Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1184 volte

Benevento, 05-10-2019 20:03 ____
Il Comitato di via Luigi Sturzo-Santa Colomba riceve assicurazioni dal vice sindaco Luigi Ambrosone: I marciapiedi li faremo, i soldi ci sono
Nicchiniello sottolinea la positiva interlocuzione in atto con questa Amministrazione al contrario di quella precedente. Russo annuncia l'arrivo degli autobus urbani. Feleppa: Non escludo autovelox. Bosco: Auto per controllo velocita'
Nostro servizio
  

Il Comitato di via Luigi Sturzo-Santa Colomba, ha organizzato nel pomeriggio un nuovo incontro per discutere delle problematiche della zona.
Non è stato presente il sindaco Clemente Mastella, così come era stato annunciato.
Sono giunti, invece, il suo vice Luigi Ambrosone, il consigliere delegato al Verde ed al Decoro Urbano, Angelo Feleppa, ed il presidente della Commissione Mobilità, Angela Russo.
Con loro, il presidente della Commissione Affari Istituzinali, Giovanni Zanone.
Ad aprire i lavori, è stato il presidente del Comitato, Cosimo Nicchiniello, che ha sottolineato positivamente il percorso di interlocuzione avviamo con l'Amministrazione in carica.
Anche per il passato abbiamo tentato di farlo, ha detto Nicchiniello, ma non ci siamo riusciti.
Da cristiani e democratici abbiamo sempre privilegiato il metodo della interlocuzione ma non siamo stati ascoltati se non addirittura presi in giro.
Con Fausto Pepe, che prese una barca di voti, ero candidato ma poi cambiò casacca e passò agli ordini dei compagni, in maniera totale.
Quelle avanzate all'Amministrazione comunale, ha detto Nicchiniello, sono proposte anche non nuove.
Esse, infatti, riguardano in massima parte la strada che attraversa il rione, una zona che negli anni si è enormemente trasformata.
Forse bisognerebbe addiritura studiare un percorso alternativo che potrebbe anche scorrere lungo il fiume Sabato.
Ora siamo quasi un migliaio di residenti che gravitano su una strada concettualmente vecchia e senza cunette, una strada pericolosa, che preclude anche la frequentazione della locale chiesa dell'Immacolata Concezione retta da don Marco Franzese.
Non ci sono stati morti e feriti lungo questa arteria solo perché ai suoi lati non ci cammina nessuno, ma gli incidenti tra auto ci sono stati e sono frequenti e vorremmo che il Comune svolgesse tutta la sua opera di prevenzione per evitare il peggio.
Siamo in comunicazione con la Provincia ma dovrebbe anche intervenire il Comune trattando le opere da fare come urbanizzazione comunale.
Non pensiamo la Provincia dica di no.
Oltre alla segnaletica abbiamo anche chiesto dei dossi ma ci è stato detto che non si faranno anche in ragione di recenti sentenze che li hanno in pratica messi fuori legge, per motivi di sicurezza, questi dossi artificiali.
Ci saranno, invece, bande sonore o paline lampeggianti che aumentano la frequenza del lampeggiare a seconda della velocità del veicolo.
Il funzionario della Provincia, Panarese, ci ha detto che i provvedimenti saranno presi almeno fino al ristorante in quanto da lì in poi la strada diventa comunale.
Su tutto comunque occorrerebbe la realizzazione dei marciapiedi, ha concluso Nicchiniello, il chi annullerebbe ogni altra necessità.
Luigi Ambrosone, vice sindaco, ha annunciato che per quanto riguarda i marciapiedi le somme necessarie sono state appostate.
Vi è, però, che la problematica delle scuole è stata preminente rispetto al resto ed i tecnici comunali sono stati impegnati su questo.
A breve ritengo la situazione si sbloccherà e si interverrà con la progettualità e poi con l'appalto dei lavori.
La vicenda dei dossi sembra essere oramai improponibile dopo le sentenze della Cassazione.
Si procederà con altri dissuasori.
Comunque sia, ha detto Antonio Pacca, con un buon marciapiede il problema si risolve al di là dei dissuasori.
