Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1129 volte

Benevento, 08-11-2019 09:27 ____
Studenti in corteo per chiedere sicurezza nelle scuole. Non ci interessano le ordinanze di chiusura di Mastella ma l'efficienza dei nostri Istituti
Due giorni di festa che peraltro dobbiamo recuperare con rientri pomeridiani non risolvono i problemi. I temporali ci sono sempre stati ed anche a quelli piu' consistenti, per via dei mutamenti climatici, ci dobbiamo abituare dice Giulio Maria Miele
Nostro servizio
  

Un gruppo di studenti essenzialmente del Liceo Classico "Giannone", ha manifestato stamane, rispondendo ad una chiamata nazionale, contro lo sfruttamento della scuola lavoro, soprattutto negli Istituti professionali, sulla sicurezza nelle suole e degli stessi edifici, riguardo le tematiche ambientali sempre inerenti alle strutture scolastiche, come raccolta differenziata, amianto ed acqua non potabile.
A spiegarci questo nuovo impegno ambientalista, e non solo, dei nostri giovani, è Giulio Maria Miele, referente del Movimento d'Azione Studentesca Collettiva (Masc) e di Fridays For Future (Fff) Benevento, il quale si è mostrato, nonostante il suo status di studente, molto critico rispetto alle continue decisioni del sindaco Mastella di chiudere le scuole in presenza di una allerta meteo importante.
Torniamo a parlare oggi, ci ha detto Miele, dello sfruttamento che in nome del binomio scuola-lavoro, si fa dei giovani e questo avviene soprattutto nelle grandi aziende che utilizzano i ragazzi per favorire le loro attività senza, praticamente, prevedere alcuna retribuzione.
Ma noi stamane, con la nostra manifestazione, ci soffermiamo anche sulla tematica legata alle strutture scolastiche pubbliche della nostra città, che sono abbastanza decadenti nella maggior parte dei casi.
Questo vuol dire che c'è bisogno di una essenziale loro rivisitazione e recupero, dove occorre, anche in ragione del fatto che il sindaco Mastella ha attuato anche negli ultimi giorni per ben due volte la chiusura delle scuole cittadine.
Più che fermare l'attività scolastica, che poi comunque dobbiamo recuperare nel pomeriggio, preferirei avere a norma gli edifici che ospitano noi studenti e, quindi, a scuola andarci più che rimanere a casa.
Quella posta in essere è un'azione perfettamente inutile.
I temporali e le allerte meteo penso ci siano sempre stati.
Oggi assistiamo ai cambiamenti climatici che forse rendono le piogge più insistenti, ma il vero problema resta quello delle strutture e non tanto delle piogge.
Peraltro se cambia il clima, ci dobbiamo adeguare anche noi.
Vogliamo più sicurezza da dare ai ragazzi, questa è la vera necessità.
Nel mio ruolo di studente la chiusura delle scuole mi ha reso felice ovviamente, ma io, noi, avremmo preferito andare a scuola in questi ultimi due giorni decretati di festa da Mastella ed avere una struttura funzionante.
Aggiungo che tra le emergenze da non sottovalutare vi è anche quella della raccolta differenziata che al Liceo Classico "Giannone", ad esempio, nemmeno si fa.
Ieri, ha concluso Miele, con altri studenti abbiamo deciso di avviare questo progetto andando per le classi a raccogliere le firme per una petizione proprio per avviare la raccolta differenziata in questa nostra scuola.
Sin qui Miele.
Un po' di insofferenza si è manifestata da parte degli automobilisti in fila su via Perasso (ultima foto in basso) atteso che il corteo, proprio per arrecare un minimo di disagio alla città, si è fermato all'incrocio con viale dei Rettori e viale degli Atlantici bloccando così tutto il traffico che lo seguiva.
Ma è stato per pochi minuti. Un gesto simbolico che ci sta.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

comunicato n.126716



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 201373026 / Informativa Privacy