Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 866 volte

Benevento, 29-11-2018 21:23 ____
Il presidente del Consiglio Comunale Luigi De Minico, sulla vicenda Gesesa ritiene di aver trovato la soluzione: Faccia Acea un passo indietro
Il Comune di Benevento a questo punto sottoscriverebbe un modesto aumento di capitale sociale per modo da consentire l'ingresso nella societa' di gestione del Servizio Idrico Integrato, di nuovi Enti locali che vogliono aderire
Nostro servizio
  

Il presidente del Consiglio comunale, Luigi De Minico (foto), è convinto di aver trovato la soluzione per fare in modo che la questione più volte sollecitatagli dai vertici della Gesesa ed ora anche da qualche sindaco del territorio, possa trovare una soluzione.
Il riferimento è alla necessità di un mutamentio dell'assetto del capitale socale della Gesesa che, come è noto, è partecipato per larga maggioranza da Acea con il 58%, Azienda a sua volta partecipata, ma stavolta con quote di maggioranza, dal Comune di Roma, dunque questo capitale sociale deve mutare per quelli che lo detengono attualmente per far posto all'ingresso anche di altri soci.
A De Minico abbiamo chiesto quale è ora la sua idea per uscire da questa situazione che è ferma praticamente da oltre un anno.
Il Comune ha sin qui rinunciato, ci ha risposto, nelle altre operazioni simili fatte da Gesesa e per ultimo, gestione Pepe, con l'ingresso del Consorzio Cabib del valore di circa un 3%, ad aumentare il capitale dovendo sborsare somme che non aveva.
In questo modo ha perso terreno, il Comune, rispetto ad Acea che invece le nuove quote di capitale ha sottoscritto.
A questo punto i consiglieri comunali dell'attuale maggioranza avrebbero dimostrato riluttanza a continuare in questa situazione e così la proposta, peraltro più volte reiterata da Gesesa, è stata tenuta in "frigo".
Ora torna d'attualità e riprende vigore.
E De Minico ci ha detto di essere stato personalmente sollecitato sia dal presidente Abbate che dall'amministratore delegato Ferrari, che peraltro avevano avuto proprio in quelle ore una riunione con il sindaco Mastella, a tenere una riunione con i capogruppo di maggioranza e di minoranza e con tutti i consigleri che vogliano partecipare per spiegare loro l'aumento di capitale utile a dare la possibilità ad altri Comuni di entrare in Gesesa.
Il presidente del Consiglio comunale ha quindi detto ad Abbate di proporre ad Acea una rinuncia stavolta all'aumento di capitale mentre il Comune di Benevento aderirebbe ad un modesto aumento per un valore intorno ai 30mila euro.
Ho parlato di questo anche con la segretaria comunale, ci ha ancora detto De Minico dopo essersi assicurato il via libera da Ferrari e dunque di Acea, per accertarmi sulla possibilità di questo aumento di capitale visto che siamo un Comune in dissesto.
A questo punto, sembra non vi siano più ostacoli da parte del Comune, almeno secondo l'opinione del presidente De Minico.
Ora, bisogna vedere se questa ipotesi risulterà sostenibile ed accettabile da parte della maggioranza di Palazzo Mosti.

comunicato n.118009



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 176538722 / Informativa Privacy