Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1349 volte

Benevento, 09-05-2019 15:43 ____
Sala stracolma di alunni delle scuole elementari all'Istituto Comprensivo "Sant'Angelo a Sasso" per parlare del Grande Torino
Nell'anno del 70esimo anniversario dalla tragedia di Superga, i ragazzi si sono fatti trascinare dalla leggenda rappresentata in un filmato d'epoca. Michele Ruscello, Daniele Capossela e Luca Maio hanno tratteggiato i valori dello Sport
Nostro servizio
  

Sala stracolma di alunni delle scuole elementari all'Istituto Comprensivo "Sant'Angelo a Sasso", tutti attenti ed interessati al racconto che Daniele Capossela e Luca Maio, del Toro Club Benevento "Pedro Mariani", hanno voluto fare nell'ambito delle celebrazioni del 70esimo anniversario della tragedia di Superga, nel corso della quale morirono 31 persone e tra queste praticamente l'intera squadra del Torino che in quegli anni, siamo nel 1949, costituiva anche i 10/11 della Nazionale di Calcio.
A dare il benvenuto agli ospiti, è stato il dirigente Michele Ruscello che ha parlato dei valori fondamentali dello Sport.
Nel Calcio degli anni del Dopoguerra, in particolare, essi erano molto significativi anche perché c'era meno professionismo, nel senso deteriore del termine e veniva dato molto più risalto ai reali valori dello Sport.
Effettimente, ha ripreso Capossela, era un modo completamente diverso di concepire il Calcio.
I calciatori amavano stare tra la gente, tra i tifosi ed i simpatizzanti.
Oggi magari saranno campioni, certamente, ma solo nel fare un gol perché poi, finita la partita, non trasmettono nulla all'esterno.
I grandi calciatori di una volta erano invece formidabili sia all'interno che all'esterno della loro attività.
Il filmato d'epoca che è stato trasmesso, è stata anche l'occasione per far notare ai giovani finanche l'eleganza dell'arbitro che portava addirittura il fazzoletto in petto, nel taschino della giacca.
Oggi portano le magliette praticamente completamente alzate per far notare... i loro tatuaggi che li invadono per tutti gli arti.
I ragazzi delle elementari hanno interloquito con Capossela e Maio, facendo loro delle domande su questa squadra che è leggenda e si sono appassionati alla vista del filmato storico e rievocativo sulle gesta del Grande Torino.
Ovviamente pur non conoscendolo, mitico è rimasto il nome di Valentino Mazzola, il capitano, mentre alcuni hanno voluto più volte farsi pronunciare il nome del portiere: Valerio Bacigalupo..., un nome magico quanto inusuale.
Il Toro Club Benevento ha esposto anche alcuni reperti d'epoca tra cui i giornali che descrivono la tragedia. Il presidente Capossela ha invece portato con sé la maglia del Torino, una riproduzione realizzata nel centenario dalla fondazione e che rispecchia fedelmente, anche nei colori, quella della squadra del 1949.
Il prossimo appuntamento è già fissato per il prossimo 17 maggio, con inizio alle 10.00, allorquando ci sarà il secondo incontro che vedrà la partecipazione anche di Andrea Pelliccia, tra gli autori del libro "Il Grande Torino. Campioni per sempre".

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

comunicato n.122132



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 187851952 / Informativa Privacy