Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1328 volte

Benevento, 10-09-2019 19:36 ____
Tante le proposte per dare finalmente una stabilita' di transito e sosta nel centro storico. Si apre anche a piazza Arechi II
Il comandante Fioravante Bosco: Attendo disposizioni dall'Amministrazione. Isola pedonale rigida o flessibile? Duro Paolo Palummo: Al corso Garibaldi non si fanno acquisti perche' non si offrono adeguati beni e servizi all'utenza
Nostro servizio
  

L'assessore al Commercio Oberdan Picucci ha convocato nuovamente un Tavolo di confronto tra i commercianti ed i residenti del Centro Storico.
Con lui anche l'assessore alla Mobilità, Felicita Delcogliano, il presidente della Commissione di riferimento, Angela Russo, il presidente della Commissione Commercio, Mimmo Franzese ed il comandante della Polizia Municipale, Fioravante Bosco.
L'impressione è che col passare degli incontri anche il confronto si faccia più concreto, che molti angoli si possano smussare ed alla fine ci sia la possibilità di instaurare un dialogo necessario in quanto, ma questo è stato ribadito da tutti, con la contrapposizione non si va da nessuna parte.
I lavori sono stati aperti da Oberdan Picucci che ha riassunto le problematiche affrontate nel precedente incontro in cui ci si lasciò affermando che nel prossimo, quello di oggi, appunto, si sarebbe parlato di mobilità, transito e sosta, dunque, nel centro storico.
E così è stato.
Paolo Palummo, del Comitato di Quartiere Centro Storico rappresentato anche dal presidente Carlo Cennamo, ha descritto il centro storico come una vasta area che, forse tra le poche in Italia, ha vari parcheggi a suo ridosso e dunque se le regole si rispettano, non c'è bisogno di chiedere altro ma solo di organizzare al meglio quello che c'è e che è sufficiente.
Si potrebbe aggiungere addirittura un altro spazio alla sosta e cioè l'area mercatale di piazza Risorgimento quando questa è sgombera dai commercianti.
Felicita Delcogliano ha anche informato i presenti che nel corso dell'ultima riunione avuta con i rappresentanti dell'Azienda Trotta, l'Azienda si è impegnata a rimettere in funzione il megaparcheggio riorganizzandolo anche con gli ascensori.
Peraltro è stato mostrato anche un video che ha calcolato il tempo occorrente, pochi minuti, per giungere dall'area di sosta al centro della città.
Oberdan Picucci è tornato anche sulla richiesta della istituzione di navette per collegare il centro alle altre zone della città. Quella istituita, anche con sacrifici economici, dall'ipermercato "I Sanniti" fino alla zona della Madonna delle Grazie, nei giorni della festa, è stata completamente disattesa: Zero passeggeri.
E qui si è inserito Gennaro Del Piano adducendo la scarsa pubblicità data all'iniziativa la colpa di questa mancata partecipazione.
In altre città queste navette esistono e vanno benissimo visto al punto che sono state adottate anche dai nostri paesi soprattutto d'estate quando si fanno le feste con grande partecipazione di pubblico.
Un accenno Delcogliano ha fatto anche relativamente al Piano Traffico, commissionato oramai da un paio d'annio al tecnico Spinosa, Piano che sembra essere in dirittura d'arrivo.
L'assessore, a proposito di via Annunziata che tornerebbe a cambiare senso di marcia, cosa questa invisa ai residenti, ha chiesto che venisse organizzata una raccolta di firme in tal senso da consegnare al Comune visto che sono state circa 170 le richieste avanzate dalla gente e dai comitati e che si stanno esaminando nell'ambito del nuovo Piano Traffico.
A tale riguardo, il presidente Cennamo ha ricordato all'assessore che il suo Comitato lo scorso giugno ha già depositato all'Assessorato una circostanziata relazione su transito e sosta nel centro storico.
Carmine, di "Mino's", ha rilevato che a piazza Piano di Corte ci sono commercianti che consegnano anche il cibo a domicilio ma per farlo, anche in inverno, hanno bisogno di potersi avvicinare ai loro locali con delle auto autorizzate. Al momento non hanno la possibilità né della sosta e né del transito.
Gennaro Del Piano ha proposto poi di aprire alla sosta anche piazza Arechi II.
Mimmo Franzese ha detto che questa è una idea su cui si sta riflettendo.
Si potrebbe lì organizzare un varco non attivo dalle 9.00 alle 13.00; attivo invece dalle 13.00 alle 16.00 disattivandolo nelle restanti ore e riattivandolo dalle ore 20.00 al mattino successivo, questo per piazza Arechi II.
L'idea di Franzese è sembrata essere estremamente sbilanciata nei confronti dei commercianti.
Si ridiscuterà così come si potrebbe pensare ad una sosta a tempo.
