Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1788 volte

Benevento, 06-08-2019 14:22 ____
Alla Conferenza Stampa della Lega Lucio Mucciacciaro attacca Di Maria: Non fare che la tua Santa Croce del Sannio diventi Santa Croce di Ceppaloni...
Cerca di essere autonomo e fai qualcosa per i cittadini del Sannio e non solo l'amanuense di Mastella. Cantalamessa glissa sul significato della frase di Mastella in Consiglio comunale: "Il mio amico Salvini". Ricciardi: Siamo per il cambiamento
Nostro servizio
  

Con la proverbiale ora di ritardo, si è tenuta la conferenza stampa indetta dal coordinatore provinciale della Lega Salvini Premier, Luca Ricciardi, una riunione di cui non abbiamo colto il senso in quanto priva di alcuna notizia da dare alla Stampa, ma che evidentemente deve aver avuto una involuzione tra la indizione e la celebrazione.
E' probabile che si attendesse, oltre a Gianluca Cantalamessa, oggi non più segretario regionale del partito ma presidente, anche l'arrivo di qualcun altro che avrebbe dato corpo e consistenza all'evento, ma evidentemente poi così non è stato.
La nostra è solo una ipotesi, ovviamente, frutto di una nostra osservazione e di analisi del fatto.
Proprio a Cantalamessa abbiamo, alla fine dell'incontro, quando la parola è passata ai giornalisti, manifestato questa nostra perplessità prima di chiedergli un commento alla sua diversa collocazione nel partito ed alla frase pronunciata da Mastella in Consiglio comunale... "il mio amico Salvini".
Sta cambiando qualcosa negli equilibri del centrodestra in vista della regionali del prossimo anno, gli abbiamo chiesto?
In verità la risposta di Cantalamessa nei fatti non c'è stata.
Il suo passaggio da segretario politico regionale a presidente, ci ha detto che è dipeso semplicemente dalla crescita del partito che dal 4% è passato al 20% e che quindi ciò ha richiesto una nuova organizzazione interna non potendo egli sopportare da solo il peso di una gestione divenuta complessa.
Peraltro, nessuno più di Raffaele Volpi (il nuovo commissario campano nominato da Salvini ndr) che è stato il fondatore di "Io con Salvini" e che ha cambiato il volto ad un partito che era territoriale e che è divenuto nazionale, può gestire un movimento vasto e variegato come è divenuta la Lega oggi in Campania.
Su Mastella, Cantalamessa non ha risposto, ha solo detto che il rapporto con il centrodestra è secondario rispetto a quello che si ha con i cittadini.
La nostra terra ha bisogno di quella rete tra politica e società civile che sin qui è mancata.
Bisogna guardare al modello lombardo, relativamente al funzionamento delle Istituzioni pubbliche, conservando però orgogliosamente la cultura e l'identità della nostra terra.
Restando grosso modo in argomento e relativamente al regionalismo differenziato, Cantalamessa ha detto che la fame del nostro popolo l'ha conquistata il centralismo statale.
Abbiamo bene in testa cosa fare ed anche le caratteristiche che devono avere le persone che poi queste cose le devono portare avanti.
Cantalamessa ha quindi sottolineato l'attivismo del ministro Salvini che non si ferma nemmeno per il Ferragosto.
Quel giorno, infatti, ha deciso di tenere un comizio sulla spiaggia.
Infine, relativamente all'approvazione del nuovo Decreto Sicurezza ed all'appellativo di legge inumana che ad esso è stato dato, Cantalamessa ha risposto: Io ritengo non sia umano invece che un parlamentare del Pd vada a trovare i detenuti indagati per l'omicidio del vice brigadiere dei Carabiieri Mario Cerciello Rega a cui sono state inflitte 11 coltellate ed anche l'atteggiamento di un figlio di papà che ha buttato un sanpietrino contro un carabiniere.
Questo è inumano.
Lucio Mucciacciaro, il consigliere provinciale che ha aderito alla Lega ed il cui ingresso è stato nuovamente salutato con simpatia e stima da Ricciardi, si è intrattenuto a parlare della vicenda dei rifiuti nel Sannio ed in particolare ha parlato della Samte, una società interamente di proprietà della Provincia che avrebbe dovuto agire per il tempo necessario alla nascita dell'Ato rifiuti e che invece va avanti da dieci anni con un numero di dipendenti, 52, spropositato rispetto al reale fabbisogno e che comporta una spesa di circa 800mila euro l'anno.
L'Ato rifiuti è silente e così il suo presidente mastelliano.
Alla riunione con la Commissione di sindaci oltre al presidente Di Maria, ha proseguito Mucciacciaro, è stato presente il suo attendente Renato Parente ed a loro dico di portare libri della società in Tribunale e di far fallire la Samte decretando così anche il loro fallimento.
La tassa che vogliono farci pagare, tassa non è e non è nemmeno una tariffa e neanche una imposta.
Che dicano no a questo pagamento 70 sindaci, qualcosa vorrà pure dire o no?
Caro presidente Di Maria, ha detto Mucciacciaro, fai qualcosa di Destra e non fare che la tua Santa Croce del Sannio diventi Santa Croce di Ceppaloni.
Cerca di essere autonomo e fai qualcosa per i cittadini del Sannio e non solo l'amanuense di Mastella.
Non ci sono, ha ancora detto Mucciacciaro, idee di destra o di sinistra, ma solo idee che funzionano ed altre no.
Quelle della Lega funzionano, c'è poco da dire e da fare.
Ad aprire i lavori della Conferenza Stampa, è stato Luca Ricciardi (nella foto d'apertura è con il papà Roberto) che ha salutato Mucciacciaro che rappresenta in Consiglio provinciale il primo partito del Sannio con il 28% dei consensi e la presenza di Sabino Morano, coordinatore della Lega di Avellino.
Gli elettori hanno indicato la direzione, ha detto Ricciardi, ad un partito che vuole cambiare le cose anche nella nostra realtà locale.
Ci sono tanti eventi in città ma che non scaricano sviluppo sul territorio e non possono farlo peraltro se non ci sono adeguate infrastutture a sorreggerlo.
Ricciardi ha anche avuto parole di ringraziamento per Gianluca Cantalamessa che sta ponendo il massimo del suo impegno per portare la Lega ad un grande livello organizzativo e per poi infondere una grande trasformazione in positivo nella qualità delle prestazioni rese dalla Regione Campania.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

comunicato n.124485



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 195365887 / Informativa Privacy