Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 207 volte

Benevento, 11-01-2020 11:45 ____
Ora e' guerra anche tra l'Ato Rifiuti e la Samte. Nelle motivazioni dei licenziamenti solo motivazioni fantasiose
Il presidente Pasquale Iacovella sottolinea che si sta costruendo un percorso per chiudere il ciclo dei rifiuti ed accusa la Provincia di ritardi che non consentono alla Regione di erogare i contributi
Redazione
  

Si è riunito nuovamente il consiglio dell'Eda e vi è stata la presa d'atto del verbale della riunione dell’8 gennaio scorso dove sono stati affrontati le criticità relative allo Stir di Casalduni alla discarica di Sant'Arcangelo Trimonte e la situazione lavorativa dei dipendenti Samte.
Inoltre, è stato dato mandato al direttore generale per la predisposizione dello Studio di Fattibilità Tecnica ed Economica per il piano d’Ambito.
"Si è discusso - spiega  in una nota il presidente, Pasquale Iacovella (foto) - delle motivazioni fantasiose addotte dalla Samte in relazione ai licenziamenti:
Il ritardo ormai cronico nell'applicazione della legge regionale ha reso inelluttabile la conclusione di tale procedimento, come non si intravedono modalità e tempi affinché l'Ente d’Ambito adotti i procedimenti programmatici che la legge gli ha affidato.
Ritenendo del tutto strumentali le motivazioni inserite nel testo della lettera di licenziamento, si invita la Samte a porre in essere tutte le progettazioni necessarie per mettere la Regione Campania nelle condizioni di poter elargire i finanziamenti in attesa.
E' opportuno specificare che l'Ato sta costruendo un percorso per chiudere il ciclo dei rifiuti in provincia di Benevento e nel frattempo la legge mantiene in capo a Provincia e Comuni le rispettive competenze, pertanto sicuramente non è per colpa dell'Ato se sono stati prodotti debiti da parte di Samte.
Si accusa l'Ato di essere poco più che un fantasma, ma Samte brancola nel buio da anni.
E' singolare come solo quindici giorni fa, Provincia e Samte volessero passare tutto all'Ato, tranne convocare conferenze stampe ad Avellino e voler decidere le sorti del ciclo rifiuti con accordi trasversali senza avvisare nessuno.
L'Ato, contro tutti e tutto è un organismo vivo che ha elemosinato sedi ovunque, che lavora e ha raggiunto gli altri Enti d'Ambito.
Abbiamo chiesto un incontro urgente al presidente della Provincia per mettere fine a cronici ritardi e consentire alla Regione Campania di erogare i contributi già stanziati e quelli ulteriormente richiesti sui quali c'è massima disponibilità da parte della Regione stessa.
L'Ente d'Ambito è costituito da consiglieri che hanno a cuore le sorti del territorio e dei lavoratori tutti".

comunicato n.128331



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 206681791 / Informativa Privacy