Angela Russo, presidente della Commissione Mobilità, ha detto che comunque si vedrà di installare il dosso europeo almeno per tutelare l'accesso alla chiesa dell'Immacolata Concezione.
Da fine novembre, ha detto Ambrosone, si dovrebbe porre mano alla realizzazione dei marciapiedi.
Ermanno Ricci, ha fatto presente della difficoltà di via Sturzo dove non c'è un parcheggio comunale per le 10-12 famiglie che lì abitano.
La sua casa è stata realizzata lì, nel 1962, poi la strada è stata allargata e spazio per il parcheggio non ce n'è.
Nicchiniello ha sottolineato come questo sia un problema che non riguarda la comunità essendo una vicenda privata ma poi continuando l'esame dei luoghi ci si è accorti che forse c'è una zona sotto sequestro che potrebbe essere utilizzata.
Fioravante Bosco, il comandante della Polizia Municipale, che abita anche lui in zona, ha detto di essere consapevole della pericolosità della strada dove la velocità degli autovecoli è spesso sostenuta.
Si sta verificando con il sindaco la possibilità dell'utilizzo di un'auto del Comando che controlli la velocità degli autoveicoli.
Non appena in grado si comincerà con la zona Epitaffio e poi con la Tangenziale Ovest, quindi con la Fortorina, la 90/bis ed in varie altre zone, compresa Santa Colomba, dove la velocità è sempre elevata.
in città, ha proseguito Bosco, stiamo ottenendo buoni risultati con la lotta ai parcheggiatori abusivi. Non c'è più quella insolenza e quella prepotenza delle settimane passate. E' bastato essere decisi.
Lo stesso stiamo facendo per la sosta sulle fermate degli autobus, sugli stalli riservati, sugli attraversamenti pedonali. Occorre la caparbietà e l'insistenza.
Eugenio Caporaso ha fatto notare anche la pericolosità dell'incrocio tra via Ponticelli e via del Cimitero.
Bosco ha risposto dicendo che si cerca di essere presenti su tutto ma si tenga conto che con la mobilità arrivano anche agenti in età avanzata.
Gli ultimi due sono dei giovani e stanno lavorando con lena.
Stamane ho ricevuto anche una segnalazione contro i vigili.
Farò una indagine interna e se occorre prenderò dei provvedimenti severi perché il rispetto deve essere reciproco.
Per mettere degli operatori dinanzi alle scuole sto avendo non poche difficoltà perché si stanno ribellando i mieri collaboratori per via della necessità di entrare in servizio un quarto d'ora prima.
Angela Russo ha annunciato che a breve anche le linee 2 e 12 degli autobus urbani attraverseranno Santa Colomba.
Ci sarà poi a breve una riunione anche per la toponomastica ed i numeri civici.
Abbiamo cominciato con la Madonna della Salute. Proseguiremo.
Genesio De Luca ha detto, in definitiva che l'obiettivo della gente di via Santa Colomba è quello di avere un territorio come via Aldo Moro alla Pacevecchia.
Giacomo Santarcangelo ha confermato che la zona di Santa Colomba è a verde ed a vocazione sportiva e quindi si può prevedere un suo sviluppo anche consistente.
Angelo Feleppa ha detto che oramai questo è un centro urbano e le persone che vi abitano hanno una serie di difficoltà.
La Valle del Sabato, ha proseguito Feleppa, è stato un territorio sempre molto ambito. Ha quindi chiesto che il funzionario della Provincia, Panarese, i suoi progetti li sviluppi confrontandosi.
Non escludo, ha detto Feleppa, che ci possano anche essere tutti gli elementi per la installazione di autovelox per controllare la velocità delle auto.
Ha quindi annunciato che si lavorerà anche al decoro urbano e lo si farà non mettendo una panchina nuova per rione ma concentrandole in una sola zona in modo da portarla finita ed arredata.
Vediamo se sull'argomento riusciremo a fare qualcosa già a novembre o a dicembre.
Infine, Feleppa ha voluto lodare l'azione posta in essere sin qui dal comandante Bosco ed anche dal capitano Francesco Casale.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

comunicato n.125848



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 199197764 / Informativa Privacy