Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1309 volte

Benevento, 02-11-2018 22:19 ____
I parlamentari del Movimento Cinque Stelle ironizzano sull'impegno di Mastella alla Regione: Pensi alla citta' dove risultati non se ne vedono
E sull'esclusione dei Comuni dissestati dal Bando periferie: Entro gennaio daremo una risposta. Diamo al sindaco altri due mesi di campagna elettorale contro di noi ma sappia che i suoi progetti erano insufficienti
Nostro servizio
  

Tre parlamentari, Danila De Lucia, Sabrina Ricciardi e Pasquale Maglione, un sindaco, Giovanni Manganiello di San Nazzaro ed alcuni consiglieri comunali, sono stati presenti alla riunione indetta dal MeetUp del Movimento Cinque Stelle per parlare delle azioni che vengono quotidianamente svolte nei vari Consessi, nazionali e locali.
Non molti i presenti, ma questa oramai è una caratteristica di questo Movimento che recupera quando il consenso deve essere espresso sul simbolo nazionale. Meno quando si tratta di chiamare a raccolta simpatizzanti ed elettori per trasformare il consenso politico in partecipazione locale.
Ad aprire i lavori, è stata Annamaria Mollica, consigliere comunale di Benevento, che ha esposto il lavoro svolto in questi pochi mesi di subentro a Nicola Sguera, un lavoro che si sviluppa più agevolmente nelle Commissione. Più difficile, anzi impossibile, far passare provvedimenti a marchio 5 Stelle in Consiglio comunale.
Mollica ha, quindi, parlato del Regolamento a contrasto delle ludopatie, più volte rinviato a causa di sentenze spesso sfavorevoli proprio ai Comuni.
Napoli l'ha spuntata ma è la Regione che non ha ancora dettato gli orari di apertura e chiusura di queste attività e non ha delimitato le distanze tra le varie sale giochi.
La bozza ora c'è di un Regolamento che viene confrontato con quello predisposto dalla Caritas.
E' intervenuta sulla sicurezza nelle scuole di cui cinque dovrebbero addirittura essere abbattute.
Su questo argomento non c'è stato Consiglio comunale per via di una tecnica dilatoria messa in campo dal presidente De Minico.
Poi il lavoro è proseguito sul Piano Urbano del Traffico e sul Piano Parcheggi la cui bozza non è stata peraltro concordata con la cittadinanza.
Altro problema affrontato è quello del depuratore. Qui Mollica ha riconosciuto a Mastella la capacità di aver recuperato il finanziamento dell'impianto che oramai era andato perduto.
Ora si guarda alla vicenda giudiziaria che ha coinvolto sia il Comune che la Gesesa ed inerente all'affidamento dall'incarico di progettazione ad una società che non è in house del Comune.
Sempre sul tema dell'acqua si sta ora lavorando sulla problematica del referendum a sostegno dell'aspetto pubblico di questo bene primario.
Questo istituto referendario è previsto nello Statuto comunale ma non c'è il Regolamento di attuazione.
Sabrina Ricciardi, senatore, ha parlato del lavoro che viene svolto in Senato e sottolineato gli ottimi rapporti esistenti con gli esponenti della Lega, alleati di Governo.
L'intento di tanti sforzi lavorativi è quello di mantenere fede a quanto sancito dal voto dello scorso 4 marzo.
Pasquale Maglione ha sottolineato anche egli lo sforzo che viene quotidianamente compiuto per rientrare nelle varie problematiche sul tappeto.
Sollecitati a riferire anche su vicende a carattere locale, i tre parlamentari, Sabrina Ricciardi, Pasquale Maglione e Danila De Lucia, hanno guardato con diffidenza all'annunciata candidatura di Clemente Mastella alla Regione Campania (in verità un assunto così netto, sin qui, non c'è mai stato ndr).
Il suo sbandierato cambiamento epocale non c'è mai stato. Ed allora si dedichi alla città, più che alla Regione. Qui di risultati in due anni e mezzo di governo, non se ne sono visti.
Abbiamo chiesto conto ai parlamentari pentastellati della vicenda che vorrebbe tener fuori dal finanziamento delle periferie il Comune di Benevento perché dissestato.
Ma di quali progetti parliamo, ci hanno risposto, del parcheggio sotto piazza Risorgimento? Se i progetti sono stati sbagliati...
Noi comunque stiamo lavorando su questa vicenda ed entro gennaio ci sarà una decisione al riguardo.
Lasciamo questi altri due mesi a Mastella per fare la campagna elettorale contro di noi.
Il sindaco di Benevento si lamenta di una legge che ha votato la moglie che ha detto di non essersi resa conto di cosa stesse votando! Forse per lei è arrivato il momento della pensione...
Poi non è vero, ha detto Danila De Lucia, che il Sud sia stato mortificato in questa vicenda del Bando delle periferie perché i primi due progetti in graduatoria sono uno di Bari e l'altro di Avellino che forse hanno lavorato meglio del Comune di Benevento.
La verità è che aspettiamo ancora che Mastella faccia una conferenza stampa, ha detto Maglione, per farci sapere cosa abbia fatto in questi anni. Io di miglioramenti non ne vedo.
Il deputato del Movimento è stato poi abbastanza veemente contro la gestione del Consorzio Agrario Provinciale dove è inesistente l'azione del commissario nominato oramai cinque anni fa di concerto col ministro dell'Agricoltura, Nunzia De Girolamo, il cui papà era direttore proprio di questo Consorzio.
Eppure, nonostante tanta inerzia, questo Consorzio riesce ancora a fatturare circa 10 milioni l'anno avendo come elemento di punta la Cantina del Taburno il cui attivismo, encomiabile, è dovuto solo ai suoi dipendenti.
Insomma, il Consorzio Agrario con la sua Cantina sono realtà imprenditoriali di grande importanza e non si capisce, dunque, perché sono in quelle condizioni e chi è a volerlo.
Non lo lasceremo nell'abbandono e qualcuno ci dovrà anche spiegare il perché della realizzazione di una importante cucina nella Cantina al posto di pensare ad altre più importanti necessità.
Su questa vicenda del Consorzio, ha concluso Maglione, non abbiamo bisogno del sangue, ma solo di risolvere la problematica e per questo andremo avanti come un treno.
Relativamente all'ambiente Danila De Lucia ha parlato della ipotesi di spostamento, tra Pontelandolfo e Morcone, dei Toros, antiche casette in pietra, per far passare i cavi del parco eolico.
Riguardo poi la vicenda di Sassinoro e del suo impianto di trattameto dei rifiuti, Maglione ha detto di confidare nell'intervento della Procura.
Riguardo, infine, la Capitale Europea del Vino 2019, è stato altresì detto da Maglione e De Lucia, che sono state avviate tutte le interlocuzioni con i Ministeri competenti. Quello che compete al Governo, sarà fatto.
E' una occasione che non possiamo perdere.
Sin qui l'intervento del MeetUp mentre all'esterno del locale Piero Mancini distribuiva volantini dal titolo: Prima gli italiani? No, prima i veneti!
Lettera aperta ai beneventani che hanno votato il Movimento 5 Stelle.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

comunicato n.117258



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 174234286 / Informativa Privacy