Franzese ha anche detto che sono stati riscontrati circa 550 posti auto che non hanno strisce colorate e cioè, né bianche, né gialle e né blu.
Gennaro Del Piano è tornato su piazza Arechi II proponendo la istituzione magari di un ticket da inviare via internet alla centrale dei Vigili Urbani per modo che si autorizzi, chi non ha il permesso, la sosta per il tempo necessario agli acquisti a farsi.
Palummo ha comunque tenuto a sottolineare che i problemi del commercio lungo corso Garibaldi non si risolvono né con l'autobus elettrico, né con i parcheggi.
A Benevento la gente non acquista, ha detto il commercialista, perché i commercianti non offrono adeguati servizi e beni all'utenza.
Luigi Marino, sempre del Comitato oltre che presidente del Rotary Club, ha ribadito che il Comune deve fare in modo che non si chiuda più il transito per via Manciotti mettendo un palco per manifestazioni dinanzi all'Arco di Traiano.
Ha sollecitato poi una nuova cartellonistica, che indichi anche il senso di marcia, nel centro storico dove essa non esiste proprio più.
Non sarebbe poi sbagliato mettere o rimettere una specchio dopo via III Settembre per arrivare all'Arco di Traiano.
E' tornata d'attualità anche la vicenda di piazzetta Verdi, una zona bellissima del Trescene, dove in pratica la sosta non dovrebbe essere consentita ma si pratica anche perché su quella piazza affacciano ben quattro attività commerciali.
A prendere la parola è stato quindi Fioravante Bosco, comandante della Polizia Municipale, il quale riguardo a piazza Verdi ha consigliato la sosta a piazza Piano di Corte.
Quindi ha comunicato che è cominciata anche la lotta ai parcheggiatori abusivi. Oggi ne sono stati multati due.
Se c'è la recidiva per loro ci sarà una denuncia penale.
Bosco ha anche detto che egli è in attesa di direttive dell'Amministrazione riguardo gli atteggiamenti da assumere.
Cioè corso Garibaldi è da intendersi rigidamente isola pedonale o si vuole adottare per essa una visione più flessibile.
E' ovvio che l'atteggiamento anche della municipale debba cambiare a seconda di queste indicazioni (si è parlato anche dello spazio, ampio, di piazza Mazzini che attualmente è occupato praticamente per intero da stalli riservati alla Guardia di Finanza, cosa questa che, con l'assenso dell'interessato, a breve terminerà).
Se optiamo per una gestione flessibile sarà anche poi ben difficile da giustificare il passaggio delle auto e non quello delle biciclette.
Ci dovrà essere poi anche una nuova cartellonistica con segnali di preselezione per evitare che gli automobilisti, anche di fuori città, si possano trovare dinanzi ad un "muro" di divieto che non gli consente più di muoversi.
Bosco ha anche denunciato la enormità dei permessi di transito e sosta nel centro storico. Si parla di 3/4000mila perché il centro storico, ha detto peraltro Franzese, è considerato anche parte del rione Libertà.
Per non parlare poi dei permessi ai disabili che andrebbero tutti ricontrollati perché si usano anche pass di invalidi morti da anni.
Quando si riscontrano si ritirano, ma non sempre è possibile individuarli.
Bosco ha detto che per il futuro è stato chiesto che il rilascio delle autorizzazioni venga affidato al Corpo della Polizia Municipale e comunque sarebbe bene azzerare tutto e cominciare daccapo con altro intento.
Riguardo le telecamere ai varchi del centro storico c'è la problematica dell'arrivo del segnale a Palazzo Paolo V e che per trasferirlo poi al comando della Polizia Municipale a via Santa Colomba l'immagine perde in nitidezza.
Comunque non passerà più molto tempo per l'attivazione del servizio di videosorveglianza ai varchi del centro storico cittadino.
Per quanto riguarda tutte le altre, sono circa 200, non servono quasi a nulla, tranne quelle poste nella Villa Comunale.
Man mano che si romperanno, saranno sostituite con macchine moderne.
infine, Bosco ha partato di dati tranquillizzanti per quanto attiene la movida.
L'auto della Polizia Municipale posta a sbarrare l'ingresso di via Mario La Vipera, ha risolto molti problemi.
La riunione l'ha conclusa l'assessore Picucci che ha annunciato la prossima nel corso della quale saranno date risposte alle argomentazioni di oggi.
L'assessore ha chiesto al comandante Bosco maggiori controlli sul volume della musica perché, ha concluso Picucci, per una persona che contravviene alla regole, si generalizza e si accusa una intera categoria.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

comunicato n.125181



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 197319125 / Informativa Privacy