Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1718 volte

Benevento, 01-12-2019 08:36 ____
Con l'innocenza degli anni i nipoti mi rendono partecipe di tutto, fors'anche dei segreti dell'eta', che solo un nonno puo' comprendere e giustificare
Concordo con il sindaco che quella di nonno sia "una esperienza straordinaria". Unica, fra le tante, che la vita ci offre. Piu' volte Mastella ha "minacciato" di farlo in via esclusiva, metta in atto questo proposito, afferma Peppino De Lorenzo
Nostro servizio
  

E' un'affermazione di Clemente Mastella, riportata, or non è molto, dagli organi d'informazione, a dare lo spunto, questa settimana, a Peppino De Lorenzo per soffermarsi su di una singolare esperienza, quella di nonno.
Ecco quanto, in proposito, scrive.
"Qualche mese fa, leggendo una delle tante dichiarazioni di Mastella, volutamente, mi sono soffermato su di una in particolare.
Analizzando l'attuale sua esperienza politica, dopo essersi rivolto ai suoi odierni compagni di avventura al Comune della nostra città, litigiosi oltre l'inverosimile, ha concluso, testualmente, affermando: "...laddove non dovesse esserci più possibilità di stare insieme, mi dedicherei, non come surrogato, ma come felice scelta di vita, a fare il nonno, una realtà che ho scoperto essere eccezionale, come sanno i tanti nonni che, come me, vivono questa straordinaria esperienza...".
Una frase, quest'ultima, che il sindaco ha, sì, pronunciato, una delle tante che ognuno di noi, in situazioni delicate della vita, profferisce senza, poi, in ultimo, porre, concretamente, in atto.
L'ho fatto anch'io tante volte e devo ammettere che, nel corso degli anni, quando ascoltavo taluni parlare della propria esperienza di nonno, descrivendola esaltante ed unica, mi appariva, devo ammetterlo, quale esagerazione, fors'anche frutto del tempo ormai andato.
Poi, sono diventato nonno anch'io. Solo allora ho compreso appieno la verità di quelle affermazioni, prima sottovalutate.
Ecco perché gradirei suggerire a Mastella di porre in pratica, senza indugi, quanto ha detto.
Solo così, proprio lui che dalla vita ha avuto non poco, potrà concludere la corsa dell'esistenza nel più bello dei modi, senza doversi più preoccupare di stare dietro a quanti, come da sua stessa ammissione, gli pongono problemi, ogni giorno.
Dopo che, è sempre lui ad averlo, tempo fa, dichiarato, era stato abituato a trattare con Moro, Andreotti, Cossiga e tanti altri personaggi di primo piano della storia repubblicana.
Personalmente, ho lavorato senza risparmiarmi, ho corso per giornate intere, festività comprese, unendo tante volte pranzo e cena, ho desiderato spesso il riposo, ho visto mio figlio crescere senza neanche accorgermene (qui nella foto del 1985 è con il figlio Giovanni) e, oggi, anche se ancora impegnato professionalmente, ho ridotto la corsa ed il mio mondo inizia e finisce, appunto, con i nipoti.
Concordo con il sindaco che quella di nonno sia "una esperienza straordinaria".
Unica, fra le tante, che la vita ci offre.
I nostri giorni diminuiscono sempre più. Ecco perché non dobbiamo sciupare quelli residui, ma goderli, ora per ora, minuto per minuto.
Proprio perché mio figlio è cresciuto senza aver potuto godere appieno i momenti della sua formazione, oggi, per i nipoti, non intendo risparmiare nulla.
Quasi una rivincita, la mia, nei confronti della vita che, è vero, mi ha dato tanto, ma, in cambio, ha preteso molto.
Nel corso dell'attività professionale, ho partecipato a tanti congressi nelle città più diverse, in Italia ed all'estero. Ricordo con immenso piacere i giorni trascorsi, in quelle occasioni, con tanti colleghi.
Con questi ultimi, siamo stati nei migliori alberghi, abbiamo pranzato nei ristoranti di grido, siamo stati protagonisti di escursioni indimenticabili, eppure, oggi, tutto lo sfarzo di allora appare ben poca cosa se paragonato all'abitudine stabilita con i miei nipotini.
Il mercoledì mattina non assumo impegni. Di buon'ora, mi reco a prelevarli a casa loro. Facciamo colazione insieme al bar.
Poi, ognuno al proprio istituto scolastico. All'uscita, sono lì ad aspettarli. Di qui, pranziamo, solo io con loro, in un modesto ed economico ristorante.  A pranzo ultimato, li accompagno a casa, mentre io mi reco allo studio.
Questa emozione settimanale, intrisa di tanta semplicità, è per me meravigliosa.
Il ristorante, ripeto modestissimo, assume un'importanza notevole al confronto di quelli, costosi, frequentati nel passato, quando, ad esempio, a Firenze, nella stanza accanto alla mia, dormiva Nilde Jotti, od a Milano, Giulio Andreotti.
E, tra un portata ed un'altra, si parla di tutto. Con pacatezza, rivolgendomi, segnatamente, al primo, ormai ragazzino, li preparo ai momenti tristi, che mi auguro pochissimi, che anche per loro arriveranno, e, poi, a quando, divenuti adulti, saranno assaliti dai dubbi, ai momenti in cui saranno titubanti innanzi alle scelte che il destino riserverà loro.
Li esorto ad amare la sincerità, mantenere le promesse fatte, onorando gli impegni assunti. Sempre ed in ogni occasione.
Con l'innocenza degli anni, loro mi rendono partecipe di tutto, fors'anche dei segreti dell'età, che solo un nonno può comprendere e giustificare. Copro qualche marachella ai genitori, non mancando, è ovvio, di indurli a non ripeterla.
Così, nel corso dell'estate, il più grande, in segreto, mi ha fatto leggere una frase, bellissima, che una sua coetanea aveva riportato su di un semplice foglio di quaderno, lasciato cadere nella sua tasca.
Era scritto: "Tre per sette fa ventuno, nel mio cuore c'è qualcuno, nel mio cuore ci sei tu, io ti dico: Y love you".
Ecco, nel concludere, consiglio a Mastella, come lui stesso ha dichiarato, di fare solo il nonno.
E', secondo il mio credo, la strada migliore, e, senza dubbio, più bella, per chiudere i suoi giorni, è naturale, quanto più lontano possibile.
Io ne sono convinto. Profondamente".

comunicato n.127361



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 203227752 / Informativa Privacy