Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 495 volte

Benevento, 30-11-2018 23:23 ____
Calcio, Serie B: Un buon Benevento strappa un prezioso punto dalla trasferta sul terreno della capolista Palermo
I giallorossi hanno sciupato diverse opportunita' per portare a casa l'intero bottino. Qualche apprensione per gli infortuni di Viola e Letizia
di Luca Pietronigro
  

Palermo (4-3-1-2): Brignoli; Salvi (82' Rispoli), Bellusci, Rajkovic, Aleesami; Haas, Jajalo, Murawski (64' Falletti); Trajkovski; Puscas (89' Moreo), Nestorovski. A disposizione (Pomini, Avogadri, Pirrello, Szyminski, Mazzotta, Accardi, Fiordilino, Chochev, Embalo) Allenatore Roberto Stellone

Benevento (3-5-2): Montipò; Volta, Billong, Di Chiara; Maggio, Tello, Viola (46' Buonaiuto), Bandinelli, Letizia (52' Ricci); Coda, Asencio. A disposizione (Puggioni, Gori, Sparandeo, Antei, Gyamfi, Cuccurullo, Volpicelli, Filogamo) Allenatore Cristian Bucchi

Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta
Assistenti: Manuel Robilotta di Sala Consilina e Edoardo Raspollini di Livorno
IV Uomo: Giovanni Ayroldi di Molfetta
Ammoniti: Jajalo, Rajkovic, Salvi (P); Billong, Maggio (B)
Angoli: 5-5
Recupero: 0' pt; 5' st.

Il Benevento Calcio torna dalla trasferta in Sicilia sul campo del Palermo con un pareggio per 0-0 alquanto positivo.
Una buona prova complessiva quella dell'undici giallorosso che ha dimostrato di essersela giocata fino in fondo, di aver sfiorato la marcatura in diverse occasioni, di aver sudato e lottato quando ce ne era bisogno, riuscendo a controbbattere colpo su colpo agli attacchi degli avversari.
A dare maggior credito alla prova offerta, il fatto che il tecnico Cristian Bucchi abbia dovuto far fronte a diverse assenze per infortunio che si sono aggiunte a quelle di Viola e Letizia che hanno dovuto abbandonare il terreno di gioco prima del triplice fischio del direttore di gara.
Un pareggio, dunque, giunto sul terreno della capolista e di una delle squadre più accreditate alla vittoria finale del campionato, che potrà essere utile sotto il piano morale per affontare al meglio le prossime partite.
Venendo alla cronaca, Bucchi si affida al 3-5-2 già proposto contro al Perugia.
Così davanti a Montipò ci sono Volta, Billong e Di Chiara con il recuperato Maggio e Letizia esterni di centrocampo e Tello, Viola e Bandinelli al centro.
In avanti la coppia composta da Coda e Asencio.
Nel Palermo, Roberto Stellone sceglie il 4-3-1-2 con il macedone Trajkovski dietro le punte che sono il connazionale Nestorovski e l'ex Puscas.
Dopo un paio di opportunità capitate a Coda e Asencio, al 25' è l'attaccante ex Salernitana ad avere un'ottima occasione per segnare, sfruttando di testa una punizione dalla sinistra di Viola con il pallone che termina la sua corsa di poco a lato della porta difesa da Brignoli.
Al 35' ancora il numero nove degli ospiti si rende pericoloso; l'attaccante supera il suo diretto avversario, entra in area di rigore ma la sua conclusione finisce sull'esterno della rete.
Quattro minuti dopo sono i padroni di casa a spingere con Jajalo che appoggia per Nestorvski; l'attaccante, disturbato da Billong, manda la sfera alta.
Prima della fine della frazione, è il turno dell'ex atalantino Hass con un diagonale che vede Montipò bravo a rispondere, mandando la sfera in calcio d'angolo.
La ripresa si apre subito con una brutta notizia per la Strega che è costretta a cambiare, a causa di un infortunio, Viola per dare spazio a Buonaiuto.
Le brutte notizie, però, come al solito, non vengono mai da sole, così Bucchi deve togliere dal campo, a seguito di uno scontro di gioco, anche l'estreno Letizia per dare spazio a Ricci, passando ad una sorta di 4-4-2 molto offensivo con gli esterni che sono l'ex Sassuolo e Buonaiuto con Maggio che scala sulla linea dei difensori.
Al 14' il Benevento sfiora la marcatura con Di Chiara che, dalla sinistra, mette al centro per Coda il quale di testa fa terminare la conclusione alta di poco.
Un minuto dopo, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Volta di testa fa da sponda per l'attaccante sannita che, sempre, di testa schiaccia impegnando in un bell'intervento Brignoli che si salva in corner, spedendo il pallone sopra la traversa.
Nel Palermo fa il suo ingresso in campo l'ex Ternana e Bologna Falletti per Murawski ma è il Benevento a farsi vedere dalle parti della difesa di casa con Buonaiuto il quale, servito da Ricci, fa partite un destro violento che il portiere di casa manda in corner
Al 37' Trajkovski sciupa una occasione clamorosa: Billong, distratto, permette che il pallone giunga sui piedi del numero dieci rosanero il quale, in corsa, mette alto a porta sguarnita.
Un minuto dopo, il Palermo è ancora pericoloso con una doppia conclusione: la prima di Nestorovski, ribattuta da Montipò, e la seconda di Jajalo che si infrange sulla difesa sannita.
Al 47' Asencio ha l'occasione per realizzare il colpaccio ma è chiuso da due avversari e Brignoli riesce ad intervenire prima che l'attaccante batta a rete.
Quindi, nel forcing finale dei siciliani, una punizione dal limite di Nestorovski viene respinta dalla barriera, mentre una conclusione da buona posizione sempre dell'attaccante non trova la porta.
E' questa l'ultima emozione di un match a cui è davvero mancato solo il gol.

 

 

 

comunicato n.118035



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 176538975 / Informativa Privacy