Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 524 volte

Benevento, 06-10-2018 21:27 ____
Calcio, Serie B: Gara da dimenticare per il Benevento che viene sconfitto per 2-1 dal Pescara
Sconfitta meritata per i giallorossi che non si sono resi mai pericolosi nell'arco di tutto l'incontro riuscendo a trovare la marcatura grazie solo ad una magia di Viola su punizione
di Luca Pietronigro
  

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Machin, Marras (80' Kanoutè), Monachello (72' Perrotta), Mancuso (91' Cocco). A disposizione (Kastrati, Farelli, Elizalde, Fornasier, Ciofani, Crecco, Del Sole, Palazzi, Melegoni) Allenatore Giuseppe Pillon

Benevento (4-3-3): Puggioni; Maggio, Volta, Antei, Di Chiara; Nocerino, Viola (69' Coda), Tello; Ricci (60' Insigne), Asencio, Improta (63' Buonaiuto). A disposizione (Gori, Montipò, Billong, Gyamfi, Sparandeo, Letizia, Del Pinto, Volpicelli, Goddard) Allenatore Cristian Bucchi

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze
Assistenti: Pasquale Cangiano di Napoli e Gamal Mokhtar di Lecco
IV Uomo: Ermanno Feliciani di Teramo
Reti: 37' Mancuso, 51' Viola, 53' Machin
Ammoniti: Di Chiara, Nocerino, Volta (B); Del Grosso, Fiorillo (P)
Angoli: 5-2
Recupero: 4' pt; 5' st.

Brutta prestazione per il Benevento Calcio che ha perso, di nuovo, dopo lo stop contro il Foggia della settimana scorsa.
La truppa di mister Cristian Bucchi è caduta per 2-1 a Pescara, formazione ancora imbattuta e capolista solitaria del torneo di Serie B.
Dicevamo di una gara da dimenticare per i sanniti che non si sono resi mai pericolosi nell'arco di tutto l'incontro, riuscendo a trovare la marcatura grazie solo ad una magia di Viola su punizione.
Di contro, gli abruzzesi hanno disputato una partita gagliarda, attaccando e sfiorando il gol in diverse occasioni.
Dopo l'iniziale vantaggio di Mancuso, nella ripresa la Strega ha trovato il pareggio con Viola, neanche il tempo di esultare che Machin, tra i migliori in campo, ha rimesso subito le cose a posto.
Nel finale, quindi, gli adriatici hanno anche avuto l'opportunità di trovare il tris, non riuscendoci.
Insomma, tutto da dimenticare per il Benevento che dovrà mettere subito in archivio questo difficile momento della stagione e riprendere il cammino fatto vedere nelle prime giornate del torneo.
Venendo alla cronaca, Bucchi, alle prese con l'assenza di Costa in difesa, lancia dal primo minuto Antei al fianco di Volta con Maggio e Di Chiara esterni.
Solo panchina per Letizia e Billong.
A centrocampo con Viola e Tello c'è Nocerino con Bandinelli out.
In attacco, in appoggio alla punta, Asencio ci sono Ricci ed Improta.
Nel Pescara, mister Bepi Pillon si affida anche lui al 4-3-3 con Marras e Mancuso in appoggio all'unica punta Monachello.
In campo anche gli ex Gravillon e Memushaj.
Dopo una lunga fase di studio, la prima emozione giunge al 17' con Monachello il quale si invola sulla destra e mette al centro per Mancuso che controlla la sfera e lascia partire una conclusione che viene bloccata a terra da Puggioni.
Alla mezz'ora, il Pescara centra il palo con Marras il quale riceve il pallone da Machin e di tacco colpisce il legno.
Al 36' ancora biancoazzurri pericolosi con Campagnaro che di testa impegna severamente Puggioni, il quale si distende e mette la sfera in corner.
Il calcio d'angolo viene battuto da Memushaj ancora di testa, questa volta Mancuso, insacca.
La ripresa si apre con il Benevento che trova subito il pareggio con Viola che, con una punizione a giro, batte Fiorillo.
La gioia per il gol, però, dura poco poiché i padroni di casa trovano subito la marcatura con Marras che serve in area Machin il quale controlla la sfera e batte Puggioni con un perfetto diagonale.
Bucchi prova a cambiare l'inerzia del match inserendo Insigne, Buonaiuto e Coda per Ricci, Improta e Viola e proprio l'ex Salernitana di testa colpisce un pallone alzato a campanile del Pescara, ma la conclusione viene respinta da Fiorillo.
Al 39' è Brugman a sbagliare un gol quasi fatto in contropiede; il centrocampista viene servito in area da Mancuso, ma tutto solo mette alto.
Nel finale, è prima Maggio ad andare vicino al gol con una conclusione che è, però, imprecisa, poi è il turno dei locali sfiorare la marcatura con il neo entrato Cocco che vede Puggioni respingere il pallone in tuffo.
Nel prossimo turno, dopo la sosta per le nazionali, lunedì 22 ottobre per la Strega ci sarà la gara casalinga contro il Livorno.

 

 

 

 

 

comunicato n.116546



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 176089176 / Informativa Privacy