Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 874 volte

Benevento, 03-11-2019 23:15 ____
Calcio, Serie B: Come un rullo compressore. Il Benevento annichilisce l'Empoli di Bucchi vincendo per 2-0
In gol Tuia e Kragl. Giallorossi sempre piu' in vetta alla classifica con sei punti di vantaggio sulle terze. Inzaghi: Abbiamo disputato una grande partita dobbiamo continuare su questa strada
Nostro servizio
  

Benevento (4-4-2): Montipò; Maggio, Tuia, Caldirola, Letizia; Kragl, Schiattarella (72' Hetemaj), Viola, Tello (82' Antei); Sau (66' Insigne), Coda. A disposizione (Manfredini, Gori, Rillo, Del Pinto, Pastina, Improta, Gyamfi, Di Serio, Vokic) Allenatore Filippo Inzaghi

Empoli (4-3-2-1): Brignoli; Gazzola (52' Veseli), Maietta, Romagnoli, Balkovec; Frattesi, Stulac (55' Merola), Bandinelli (55' Ricci); Dezi, Laribi; Mancuso. A disposizione (Perucchini, Provedel, Nikolaou, Bajrami, Antonelli, Fantacci, Piscopo, Pirello) Allenatore Cristian Bucchi

Arbitro: Davide Ghersini di Genova
Assistenti: Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore e Francesco Fiore di Barletta
IV Uomo: Manuel Robilotta di Sala Consilina
Reti: 14' Tuia, 30' Kragl
Ammoniti: Letizia (B)
Angoli: 3-6
Recupero: 1' pt; 5' st
Spettatori: 9222.

Il Benevento Calcio è un rullo compressore.
Dopo la Cremonese anche l'Empoli si è inchinato alla capolista.
La squadra di Filippo Inzaghi ha superato a pieni voti il secondo esame di maturità battendo la compagine dell'ex Cristian Bucchi per 2-0 con le firme di Tuia e Kragl.
Un successo che consente a capitan Maggio e compagni di dare vita alla prima fuga del campionato di Serie B.
In una serata ventosa e piovosa, i giallorossi ha annichilito l'Empoli, dominando in lungo e largo la scena.
La compattezza, la grinta e la solidità sono gli ingredienti sempre più evidenti nella ricetta del successo di Inzaghi che, dopo l'incidente di Pescara, è stato bravo ad invertire subito la rotta riportando la sua squadra sui binari giusti.
Sanniti che sono sempre da soli in vetta alla classifica con cinque punti di vantaggio dalla seconda, il Perugia, e sei sulle terza, la coppia composta da Crotone e Pordenone.
Venendo alla croanca, il tecnico giallorosso conferma il consueto 4-4-2 con Montipò tra i pali, in difesa Tuia e Caldirola centrali, a sinistra Letizia, mentre a destra c'è Maggio.
A centrocampo dal primo minuto torna Schiattarella al fianco di Viola, mentre Tello e Kragl agiscono sulle corsie laterali.
In avanti Sau al fianco di Coda.
Dalla parte opposta l'ex Bucchi propone il 4-3-2-1 con l'altro ex della serata Brignoli tra i pali, a centrocampo Bandinelli, altra vecchia conoscenza giallorossa, mentre in attacco Dezi e Laribi agiscono alle spalle dell'unica punta Mancuso.
Il primo squillo della partita è dell'Empoli con un tiro da fuori di Dezi, ma Montipò blocca in due tempi. 
Il Benevento, però, alla prima occasione colpisce.
Minuto numero 14: angolo di Kragl per il preciso colpo di testa di Tuia che infila l'incolpevole Bringoli.
I giallorossi, forti del vantaggio, continuano a premere il piede sull'acceleratore e al 27' Tello sfiora il raddoppio con una conclusione che fa la barba al palo.
E' il preludio al raddoppio dei sanniti che arriva alla mezz'ora grazie ad un sinistro micidiale di Kragl che non lascia scampo a Brignoli.
La reazione dell'Empoli, nel finale di primo tempo, è racchiusa in una punizione di Stulac che termina di poco alta sulla traversa.
La ripresa si apre con il Benevento che gestisce con tranquillità il vantaggio rendendosi pericoloso in contropiede, mentre l'Empoli appare come un pugile alle corde.
Al 3' discesa del Benevento con Tello che serve al centro Sau: l'attaccante sardo va a botta sicura, ma la il pallone viene respinta da Balkovic.
Poco dopo è Coda a divorarsi il tris con il suo tiro che viene miracolosamente bloccato da Brignoli.
Bucchi prova a cambiare qualcosa nel proprio scacchiere, ma la musica non cambia.
Al 33' una punizione di Balkovec termina tra le braccia di Montipò.
Troppo poco per far male ad un Benevento in serata di grazia.
Inzaghi approfitta anche per compiere qualche esperimento passando ad una difesa a tre inserendo Antei in luogo di Tello.
Dopo cinque minuti di recupero i giallorossi possono festeggiare dinanzi al pubblico amico per aver ottenuto tre punti preziosi che gli consentono di volare in testa alla classifica.
Nel prossimo turno, la Strega sarà di scena sul campo della Juve Stabia, nel derby, dove ad attenderla ci sarà uno degli "immortali" quel Fabrizio Melara che la Serie A l'ha conquistata proprio con la maglia giallorossa.

Le voci dagli spogliatoi

Filippo Inzaghi, allenatore Benevento
"Sono felice della vittoria perché oggi abbiamo disputato una grande partita.
E' stata una gara interpretata bene dai miei ragazzi.
Avere sei punti di vantaggio sulle terza è un fattore importante, ma siamo a novembre e non abbiamo fatto ancora nulla.
Certo aver vinto contro Cremonese e Empoli ci dà una grande carica, dobbiamo continuare su questa strada.
Con me il rischio di un calo di tensione non si corre perché cercherò di mantenere sempre alta la concentrazione.
Quindi, sono convinto che continueranno a dare il cento per cento per mantenere la giusta attenzione sino a maggio.
Questa gara bisognava chiuderla al 60' segnando il 3-0, perché se teniamo aperte le partite può accadere di tutto e non ci possiamo permettere di correre questi rischi.
Sulla prossima partita, dico che non possiamo permetterci di prendere sotto gamba nessuna squadra.
Quando affrontano il Benevento tutti triplicano le forze e poi si gioca sul sintetico e non sarà affatto facile.
Vedo, però i ragazzi sintonizzati e carichi, quindi nutro fiducia anche per la gara contro la Juve Stabia".

Cristian Bucchi, allenatore Empoli
"Conoscevamo le caratteristiche del Benevento e purtroppo non siamo riusciti a prendere le giuste contromisure.
Sui gol abbiamo sbagliato tanto e in una partita del genere non ti puoi permettere simili errori.
Per questo è giusto che abbia vinto il Benevento.
Purtroppo, abbiamo perso qualche giocatore importante che ha condizionato il nostro percorso.
Oggi non abbiamo interpretato bene la partita e in questo campionato non occorre solo la qualità, ma anche il carattere e la voglia di fare bene.
E' stato piacevole tornare a Benevento poiché ho incontrato molte persone a cui sono molto legato.
Credo che ad Empoli non rivivrò la stessa storia dello scorso anno perché sono due situazioni completamente diverse".

 

 

 

 

comunicato n.126602



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 201374086 / Informativa Privacy