Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 400 volte

Benevento, 03-10-2019 19:37 ____
Calcio, Serie B: Inzaghi difende il Benevento dopo il mezzo passo falso con l'Entella e prepara i suoi alla dura trasferta di La Spezia
Non mi piace leggere inesattezze sul nostro conto. Remiamo tutti nella stessa direzione. Vogliamo vincere per arrivare alla sosta con un'ottima classifica
di Francesco Maria Sguera
  

Il Benevento Calcio di Filippo Inzaghi (foto), dopo il pareggio casalingo contro la Virtus Entella, ha dato spazio a qualche critica da parte dei tifosi e degli addetti ai lavori che non è andata giù al tecnico dei giallorossi.
Quest'ultimo, infatti, prima di partire alla volta della Liguria per disputare il match con lo Spezia sabato prossimo, ha difeso a spada tratta la squadra, incitandola e spronandola a dare il massimo prima della sosta.
Inzaghi ha esordito facendo luce sulla questione infermeria: "Oltre a Volta e Schiattarella, manca anche Sau.
Quest'ultimo ha un'elongazione: fino ad oggi non l'ho ancora avuto a disposizione, pertanto non lo rischieremo fino a dopo la sosta.
Abbiamo i sostituti in ogni reparto, perché la squadra è completa e si allena al meglio.
E' il bello di questo gruppo".
Successivamente, ha spiegato il suo punto di vista sulla prossima ostica gara che il Benevento dovrà affrontare sul campo dello Spezia: "La formazione ligure occupa una posizione di classifica non veritiera.
La "rosa" è di qualità, l'allenatore è bravo e l'ambiente caldo: sarà molto complicata, come tutte le altre partite.
Se non saremo concentrati, come sempre, rischieremo di perdere.
Dipenderà tutto da noi, dal nostro atteggiamento.
Sono tranquillo e molto soddisfatto dalla mia squadra, pertanto non sono preoccupato.
Sarà un altro bell'esame, da affrontare con la cattiveria giusta ed una mentalità vincente.
Proveremo a conquistare tre punti, come sempre".
Poi, la chiarezza sulle polemiche: "Domenica scorsa siamo usciti tra i fischi? Ma non è vero! I fischi erano indirizzati all'arbitro.
Non mi piace leggere queste inesattezze, non fa bene all'ambiente che ci circonda.
Sembra che si cerchi inutilmente il pelo nell'uovo.
Abbiamo giocato bene, è vero che non abbiamo trovato il gol, ma non mi è dispiaciuta la nostra prestazione ed anche il pubblico ha applaudito la squadra che ci ha provato fino all'ultimo".
Il mister ha poi spiegato come il suo attacco possa avere molteplici soluzioni, nonostante l'assenza di Sau: "Armenteros?
Certo che può giocare insieme a Coda.
Di volta in volta, scelgo chi lanciare dall'inizio e chi può intervenire a gara in corso per dare una mano, perciò non è sempre partito dal primo minuto: non si tratta mai di un'esclusione.
Inoltre, anche Insigne sa giocare come seconda punta, è un giocatore molto duttile e secondo me ha fatto una splendida partita la scorsa giornata".
Volgendo uno sguardo in ottica futura: "La squadra deve migliorare in tanti aspetti.
Abbiamo giocatori nuovi, così come l'allenatore.
Dovrò bacchettarli per bene, ma abbiamo la miglior difesa del torneo ed una buona classifica.
Certo, avremmo potuto vincere qualche partita in più, però se giochi così bene e con questa compattezza, inevitabilmente andrai lontano".
Sempre sul futuro: "Quando tornerà Schiattarella, a tempo debito, potremo giocare con il centrocampo a tre, o anche a due.
Pasquale non si preclude di giocare da esterno, ma diciamo che, oltre a Tello, chi ha già rivestito quel ruolo è Hetemaj.
Ad oggi, però, Schiattarella non c'è ancora, quindi dovremo trovare delle soluzioni alternative ed efficienti".
Ritornando a parlare della sfida di sabato pomeriggio, che precederà la sosta dovuta alle nazionali ha aggiunto: "Sabato sarà la quinta partita in nove giorni.
La squadra sta bene, giocheranno i migliori, quelli più in forma.
Sappiamo che chi rimane in panchina può sempre intervenire per dire la propria.
Dopo questa sfida avremo la sosta e daremo modo a tutti di recuperare il fiato.
La sosta? Penso che arrivi nel momento giusto.
Qualcuno ha giocato più del previsto e tirare il fiato ogni tanto fa bene.
Sarebbe il massimo chiudere questo primo ciclo con un risultato positivo.
Un'altra partita importante conclusa con un risultato positivo sarebbe fondamentale".
Spronando i suoi ragazzi a dare il massimo in vista della prossima gara, il tecnico ex Milan e Bologna ha poi aggiunto: "Abbiamo un buon equilibrio ed una certa consapevolezza. Pensavo ci volesse un po' più di tempo.
I ragazzi sono stati bravi a lavorare ed a credere in ciò che facciamo.
Certo avremmo potuto fare anche qualcosa di più, come la partita con l'Entella, ma stiamo andando bene.
Ora, però, chiedo l'aiuto a tutti voi, perché siamo tutti sulla stessa barca e remiamo nella stessa direzione.
Dobbiamo stare uniti e vicini a questa grande squadra che ha un grande gruppo e ve lo assicuro io che ho lavorato in tanti ambienti".
In seguito, Inzaghi non ha risparmiato i propri complimenti per Kragl, pedina rivelatasi fondamentale per lo scacchiere giallorosso, dopo un inizio un po' in ombra: "Può giocare ovunque.
E' un jolly importante, mi ha dimostrato di stare bene fisicamente.
Può ricoprire qualsiasi ruolo, secondo me, quando è così in forma".
In conclusione: "L'imbattibilità? Non è un peso, deve darci grande orgoglio.
La mia squadra si merita queste soddisfazioni.
Speravo raggiungessimo questi livelli di solidità, soprattutto dal punto di vista difensivo.
Mi fa piacere esserci riuscito sin dall'inizio".

comunicato n.125797



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 199198005 / Informativa Privacy