Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 230 volte

Benevento, 07-11-2019 17:11 ____
Calcio, Serie B: Inzaghi elogia i propri ragazzi per quanto dimostrato finora ma li mette in guardia in vista del derby
A Castellammare non avremo scusanti. E' una gara che mi spaventa ma che vogliamo vincere
di Francesco Maria Sguera
  

L'unico aggettivo su cui scommettere per riassumere Filippo Inzaghi è: insaziabile.
Un allenatore sempre affamato di vittorie, voglioso di migliorarsi e di migliorare la propria squadra, nonostante gli ottimi risultati già conseguiti in questa stagione.
Una ventata di mentalità vincente, che d'altronde ha sempre caratterizzato la sua gloriosa carriera, che adesso sta avvolgendo le fila giallorosse.
La testa della classifica, infatti, ha responsabilizzato il gruppo dell'ex tecnico del Milan che, ora come non mai, intravede nei propri ragazzi un ampio margine di miglioramento che vuole sfruttare per coronare il sogno della piazza sannita.
Prima, però, ad attendere il suo Benevento, c'è un altro complicato banco di prova: la trasferta particolarmente ostica di Castellammare di Stabia.
Nell’incontro con gli organi d'informazione, Inzaghi si è presentato con la sua solita serenità, tutt'altro che sintomo di superiorità, indicativa del fatto che il mister sa che i propri ragazzi stanno percorrendo la strada giusta.
"La trasferta di sabato? Dovremo prepararci - ha esordito - a giocare una gara particolare.
Penso, però, che come sempre non avremo attenuanti.
Conosciamo il campo che troveremo (sintetico, ndr) e la squadra che affronteremo.
A mio parere, inoltre, dobbiamo crescere ancora tanto in trasferta e questa gara sarà un gran banco di prova".
Successivamente, l’allenatore giallorosso ha commentato così la prossima avversaria della Strega: "La Juve Stabia ha fatto gran parte dei suoi punti in casa, non è un caso.
Spero di aver preparato la gara al meglio.
So che dovremo dare il massimo per questo derby, magari giocando come nell'altro di Salerno, anche perché non sempre siamo stati all'altezza della prestazione dell'"Arechi", in trasferta".
Ancora, sulle proprie sensazioni: "Non baderò al fondo del campo, bado alla sosta che presto ci sarà: questo è l'ultimo grande sforzo che va fatto.
Questa è una di quelle gare che mi spaventano di più, soprattutto dal punto di vista dell'atteggiamento.
Se non saremo motivati, perderemo.
Questo Benevento, però, mi ha abituato a grandi prestazioni, avendo imparato ad tenere ben salda in mente la brutta prova di Pescara".
Circa le condizioni fisiche della sua quadra, Inzaghi ha dichiarato: "Volta è sulla strada giusta per il recupero.
E' un ragazzo straordinario, che ci è mancato all’interno del gruppo. Armenteros, invece, ora sta bene. Ha recuperato ed è una freccia in più nel nostro arco".
Su quanto di buono fatto finora, ha detto: "Sta nella capacità dell'allenatore capire come la squadra sta portando avanti il proprio lavoro.
Ho cercato di far capire ai ragazzi che non abbiamo fatto nulla.
Ho spiegato che è bello far parlare di noi, ma che dovremo far parlare bene di noi a maggio.
Per quanto riguarda la classifica, non guardo il secondo posto, bensì il terzo.
Cambia poco tra primo e secondo posto se in palio c'è sempre la promozione diretta.
Ad oggi, i punti di distacco da esso sono sei e da qui a gennaio devono diventare il più possibile.
Spero che la squadra non si rilassi mai, perché fare un passo indietro adesso sarebbe un grave errore e, sinceramente, non lo accetterei.
Sono convinto, però, che i miei ragazzi conoscano l'importanza della gara e mi auguro che la squadra faccia il massimo, con il giusto spirito per vincere la partita".
Ancora: "I complimenti vanno fatti ai giocatori. Io ed il mio staff richiediamo allenamenti duri, ma la squadra ci ha sempre dato dentro.
Il mio staff credo possa fare la differenza ed il merito va anche a loro.
Questa condizione atletica va portata avanti il più possibile, tenendo però sempre conto del fatto che molti uomini sono stati intercambiati fra loro, mentre altri sono ricorsi agli straordinari".
Si è detto che il suo Benevento abbia faticato maggiormente con le neopromosse, anziché con avversarie più blasonate e di tradizione per la categoria: "Fatica contro le neopromosse?
In generale in trasferta dobbiamo migliorare.
A parte Salerno, in tutte le altre trasferte ci è mancato qualcosa a livello di personalità e spensieratezza.
Ora abbiamo altre certezze e mi auguro di dare altre motivazioni di forza anche lontano dalle mura amiche".
Continuando, invece, a disquisire sulla squadra e sui propri miglioramenti, il tecnico ha dichiarato: "Sono uno che non si accontenta mai.
Credo che la mia squadra abbia fatto già più di quello che mi aspettavo.
Questo è avvenuto grazie al gruppo affiatato che ho trovato, sempre voglioso di lavorare insieme a me e allo staff.
Credo, però, che lo stesso abbia ampi margini di miglioramento.
Se penso a dove siamo e a quanto possiamo migliorare ancora, credo di star percorrendo la strada giusta".
In conclusione, la piacevole nota del calcio femminile che domani esordirà al "Vigorito" di Benevento: "Sono felice che abbiano scelto il nostro Stadio.
Il calcio femminile abbiamo visto tutti quanto sia migliorato.
Stesso io che lo seguo sono incuriosito dalla crescita esponenziale che sta avendo.
Oggi andrò a vedere l'allenamento, mentre sono rammaricato che domani non riuscirò ad assistere alla gara".
Nel corso della conferenza, Inzaghi ha ricevuto anche la visita ed il saluto del presidente Mauro Balata (nella foto in basso), giunto in città per la riunione del Consiglio Direttivo della Lega B che si è voluta affidare all'organizzazione del Benevento in occasione della partita di calcio femminile tra Italia e Georgia valida per le qualificazioni europee.

                                                  

comunicato n.126705



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 200870109 / Informativa Privacy