Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 923 volte

Benevento, 18-03-2020 19:35 ____
Arturo Mongillo chiede al presidente De Luca di chiudere i call center per tutto il periodo dell'emergenza: Non se ne puo' piu'
La gente e' in casa e quindi aumentano le telefonate anche in orari impossibili. Ma ad ogni squillo, di questi tempi, il cuore batte forte se si pensa magari al figlio, al familiare lontano e che potrebbe comunicare anche notizie non liete ed invece
Nostro servizio
  

Arturo Mongillo (foto), avvocato, già sindaco di Sant'Agata dei Goti e non solo, ha chiesto un ulteriore intervento al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.
Mongillo si riferisce alle continue telefonate, nel corso della giornata, da parte dei call center.
E' una cosa terribile, ha scritto Mongillo a De Luca, perché evidentemente calcolando il fatto che la gente è in casa per via delle prescrizioni imposte per limitare il contagio da coronavirus, non si contano più, in qualsiasi ora del giorno, anche e soprattutto ad ora di pranzo o del riposo pomeridiano, telefonate non gradite.
Si tenga anche conto, ha scritto Mongillo, che lo squillo del telefono, di questi tempi, corrisponde anche ad un momento di ansia e di stress perché si pensa magari al figlio, al familiare lontano e che potrebbe comunicare anche notizie non liete.
Invece, dall'altro capo del telefono ti chiedono semplicemente di poter vendere un servizio oppure un oggetto.
Non se ne può più e quindi Mongillo ha chiesto a De Luca di ordinare il fermo di queste telefonate per tutto il periodo dell'emergenza.

comunicato n.130059



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 212551485 / Informativa Privacy