Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2061 volte

Benevento, 07-08-2019 21:40 ____
Claudio Mose' Principe scombussola gli assetti politici e guarda con attenzione al Movimento politico di Giovanni Toti, "Cambiamo"
Quindi evidenzia tutte le contraddizioni di Lucio Mucciacciaro che non essendo stato candidato da Ricciardi ma votato da Peda' ed altri, oggi fa il leghista con il coordinatore provinciale. Quanto a Mastella mi fa sorridere con quei suoi Circoli...
Nostro servizio
  

Avevamo annunciato in un nostro articolo di lunedì scorso che settembre potrebbe essere il mese di importanti avvenimenti politici e di scossoni agli assetti attuali e forse così sarà.
Il riferimento è a quello che viene definito centrodestra in quanto di centrosinistra non c'è notizia, non pervenuta, si diceva una volta.
A scombussolare un po' gli assetti sarà stavolta Claudio Mosé Principe (foto), fin qui o fino ad ieri, punto di riferimento di una parte della Lega, di quella che qui nel Sannio fa capo al sottosegretario Pina Castiello ed all'europarlamentare Lucia Vuolo.
Principe, è noto, che abbia contribuito alla vittoria di Mastella a sindaco della città ma poi questo "idillio" è finito e dunque l'ex assessore comunale ha lavorato per rinforzarsi e per distinguersi dall'ex ministro.
Sin qui non per osteggiarlo apertamente, non ancora, ma per far capire che l'intesa non c'è più e che ciascuno va per la sua strada e che non sempre esse convergono.
E quella di Principe appare essere destinata a mutare nuovamente pur rimanendo sempre nello stesso ambito, quello del cosiddetto centro o centrodestra.
Principe non ci ha smentito rispetto al fatto che egli stia organizzando la strada all'ingresso anche qui in Campania, non solo a Benevento, al movimento di Giovanni Toti, il governatore della Liguria che ha lasciato Forza Italia e che ora ha in animo di costituire un suo movimento politico denominato "Cambiamo".
Principe si sarebbe detto non soddisfatto del suo approccio con la Lega di Salvini da cui, evidentemente, non ha ottenuto gli spazi che pensava di poter avere ed allora ecco l'alternativa: Toti.
Sui particolari organizzativi della nuova avventura politica, magari scenderemo tra qualche giorno, ma al momento Claudio Mosé Principe, ha voluto rappresentarci essenzialmente tutta la sua riprovazione per l'atteggiamento assunto da Lucio Mucciacciaro, il consigliere provinciale che intende essere il capogruppo della Lega alla Rocca dei Rettori.
Non è stato voluto da Luca Ricciardi, attuale coordinatore provinciale della Lega che ha tenuto una conferenza Stampa in cui sia lui che Cantalamessa, non hanno avuto proprio nulla da dire, tranne che presentare o ripresentare, appunto, l'adesione di Lucio Mucciacciaro al partito di Salvini, Mucciacciaro non voluto da Ricciardi, visto che non ha fatto nemmeno la lista per concorrere alla conquista di un seggio alla Provincia ma che oggi è con Ricciardi; ha preso il voto "pesante" di Pina Pedà e dagli altri amici ma poi è andato con Ricciardi a fare il capogruppo accordandosi con Ricciardi, con persone cioè che non hanno più alcun peso nel Movimento di Salvini.
La vicenda di Toti, invece, ci ha detto ancora Principe, la sto seguendo addirittura dallo scorso febbraio ma poi ho lasciato andare anche per l'amicizia che mi lega a Nespoli ed a Castiello (della Lega ndr) che mi ha messo in condizione di dare loro una mano alle europee.
Oggi però la vicenda della Lega non mi entusiasma perché non si danno spazi e perché la presunzione di dire sciocchezze è di moda.
Aggiungo che hanno anche detto delle cattiverie su di me e questo non mi ha fatto piacere (il riferimento ovviamente non è né a Castiello, né a Volo e né a Nespoli).
Riguardo a Toti, Principe sarebbe molto più avanti di quello che si pensa a Benevento.
Claudio Mosé Principe ha concluso dicendoci di essere a favore di Antonio Di Maria e quindi di non riconoscersi in questa linea di aggressività di Mucciacciaro tanto è vero che Claudio Cataudo, l'ex sindaco di Ceppaloni e consigliere provinciale, con la sua presenza in Aula ha mantenuto la volta scorsa il numero legale al Consiglio provinciaie.
Ovviamente essere a favore di Di Maria non significa esserlo anche a favore di Mastella con il quale, pur avendo posizioni diametralmente opposte da lui, continuiamo necessariamente ad averci a che fare.
Aggiungo però che mi fa ridere questa storia dei Circoli a favore di una sua candidatura alla Regione Campania, ma tant'è...
Sin qui Principe che si dice essere in possesso anche dei nomi dei segretari regionali provvisori del Movimento di Toti che organizzeranno la regione.
Poi ci saranno i Circoli ed i coordinatori provinciali.
Lui aspirerebbe a seguire l'organizzazione nei territori di Benevento, Avellino e Salerno.
Ma di questo è ancora presto parlarne così come bisognerà anche valutare questo cambiamento di direzione che effetto avrà sugli stretti amici di Principe: Antonio Verga, Vincenzo Lombardi ed altri.

comunicato n.124523



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 195366485 / Informativa Privacy