Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 543 volte

Benevento, 11-05-2019 17:39 ____
Calcio, Serie B: Colpaccio del Benevento che nell'ultima giornata della regular season vince per 2-3 sul terreno della capolista Brescia
A decidere la sfida una magia di Armenteros, autore di una doppietta. Nel finale Gori para un rigore al capocannoniere Donnarumma. Ottima la prestazione dello sloveno Vokic al suo esordio del primo minuto
di Luca Pietronigro
  

Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Mateju; Dessena (71' Spalek), Tonali (60' Viviani), Bisoli; Tremolada (81' Lancini); Donnarumma, Torregrossa. A disposizione (Andrenacci, Gastaldello, Ndoj, Martinelli, Dall'Oglio, Curcio, Cortesi, Morosini, Semprini) Allenatore Eugenio Corini

Benevento (4-3-1-2): Gori; Letizia, Volta, Antei, Di Chiara; Tello, Crisetig, Buonaiuto (76' Improta); Vokic (80' Goddard); Armenteros (66' Bandinelli), Insigne. A disposizione (Montipò, Zagari, Gyamfi, Caldirola, De Caro, Di Siero, Pastina, Viola, Volpicelli) Allenatore Cristian Bucchi

Arbitro: Luigi Pillitteri di Palermo
Assistenti: Giuseppe Borzomì di Torino e Marco Chiocchi di Foligno
IV Uomo: Maria Marotta di Sapri
Reti: 3' autorete Di Chiara, 8' Armenteros, 30' Bisoli, 35' Insigne, 53' Armenteros
Ammonito: Mateju (Bs)
Angoli: 5-4
Recupero: 0' pt; 5' st.

Gol e spettacolo nella ultima gara della regular season del Benevento Calcio che ha espugnato per 2-3 il terreno della capolista Brescia.
Una partita che aveva ben poco da dire per quanto riguarda la classifica di entrambe le formazioni, con i lombardi ormai sicuri del primo posto e, quindi, della promozione in Serie A, ed i sanniti quarti e certi di doversi giocare ai play-off le speranze di poter accedere alla categoria superiore.
Ne è scaturita una partita emozionante, in cui la Strega si anche tolta lo "sfizio" di rovinare, in parte, la festa alle rondinelle conquistando un successo utile per il morale in vista degli spareggi dove i giallorossi affronteranno, salvo stravolgimenti della classifica che potrebbero giungere dopo le decisioni della giustizia sportiva sul caso Palermo, la vincente della sfida tra Pescara e Cittadella, rispettivamente quinta ed ottava.
Da segnalare, nel Benevento, l'ottima prestazione dello sloveno Vokic, schierato dal primo minuto, e dello svedese Armenteros, autore di una doppietta con la seconda marcatura che è stata una vera e propria magia.
Una menzione speciale, invece, la riserviamo a Ghigo Gori, autententica bandiera dei sanniti che, a 39 anni suonati, all'esordio stagionale, ha sfoderato una prestazione super neutralizzando anche un calcio di rigore al capocannoniere della B, Alfredo Donnarumma.
Venendo alla cronaca, Cristian Bucchi, alle prese con le tante assenze vuoi per le scelte tecniche, vuoi per gli infortuni, conferma il 4-3-1-2 delle ultime settimane, dando spazio a chi ha giocato meno.
Così davanti a Gori ci sono Letizia, Volta, Antei e Di Chiara. A centrocampo il regista è Crisetig con Viola in panchina con Tello e Buonaiuto ai suoi fianchi. In avanti con Armenteros e Insigne c'è il citato Vokic.
Eugenio Corini si affida anche lui al 4-3-1-2 con Tremolada dietro la coppia d'oro del torneo cadetto composta da Donnarumma e Torregrossa.
Che la partita sia bella lo si nota sin da subito con il Brescia che al 3' passa in vantaggio con Tremolada che, dalla sinistra, mette al centro un bel pallone su cui Di Chiara, nel tentativo di anticipare Torregrossa, mette alle spalle di Gori.
Il Benevento non ci sta e prontamente pareggia con Vokic il quale, dalla sinistra, mette al centro un bel pallone su cui svetta di testa Armenteros che batte Alfonso.
Al 14' Torregrossa viene servito al limite e con una finta di corpo si libera dei difensori sanniti e fa partire una conclusione rasoterra che Gori blocca senza troppi problemi.
Sei minuti dopo, dalla destra Letizia effettua un traversone su cui di testa interviene Insigne ma Alfonso in tuffo respinge la minaccia.
Al 28' il Brescia va, di nuovo, vicino al gol sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Tremolada su cui interviene di testa Crisetig che impegna severamente Gori che vola e manda in angolo.
Alla mezz'ora, i padroni di casa passano in vantaggio con Tremolada che serve Bisoli il quale si inserisce e di testa insacca tra Gori e il palo.
Imminente è la risposta dei sanniti con Buonaiuto che viene trovato da Insigne sul secondo palo ma la sua conclusione viene respinta da Alfonso con l'aiuto di Sabelli.
Al 35′ il Benevento, però, pareggia; Tello recupera un pallone a centrocampo, entra in area di rigore e serve Insigne che, di prima intenzione, calcia e batte Alfonso.
La ripresa si apre subito con il vantaggio, questa volta, della Strega con Armenteros il quale riceve un pallone in area da Letizia e, con un colpo di tacco, mette alle spalle di Alfonso.
Al 10′ Torregrossa cerca il pareggio con un colpo di testa da buona posizione, ma la sfera è larga.
Tre minuti dopo è ancora Benevento con un sinistro a giro di Insigne su cui Alfonso si distende e mette in angolo.
Tra i sanniti fanno il loro ingresso in campo Bandinelli, Improta e Goddard per Armenteros, Buonaiuto e Vokic, nel Brescia, invece, ci sono Viviani, Spalek e Lancini per Tonali, Dessena e Tremolada.
Al 21' Bisoli prova a sorprendere Gori con un pallonetto al volo con la sfera che termina di poco fuori.
Al 42' è ingenuo il fallo di Bandinelli su Torregrossa in area. Per il direttore di gara è rigore.
Della battuta se ne incarica il bomber Donnarumma che, però, calcia male e la sua conclusione viene neutralizzata da Gori.
E' l'ultima emozione del match e della stagione regolare del Benevento che, ora, concentrerà tutte le sue attenzioni sui play-off.

comunicato n.122182



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 187852039 / Informativa Privacy