Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1993 volte

Benevento, 01-12-2019 20:03 ____
Raduno di "Sardine" anche a Benevento. La retorica dell'odio populista non puo' averla vinta su questa piazza e su questa gente e' stato detto
Uno dei giovani intervenuti ha detto che l'ultima volta che ha pianto e' stato al voto europeo. Nel mio paesello di 1.500 persone, il primo partito e' stata la Lega. La prossima sveglia saranno le elezioni regionali
Nostro servizio
  

Le "sardine" si sono adunate anche a Benevento.
Non c'è stata una grande partecipazione. E' stata stimata dalle Forze di polizia una presenza di circa 300 persone.
Tra queste anche molti volti noti della sinistra e del Pd.
C'è chi, come Mena Laudati, già sindaco di Arpaise, ha rilasciato interviste ai mezzi d'informazione spiegando i motivi della riunione.
Gesti questi che, a quanto ci è stato riferito da altri personaggi storici della sinistra sannita che si sono tenuti distanti dalla manifestazione proprio per non far perdere ad essa il carattere della "genuinità", elemento principe di una probabile ed auspicata, futura utilità politica del gesto, non sono stati graditi da molti.
La cronaca della serata ha visto la partecipazione di più persone che hanno preso la parola per manifestare il loro pensiero.
La gente, è stato detto, si è resa conto che la retorica dell'odio populista non può averla vinta su questa piazza e su questa gente una piazza che è di tutti noi e che è disponibile ad ascoltare chiunque voglia prendere la parola, è stato detto.
Siamo tutti protagonisti.
Un nonno, con il piccolo nipotino portato con sé, ha detto: Sono qui per Stefano è per tutti i bambini d'Italia.
Manuele ha invece ha sottolineato come l'ultima volta che ha pianto è stato all'ultimo voto europeo.
Nel mio paesello di 1.500 persone, il primo partito è stata la Lega. La futura sveglia saranno le elezioni regionali del prossimo anno. Dobbiamo riprenderci le piazze, ha concluso Manuele.
Emi ha usato un linguaggio molto più deciso ed ha detto di frequentare tanti giovani e la situazione beneventana è piena di fascisti, di sessisti, di omofobi che fanno ancora il saluto fascista e con le Forze dell'ordine che badano invece alla vendita delle bibite in bottiglia.
Ci devono tutelare. Denunciate tutte le situazioni che non vanno.
Altri ancora, tra cui Ugo e Gaia, hanno detto: Questa piazza è bellissima ed è antifascista e "Bella ciao" non è un canto radical chic ma appartenente alla Liberazione.
Il nostro è un movimento apartitico.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.127378



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 203223207 / Informativa Privacy