Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1071 volte

Benevento, 09-03-2019 17:52 ____
Il Partito Democratico riparte dal voto delle Primarie per risalire la china a partire dalle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale
Umberto Del Basso De Caro sottolinea l'ottima posizione raggiunta nel partito regionale e sul nuovo segretario dice: Su di lui una convergenza "anfibia". Una contraddizione tutta interna all'area Zingaretti
Nostro servizio
  

Umberto Del Basso De Caro ha tenuto una Conferenza Stampa per fare il punto sulla situazione politica a seguito del voto alle primarie di domenica scorsa.
Ha esordito ringraziando per la partecipazione di tante persone che hanno affollato i seggi elettorali sia a livello nazionale che locale.
Segno, questo, di vitalità, ma che contiene anche un messaggio: Gli elettori, delusi e amareggiati dall'attuale Governo, hanno deciso di dare fiducia e di scommettere su un candidato in discontinuità con il passato.
A Benevento sono stati espressi oltre 17.000 voti validi.
E' un risultato straordinario che ci consente di ripartire.
I risultati di Abruzzo e Sardegna ci dicono che il Pd ed il centrosinistra, tornano ad essere competitivi e nel sistema tripolare non siamo terzi.
La tendenza del voto in uscita dai 5stelle va verso Salvini, questa è una tendenza che dobbiamo invertire.
Ai nostri elettori, ha proseguito Del Basso De Caro, dobbiamo offrire un'alternativa nuova che abbia un progetto di 10 anni, anche perché le novità durano poco se non sono inserite in un contesto programmatico.
Sulla Tav, io sono personalmente favorevole.
Si torni in Parlamento per decidere se proseguire o no, anche perché non è una linea nazionale ma transeuropea che va da Bordeaux a Kiev, oltre 8 mila km.
Dà luogo a dispute ideologiche e di Governo. Il sindaco di Torino, Chiara Appendino, è stata eletta sul tema della Tav.
Ora sono curioso di vedere come voteranno i piemontesi alle prossime regionali.
Le primarie hanno messo un punto al partito, dopo un anno estremamente precario.
Il meccanismo delle primarie, che io non condivido, è farraginoso.
Domenica 17 marzo verrà eletto Zingaretti come nuovo segretario nazionale.
Il segretario, infatti, viene eletto in Assemblea e vince chi ha più delegati, non chi prende più voti.
E' un po' come in America con i Grandi Elettori.
Per Zingaretti, ovviamente, non ci sono problemi.
Lo stesso vale per il segretario regionale, Leo Annunziata, che verrà eletto all'Assemblea che, probabilmente, si tiene una settimana dopo quella nazionale e quindi la domenica seguente.
A Benevento sono stati eletti 4 delegati all'Assemblea Nazionale, ha proseguito Del Basso De Caro: Due uscenti, Antonella Pepe e Raffaele Del Vecchio e due nuovi, Carmine Valentino e Mino Mortaruolo.
Sul piano regionale la mia candidatura è arrivata all'ultimo minuto.
Il mio obiettivo era di marcare una presenza territoriale.
Ci sono riuscito.
Penso di essere il vincitore, perché da solo, senza sostegno alcuno, vado oltre il 25% dei voti.
I nostri territori ora hanno autorevolezza anche nel partito regionale.
Sono stati eletti 12 componenti: 8 con le mie liste, 2 con Annunziata e 2 con Filippelli.
Al nazionale Maurizio Martina a Benevento e provincia è andato oltre il 58%, prima provincia in regione.
É arrivato primo anche a Salerno ed Avellino, ma senza la maggioranza assoluta.
Al regionale io ho avuto il 66% circa nella nostra provincia.
Sottolineo la novità sul piano regionale: Nessuno dei 12 eletti era uscente e abbiamo eletti di ottima qualità.
Ora dobbiamo impegnarci da subito per i prossimi appuntamenti.
Domani si vota per le provinciali, a maggio per le amministrative anche in vari comuni in provincia e per le europee.
