Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2001 volte

Benevento, 29-11-2019 13:49 ____
Il questore Luigi Bonagura pronto a dare una pennellata di bianco su quella panchina rossa. Segno che la violenza sulle donne e' finita
In via De Caro installata la struttura che riporta anche una cassetta della posta nella quale le vittime possono depositare i loro messaggi che la Polizia, a cui e' stata donata la chiave per aprirla, poi vagliera'
Nostro servizio
  

La bella immagine prodotta da Maddalena Iatomasi, allieva della IV A del Liceo Artistico "Virgilio", è stata la traccia dominante della manifestazione, graziata dalla pioggia, che ha visto l'inaugurazione di una "Panchina Rossa" posizionata in via Raffaele De Caro, dinanzi al Tribunale ed a due passi dalla Questura.
Il disegno della panchina rossa sulla targa commemorativa dell'evento, è stato realizzato, appunto, da Iatomasi.
L'iniziativa è stata di Filomena Cotroneo Pacelli, presidente Inner Wheel Club di Benevento (che ce la anticipò lo scorso 27 ottobre) e di Luigi Marino, presidente del Rotary Club di Benevento.
Con loro Patrizia Callaro, consigliere comunale e delegata alla Pari Opportunità (oggi assente per via di una indisposizione) e Sara Furno presidente della Consulta delle Donne.
Quella panchina dal colore rosso, il colore del sangue e del Codice Rosso, appunto, appena varato, dirà poi il questore Luigi Bonagura, ha l'intento di sottolineare l'attenzione che si deve al mondo femminile ed alle problematiche ad esso legate.
La Panchina Rossa ha anche una cassetta per le lettere la cui chiave il presidente Marino assieme a Pacelli, hanno consegnato al questore Bonagura (nella foto di apertura).
In quel contenitore possono anche essere lasciati messaggi e richieste di aiuto da parte di chi soffre.
Esse saranno raccolte e vagliate dalla Polizia di Stato. Ancora, a dimora sono state messe una rosa rossa ed un tiglio.
Abbiamo posizionato questo oggetto simbolico, la panchina in un luogo strategico, ci ha detto Filomena Pacelli Cotroneo.
E' un segno indicativo, il nostro, per dare forza a queste donne maltrattate su tutti campi e su tutti i fronti dal vestire un po' più corto al maltrattamento in famiglia.
Fondamentalmente se ne deve parlare perché più lo facciamo e meglio è.
Intanto, mentre installavano, stamane, la panchina rossa, tutti quelli che sono passati si sono chiesti il perché e cosa fosse.
Questo vuol dire che la gente ancora non conosce il significato reale di quello che è e che rappresenta una panchina rossa.
Nel nostro piccolo abbiamo cercato di dare un colore alla città di Benevento.
Siamo contro la vilenza sulle donne e dunque speriamo che questo nostro piccolo gesto, possa servire a tante donne bistrattate ad avere un po' più di forza per combattere.
Siamo di fronte ad una violenza che si modifica, ha aggiunto il presidente del Rotary Club, Marino, a seconda dello stato sociale in cui essa avviene passando anche da quella fisica a quella psicologica che, probabilmente, è peggiore lasciando anche segni più duraturi e coinvolgendo i figli ed è una violenza da combattere come quella fisica.
Benevento non poteva e non doveva rimanere fuori da quello che è il corale messaggio di assoluta disapprovazione e dunque ben venga la panchina rossa, ha concluso Marino.
Sara Furno si è compiaciuta del fatto che si agisca in maniera sinergica tra più associazioni per sconfiggere questa piaga sociale ed ha ricordato le tre P dell'intervento contro il femminicidio: Prevenzione, Protezione e Punizione.
Danila De Lucia, senatore del Movimento Cinque Stelle e componente, al Senato, della "Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere", ha detto che bisogna ancora lavorare affinché gli uomini si rendano conto che le donne non sono un oggetto.
Come è oramai lontano da noi quel detto che recitava che le donne non si toccano nemmeno con un fiore..
Ho sentito parlare in questi giorni del Codice Riosso e non ne ho sentito parlare bene.
Evidentemente, ha concluso De Lucia, esso non è ancora conosciuto e non si ha contezza di tutti i venti articoli che lo compongono.
Rosaria Bruno, presidente dell'Osservatorio Campano, ha osservato come difficilmente, lì dove sono già state installate queste panchine rosse, la gente vi si sieda e questo gesto induce certamente a delle riflessioni.
Il questore Luigi Bonagura si è posto come obiettivo quello di venire un giorno a dare una bella pennellata di colore bianco a questa panchina rossa, significando così il fatto che sia stata completamente debellata la violenza contro le donne.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.127315



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 203223216 / Informativa Privacy