Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1550 volte

Benevento, 01-10-2019 16:25 ____
Nasce il nuovo gruppo consiliare "Patto Civico" che fa strame di quanto sin qui "fatto" dall'Amministrazione Mastella
Debbono essere considerati fuori dalla maggioranza, sussurrano al momento i loro colleghi ma un incontro in tal senso con il sindaco ancora non c'e' stato. Le accuse di inefficienza al Palazzo degne di rappresentanti dell'opposizione
Nostro servizio
  

Il sindaco, il presidente del Consiglio comunale ed il segretario comunale sono stati formalmente informati della costituzione di un nuovo gruppo consiliare denominato: "Patto Civico".
Di esso fanno parte Vincenzo Sguera, che ne è il capogruppo, Luca Paglia e Luigi Scarinzi.
Continua a frammentarsi la maggioranza a Palazzo Mosti con il rischio che diventi sempre più meno governabile.
Ma il problema è anche un altro.
Oggi c'è stata la riunione dei capogruppo presieduta da Luigi De Minico e di cui parliamo in altra parte del giornale, a cui Sguera ovviamente non ha potuto ancora partecipare in quanto essendo il suo un gruppo completamente nuovo, senza le insegne cioè di partiti o movimenti che abbiano partecipato all'ultima competizione elettorale, dovrà attendere la comunicazione che se ne farà in Consiglio comunale.
Tuttavia, dai colleghi di maggioranza abbiamo ascoltato dichiarazioni non lusinghiere nei loro confronti.
Per il momento a bassa voce.
In pratica non li vogliono in maggioranza.
Abbiamo obiettato: Ma con "I Moderati" non avete agito allo stesso modo o meglio l'accenno lo avete fatto tempo fa ma poi è stato smorzato dal sindaco che ha detto di andare avanti visto che votavano con la maggioranza.
Ci è stato risposto che qui si tratta per due terzi di consiglieri non eletti con la maggioranza. Il che è cosa diversa da "I Moderati".
insomma, si vedrà ma ben difficilmente Mastella vorrà privarsi di questi tre voti che forse non sono da ultima spiaggia per la sua Giunta, ma che se dovessero sommarsi a qualche altro malpancista, allora sì che il problema sarebbe serio.
Ma anche i componenti del nuovo gruppo hanno da ridire.
Non è piaciuto ovviamente il fatto di essere stati messi alla porta da "Forza Italia", perché, comunque lo si voglia chiamare il gesto, questo è avvenuto.
Ed in tutto questo il sindaco Mastella, che è sindaco di Forza Italia, nion ha mosso un dito per tutelare la integrità del gruppo.
Se è chiamato fuori cercando di ridurre la vicenda ad una polemica tutta interna a Forza Italia. Come se lui appartenesse ad un altro partito...
Saremmo stati meglio in sei, magari con Luca Paglia all'interno, che ora in tre, ma tant'è, ci è stato detto da Sguera, il nuovo capogruppo.
Insomma, la vicenda è complessa è non è ancora emersa completamente e quando lo sarà, forse la poltrona del sindaco non sarà più tanto sicura così come si vorrebbe far apparire ancora oggi.
Anche perché questo gruppo di tre consiglieri, non la manda a dire e le criticità dell'Amministrazione comunale le evidenzia e da tempo.
"Tale gruppo - si legge nella nota inviata alla Stampa - trova la sua ragione e motivazione nella presa d’atto di rilevanti criticità finora irrisolte dall'Amministrazione; la finalità è rappresentata pertanto dalla esigenza di un immediato rilancio delle attività amministrative ed in particolare dalla necessità di raggiungere in tempi brevi i seguenti obiettivi: risoluzione problematiche inerenti lo Stadio "Vigorito", al fine di poter garantire una gestione pluriennale della struttura comunale; attuazione di ogni iniziativa utile a consentire una rapida risoluzione della procedura di dissesto, ivi compreso la richiesta di sostituzione dei commissari, attesa la loro inerzia nell’autoorganizzarsi così come previsto dall'articolo 253 del Testo Unico sugli Enti Locali; apertura del Centro Malies; riqualificazione dell'area Cellarulo; avvio procedure legali nei confronti di Zamparini, nel rispetto degli obblighi previsti nelle convenzioni pregresse; chiarimenti in ordine alla destinazione dell’immobile sito in piazza Duomo (quello che improvvidamente, vista la valenza internazionale degli architetti che lo hanno progettato, il sindaco Mastella continua a chiamare "mamozio", in tono dispregiativo, ndr); monitoraggio dell'attività del commissario governativo in merito alla realizzazione dei depuratori cittadini; maggiore attenzione alla pulizia ed al decoro della città; implementazione delle attività dell'Assessorato all'Urbanistica, ad oggi decisamente in ritardo, ponendo mano a questioni ataviche quali la variante al Piano Urbanistico Comunale, la trasformazione del diritto di superficie, la riscossione degli oneri di urbanizzazione evasi; riorganizzazione del personale in servizio presso il Comune; rilancio delle politiche sociali inclusive anche attraverso un rinnovato dialogo con i soggetti rappresentativi del terzo settore; programmazione delle attività comunali condivisa con gli operatori nel settore dell’imprenditoria, del commercio e dell’ agricoltura; valorizzazione del centro storico; definizione di una precisa tempistica con riguardo alla programmazione ed esecuzione di opere infrastrutturali di primaria necessità nelle contrade (acqua, luce, gas, marciapiedi eccetera); assunzione di indirizzi definitivi in materia di sicurezza delle scuole.
La realizzazione dei suddetti obiettivi rappresenta la risposta coerente e necessitata al mandato elettorale ricevuto, e richiede il massimo senso di responsabilità da parte di tutti i protagonisti dell'azione amministrativa, a cominciare dai consiglieri comunali il cui pieno coinvolgimento nelle dinamiche decisionali può e deve costituire la premessa per un proficuo e soddisfacente esito della consiliatura in corso".
Chi dei lettori è arrivato sin qui, difficilmente può immaginare che questa sia una nota vergata da consiglieri che dalla maggioranza restano in maggioranza.
E' una nota da opposizione che fa strame di quanto sin qui fatto, ovvero non fatto, dall'Amministrazione Mastella e che alimenterà certamente la fronda di chi vuole che i consiglieri comunali di "Patto Civico" debbano essere ritenuti fuori dalla maggioranza che regge le sorti dell'Amministrazione di Palazzo Mosti.

comunicato n.125730



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 199199242 / Informativa Privacy