Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 731 volte

Benevento, 09-08-2019 09:30 ____
Corto circuito a Ponte sul Forum della Gioventu' mediante la pubblicazione di atti contraddittori da parte del Comune
Non resta che attendere una prossima convocazione consiliare con all'ordine del giorno la modifica e l'adeguamento dell'apposito Regolamento, sperando sempre che sia la volta buona
di Giacomo De Angelis
  

Mentre in altre realtà vicine il Forum della Gioventù è operativo e si distingue per iniziative davvero pregevoli e anche invidiabili, come quella del Forum di Foglianise che il 15 giugno scorso ha siglato il gemellaggio con la Città di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, a Ponte permane una situazione di stallo anche per un corto circuito provocato dall'Amministrazione comunale.
Non ce ne vogliano amministratori e supporter ma, sulla questione del Forum della Gioventù, sindaco e collaboratori hanno pubblicato una serie di atti contraddittori quanto singolari che non hanno ovviamente eliminato il black-out che da qualche anno caratterizza quest'importante opportunità formativa e di crescita sociale dei giovani.
Tuttavia, prima di elencare questi atti, va premesso che il Comune di Ponte ha istituito già dal 2005 il Forum della Gioventù, approvandone il relativo regolamento.
Va anche detto che, dopo qualche iniziale incertezza, e grazie all'attenzione riservata a tale opportunità giovanile dall'Amministrazione comunale del sindaco Domenico Ventucci, in particolare dall'assessore Gianni Fusco, il Forum prese corpo ed ebbe anche l'opportunità di dimostrare attivismo e capacità.
A tal proposito. ricordiamo la prima sua manifestazione che ebbe un apprezzamento unanime: "Ri... Usciamo", svoltasi il 2 marzo del 2014 per riesumare il Carnevale pontese.
Ebbene, veniamo all’attualità, anche l'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marcangelo Fusco è intervenuta sul Forum.
Lo ha fatto lo scorso mese di novembre quando ha inserito all'ordine del giorno il punto: "Approvazione regolamento di disciplina del Forum dei Giovani".
Tuttavia, a seguito dell'intervento della minoranza comunale, l’argomento fu rinviato ad altra seduta per la necessità di acquisire ulteriori riferimenti normativi.
Quale fosse in tale occasione la proposta della maggioranza consiliare non è dato sapere giacché nel verbale della seduta nulla è stato riportato.
Si legge solo che il rinvio era stato determinato dal contrasto tra le indicazioni che la Regione aveva dato al consigliere Simeone (ma quali?) e quelle che, invece, il cooordinatore provinciale aveva dato al capo gruppo di minoranza, Achille Antonaci.
Tutto qui.
Tuttavia, il 25 luglio scorso, dopo ben otto mesi da tale seduta, sul sito istituzionale del Comune è stato pubblicato un avviso, a firma del "consigliere delegato", Luca Simeone, con cui s'informava che erano praticamente aperte le iscrizioni all'assemblea del Forum.
Tale iniziativa aveva per certi versi sorpreso giacché in contrasto con quanto dichiarato dal sindaco nella seduta consiliare di novembre 2018, ovverosia la ridiscussione dell'argomento Forum della Gioventù in altra seduta.
A sorprendere, comunque, è stato anche il titolo dell'avviso "Istituito il Forum della Gioventù e approvato il relativo regolamento - Iscrizioni e candidature" quasi a voler significare che l'attuale Amministrazione comunale avesse anche istituito il Forum e approvato il regolamento.
Nulla di tutto ciò, ovviamente, come d'altronde poi è emerso leggendo l'avviso stesso che richiamava i regolamenti approvati nel 2005 e 2006.
Si è trattato di un banale errore di forma dell’avviso, dunque.
Ad ogni modo, dopo cinque giorni da tale iniziativa, il 30 luglio, il sindaco ha ripubblicato analogo avviso, precisando di aver dovuto annullare il precedente, quello del 25 luglio, perché "per mero errore materiale nello stesso veniva riportata in calce la dicitura "Il consigliere delegato".
Tale rettifica ha originato altri interrogativi. Non esiste, dunque, delega, o il delegato non è autorizzato a firmare e pubblicare informative?
Inoltre, ma tale iniziativa del delegato non era stata preventivata e concordata?
Ma le sorprese e le rettifiche non sono finite qui.
Infatti, sono trascorsi due giorni e, il 1° agosto, il sindaco ha pubblicato un altro avviso con cui (udite, udite!) ha annullato anche il suo precedente avviso di rettifica.
A motivarlo, come si legge nelle premesse, è il contrasto del regolamento sul Forum (quello del 2005, modificato nel 2006) con la vigente regolamentazione regionale per quanto concerne la composizione di tale organo collegiale.
Crediamo che, alla luce di tutto ciò, sia inevitabile che questa vicenda di tre avvisi rettificati e annullati nel giro di sei giorni possa originare una qualche comprensibile perplessità per un'evidente confusione dimostrata dall'Amministrazione comunale su questa questione.
A questo punto, non ci resta che... attendere una prossima convocazione consiliare con all'ordine del giorno la modifica e l'adeguamento dell’apposito regolamento, sperando sempre che sia la volta buona e, soprattutto, che la questione sia preventivamente e adeguatamente analizzata!
Ciò, ovviamente, nell'interesse dei tanti giovani per i quali il Forum della Gioventù rappresenta, come detto, un'opportunità di formazione e crescita sociale.

Nella foto, una manifestazione del Forum della Gioventù di Ponte del 2 marzo 2014

comunicato n.124554



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 195366095 / Informativa Privacy