A questo proposito, in ogni articolo anche sulla stampa nazionale si fa riferimento a quella data per il contrasto tra forze sovraniste ed europeiste, una disputa che dá una maggiore percezione a queste elezioni.
Dobbiamo impegnarci da subito per ottenere un risultato migliore di quello dello scorso anno.
Carmine Valentino, che ha preso la parola dopo Del Basso De Caro, ha ringraziato il parlamentare precisando che è un onore avere un proprio dirigente non solo al governo ma anche come candidato alla segreteria regionale.
Voglio sottolineare l'impegno messo in campo e la qualità delle 15 liste a supporto di Del Basso De Caro in tutta la regione.
Siamo già al lavoro per le amministrative per mettere in campo gli uscenti, i nuovi e le esperienze fatte nel partito anche con liste civiche.
Saluto e ringrazio, ha ancora detto Valentino, il capogruppo del Pd in Consiglio comunale Francesco Di Pierro, presente in sala, per l'impegno in un contesto difficile e non semplice.
Il partito è vivo e radicato, lo dimostra il dato della partecipazione da cui bisogna ripartire e che va migliorato.
Ringrazio la Commissione provinciale per il Congresso per il lavoro svolto.
Ora si apre una stagione nuova, sono convinto che la primavera porterà buoni frutti. i dati sono confortanti.
Mino mortaruolo ha sottolineato il riconoscimento politico ottenuto dalle aree interne con queste primarie.
Per le prossime provinciali, amministrative ed europee dobbiamo impegnarci da subito e dare un segnale ai piccoli comuni.
Giovanni De Lorenzo ha sottolineato la grande partecipazione avuta a Benevento città ed ha ringraziato tutti i volontari, uomini e donne, che sono stati presentati dalle 7.30 del mattino alle 3.30 di notte dando una mano al seggio.
Ha ringraziato, inoltre, Del Basso De Caro per avergli dato l'opportunità di essere capolista nella lista democratici e riformisti a suo sostegno e si è detto soddisfatto di intraprendere la nuova esperienza in Assemblea regionale.
Ci ha tenuto a salutare e ringraziare anch'egli Francesco De Pierro, presente in sala, per l'impegno profuso e per il confronto continuo è costante anche nell'ottica dell'opposizione al governo cittadino.
Infine, Antonella Pepe ha voluto fare due osservazioni.
Con le primarie abbiamo avuto un apertura di credito: Una responsabilità da non buttare via per ricostruire un'alternativa credibile ed un partito di nuovo forte. Ha inoltre ringraziato Del Basso De Caro perché attraverso la sua candidatura e la composizione delle sue liste ha introdotto anche nel partito regionale un'idea di rinnovamento.
Carmine Valentino sul voto alle provinciali di domani, ha risposto che l'analisi del voto del Partito Democratico verrà fatta sulla lista approvata dagli organi di partito. Su questo punto Antonella Pepe ha detto che si tratta di una elezione di secondo livello, pertanto non sovrapponibile al Congresso e caratterizzata dalle dinamiche amministrative e territoriali varie.
De Caro ha detto che non gli è stata al momento offerta la presidenza del partito regionale e che, comunque, rifiuterebbe la proposta.
In ogni caso si dovrebbe confrontare con le persone che lo hanno sostenuto.
Ha poi detto che Annunziata ha registrato su di sè una convergenza "anfibia".
Nel senso che molti che hanno votato Zingaretti, al regionale hanno votato Annunziata e non Filippelli.
Ad esempio 3 consiglieri regionali ed ex parlamentari.
Comunque è un problema dell'area Zingaretti. Ora bisogna ricostruire il partito, partendo da Napoli dove da 10 anni non si arriva al ballottaggio.

 

comunicato n.120513



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 183178309 / Informativa Privacy