universale di biblica memoria aveva avuto una dimensione planetaria pari al coronavirus
Immaginiamo che ne potrebbe essere di una piccola area come quella che fa capo a Benevento, visto che questa citta' oggi si e' anch'essa chiusa nelle sue mura: Una enclave come ai tempi dello Stato Pontificio...
di Roberto Costanzo
  

Questi arresti domiciliari, in cui ci ha confinato il coronavirus, quantomeno ci possono stimolare ad aumentare le nostre abituali letture quotidiane.
Possiamo ritrovare interesse per argomenti di natura storica che avevamo un po' trascurato.
La storia ci racconta che, prima d'ora, solo il diluvio universale, di biblica memoria, aveva avuto una dimensione planetaria pari all'attuale coronavirus, che sta imponendo un costo di vite umane, non lieve ma certamente non paragonabile né al diluvio universale né alle tante guerre che hanno sconvolto varie parti del mondo negli ultimi secoli.
Spesso i popoli si sono difesi dalle invasioni epidemiche e belliche trincerandosi in muri artificiali. Forse se ne è servita anche Benevento all'epoca in cui è rimasta chiusa per otto secoli dentro le mura pontificie.
I muri... In questi giorni sto appunto leggendo un bellissimo libro dal titolo "I Muri", di David Frye.
Lo consiglio agli appassionati di libri di storia.
Ho appena riaperto un altro volume di grande interesse, autore Charles Mann, 600 pagine, dal titolo "1493... come Colombo ha creato il mondo in cui viviamo".
Un libro che, tra l'altro, tratta delle terribili epidemie che dall'Europa furono portate oltreoceano e di quelle che dalle Americhe arrivarono in Europa.
Un costo umano pagato dai nativi americani e dalla gente residente nei paesi di origine dei colonizzatori. Le scoperte e le conquiste non avvengono mai senza costi umani. Purtroppo.
Un altro libro mi è sembrato particolarmente interessante: il romanzo di Alessandro Luciano, dal titolo "Gli ultimi giorni del comandante Plinio".
Se oggi visitiamo gli scavi di Pompei ci facciamo un'idea di una delle più tragiche calamità di venti secoli anni fa.
Però in quel caso, come in altre tragedie umane, ne rimase colpita solo una circoscritta area geografica, similmente a quanto è avvenuto con molti tragici eventi bellici, geologici e umani degli ultimi secoli.
Tra questi la famosa "febbre spagnola" di un secolo fa...
L'attuale pandemia, invece, non conosce confini geografici: questo potrebbe costituire un dato positivo rispetto al passato, perchè certamente non ci sarebbero, come in ogni dopoguerra, i vinti ed i vincitori.
Saremo tutti vinti da rialzarci e riprenderci; e c'è da sperare che ci sentiremo finalmente più uniti, più partner e meno controparte. Soprattutto in Europa.
La storia ci suggerisce di rivedere gli attuali modelli di insediamenti umani e produttivi: come si spiega che proprio nella Lombardia, sovraffollata di persone e stabilimenti, vi sia stata l'esplosione e la massima espansione del virus?
Cerchiamo, infine, d'immaginare che ne potrebbe essere di una piccola area come quella che fa capo a Benevento, visto che questa città oggi si è anch'essa chiusa nelle sue mura: una enclave come ai tempi dello Stato Pontificio.
Città-enclave: se ne parla con particolare significato storico e politico nel recente libro dal titolo "Novella Atene o piccolo borgo", scritto da uno storico della filosofia, Antonio Gisondi.
Un libro che tratta della filosofia della città-enclave, che avrebbe in qualche modo ispirato i comportamenti di tutta la classe politica beneventana, dal Risorgimento al secondo dopoguerra.
Appena sarà chiusa questa emergenza sanitaria dovremo studiare e commentare il libro di Gisondi, che analizza non tanto la storia della città quanto il modo di pensare e di essere della sua classe politica.
La quale non è ancora riuscita a scegliere tra una novella Atene e un piccolo borgo...
Lo stesso dilemma potrebbe turbarci domani, quando dovremo misurarci con le nuove realtà e chances territoriali e istituzionali di una città che non potendo essere una novella Atene, ancorchè ricca di storia, sappia almeno essere un'entità diversa da un piccolo borgo.

comunicato n.130199



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 212625686 / Informativa Privacy