Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 406 volte

Benevento, 10-10-2018 16:56 ____
Il Comune non ha recuperato solo 2.500 euro dal contrasto all'evasione fiscale. E' vero esattamente il contrario
E' quanto afferma l'assessore al Bilancio, Maria Carmela Serluca
Redazione
  

L'assessore comunale al Bilancio, Maria Carmela Serluca, ha replicato alle accuse ricevute in merito alla questione relativa al contrasto all'evasione fiscale.
"Si fa seguito - scrive - alle recenti notizie apparse sulle principali testate giornalistiche locali, nelle quali è riportato che il Comune di Benevento, per effetto del contrasto all'evasione fiscale, avrebbe recuperato la misera somma di 2.500 euro equivalente all'importo di 0.07 centesimi a contribuente estrapolando il dato dall'articolo della Cgia di Mestre dal titolo "Solo il 5% dei Comuni combatte l'evasione".
Preme precisare e sottolineare, che l'attività di contrasto all'evasione fiscale di cui si parla nell'articolo sopra citato è quella inerente l'attività di supporto dei Comuni all'attività di accertamento erariale di tributi di competenza statale.
Il dato riportato inerisce alla premialità attribuita al Comune di Benevento per effetto delle segnalazioni qualificate inoltrate alla Guardia di Finanza e all'Agenzia delle Entrate.
In proposito, si rappresenta che il Comune di Benevento fa parte dei pochi virtuosi (solo il 5% degli ottomila in Italia, uno degli 11 Comuni, sui 550 della Regione Campania, ed unico della provincia) che ha aderito all'invito dello Stato di supporto all'attività di contrasto all'evasione fiscale.
Tale attività, ha comportato un premio per il Comune pari a 2.478 euro che erroneamente viene segnalato come unico incasso per la lotta all'evasione. Niente di più inesatto.
Viceversa, relativamente all'attività di competenza propria di contrasto all'evasione dei tributi comunali, si coglie l'occasione per dare conto dei dati che emergono dall'analisi dell'ultimo documento contabile 2017 (rendiconto) e delle attività che l'Ufficio Tributi ha posto e sta ponendo in essere.
In primis, la riscossione ordinaria dell'Imu e della Tasi anno 2017 si avvicina quasi al 88% del gettito previsionale per la stessa annualità con un importo riscosso sinora di circa 10.000.000 di euro (al netto del contributo Fsc).
La riscossione Tari anno 2017 si è attestata intorno al 69% rispetto al gettito previsionale con un importo riscosso sinora di circa 11.000.000 di euro.
La riscossione dei tributi minori anno 2017 si è attestata intorno al 70% rispetto al previsionale con un importo riscosso sinora pari a circa 572.000.
La riscossione afferente alla lotta all'evasione Imu per il solo 2017 ha determinato un gettito al 31 dicembre 2017 di circa 340.000 euro.
Circa la vera e propria lotta all'evasione va, inoltre, aggiunto che la stessa ha riguardato le posizioni afferenti i proprietari di immobili che hanno versato in modo parziale o omesso del tutto il pagamento dei tributi Imu e Tasi, sono stati accertati circa 700 soggetti passivi (su varie annualità dal 2012 al 2015).
Sono stati emessi circa 300 avvisi di accertamento per omessa dichiarazione Ici e Imu sulle aree fabbricabili per oltre un milione di euro di tributo evaso.
Anche l’attività di lotta evasione Tarsu è stata molto efficiente portando all'accertamento per omesso o parziale versamento per circa 4.000 posizioni (Tarsu 2012) e per circa n.300 per omessa o infedele dichiarazione Tarsu-Tares e Tari, il tutto per oltre 4.000.000 di accertamento di tributo non versato o evaso.
La lotta all'evasione Tarsu si è concentrata sulle utenze non domestiche: sono state accertate diverse attività industriali e commerciali.
Si è verificata anche l'infedele denuncia delle superfici di alcuni enti pubblici.
Molta attenzione è stata posta anche alle attività di recupero riguardanti le insinuazioni nelle procedure concorsuali (come è noto, purtroppo, molte aziende sono costrette ad avviare tali procedure per il momento di forte crisi che sta interessando attuale congiuntura economica) di importanti realtà del territorio.
Infine, una grossa attività di recupero è gestita attraverso gli strumenti deflattivi e dal contenzioso stesso.
Nel corso del 2017, il Comune è risultato vittorioso in molti giudizi instaurati dai contribuenti ottenendo grossi risultati a sostegno della pretesa tributaria dell’ente.
Alla luce di quanto sopra esposto, risulta esattamente il contrario di quanto riportato dai giornali locali: il Comune di Benevento, sia pure tra mille difficoltà, è attento ed organizzato per l'attività di verifica ed accertamento dell'evasione dei tributi locali e, alla luce della prossima consegna del servizio alla nuova società concessionaria della Tari e dei tributi minori, concentrerà i propri sforzi ad implementare l'attività di contrasto all'evasione Imu al fine di garantire all'Ente l'intera riscossione del gettito dovuto".

comunicato n.116639



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 176090109 / Informativa Privacy