Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1676 volte

Benevento, 09-09-2018 20:37 ____
La sannita Rossana Pasquino e' stata festeggiata nella sede dell'Accademia Olimpica Beneventana di Scherma
Dino Meglio e Francesca Boscarelli i suoi riferimenti. Non e' proibito pensare ad una partecipazione alle Olimpiadi. Mastella cita l'imperatore Traiano che tolse dalla strada tanti ragazzi impegnandoli nella comunita' e nello sport
Nostro servizio
  

La sannita Rossana Pasquino, allenata dal campione olimpico Dino Meglio, è stata festeggiata nella sede dell'Accademia Olimpica Beneventana di Scherma per la medaglia d'oro conquistata, con grande merito, ai Giochi Europei della Scherma Integrata.
E' stata una gara molto bella, ci ha detto Pasquino, la prima gara dei Giochi Olimpici Integrati e certamente molto interessante anche in virtù del fatto che si sia tenuta a Jesi, una città con una storia importante da un punto di vista schermistico.
Si sono confrontati in questa competizione oltre cento atleti provenienti da tutta Europa.
Da quando tempo pratica la scherma, abbiamo chiesto a Pasquino?
Ci ha risposto dicendoci che è cinque anni che pratica la Spada e la Sciabola da un anno e mezzo.
Non è da tanto, dunque, che mi alleno.
Ho iniziato tardi, ci ha ancora detto la campionessa e questi miei risultati li devo anche alla mia amica storica Francesca Boscarelli con cui ho frequentato il Liceo Scientifico "Rummo" ma anche le scuole medie.
Lei era già il nostro mito, la nostra campionessa e mi spingeva ad iniziare questa pratica sportiva.
Poi mi sono laureata in Ingegneria Chimica, ho iniziato a lavorare ed ora eccomi qui.
Tutto molto veloce e tardivo, ci ha detto con un sorriso Pasquino, ma tutto sta andando benissimo, a compensazione dei tanti sacrifici fatti.
La spadista ci ha confermato che presso l'Accademia di Boscarelli e Meglio si incardinerà il settore Paralimpico della Federazione Italiana Scherma e Benevento potrebbe certamente essere attrattiva per questa disciplina che richiamerà atleti anche da fuori provincia e regione.
Ovviamente l'attrattiva ora è proprio lei, Pasquino e la sua medaglia d'oro e l'argento ai mondiali di sciabola dello scorso anno.
Assieme a Luigi che già si allena con noi, ce ne saranno tanti altri.
Il prossimo appuntamento, abbiamo infine chiesto alla campionessa: Dal 17 al 23 settembre gli Europei a Terni.
Francesca Boscarelli ci ha confermato di aver trasmesso la sua passione per la scherma a Pasquino, sua compagna di classe.
E' una campionessa in tutto, anche nello studio.
Questo sport, che a me ha dato tanto, ha proseguito Boscarelli, l'ho consigliato anche a lei ed i risultati sono stati eccezionali.
Ha cominciato a Napoli e poi si è spostata presso di noi.
Tutto è andato nel migliore dei modi e la sua è stata una scalata veloce: Un argento mondiale, poi gli europei e sono convinta che non le sarà preclusa la possibilità di andare alle Olimpiadi.
L'argomento dei paralimpici è un po' delicato perchè si pensa che ci sia poca possibilità di riuscirvi.
Ed invece Pasquino ha dimostrato che tutto ciò è possibile e che dunque bisogna provarci. Noi ci teniamo molto ed è un settore, questo, a me molto caro. Bisogna parlarne e propagandarlo. Cambiano completamente questi ragazzi non appena cominciano a praticare la scherma e si formano anche per la vita al di là di pregiudizi ed insicurezze.
Ricordiamo che Pasquino ha vinto in una gara integrata contro un normodotato.
Entrambi si sono seduti: Siamo uguali.
Lottiamo per divertirci e per vincere, ha concluso con noi di "Gazzetta" Francesca Boscarelli.
Mons. Pompilio Cristino, parroco di Santa Maria di Costantinopoli, ha sottolineato: Tanti anni fa ho detto che avrei voluto creare un qualcosa che tenesse i bimbi lontano dalla televisione e che non dessero fastidio ai nonni ed un'attività per i giovani ed i giovanissimi durante l'estate.
Nacque così il primo campo solare.
Volevo togliere i ragazzi dalla strada e ci siamo in parte riusciti.
La grande sfida che dobbiamo affrontare è quella educativa. Si riusciremo a fare questo, il nostro quartiere, la nostra città, diventeranno d'avanguardia.
Il mio invito al sindaco Mastella e di continuare a creare ambienti dove i ragazzi possano crescere insieme e praticare lo sport.
Invitato ad intervenire Clemente Mastella ha affrontato nuovamente i due argomenti di attualità, mensa e scuole aperte, non prima di aver ricordato che Traiano, l'Imperatore, quasi duemila anni fa, istituitì un progetto educativo per i bambini illegittimi e non solo.
Questa che viviamo qui è un po' sulla sua stessa falsariga, stando insieme in comunità e facendo sport.
Riguardo le scuole Mastella ha confermato che le chiuderà al minimo problema di staticità o altro.
La sicurezza dei bimbi viene prima di tutto.
Sarò inesorabile, ha detto.
Sulla mensa ha ribadito quanto affermato in questi giorni invitando i genitori ad iscriversi alla stessa.
Quelli sono pasti controllati mentre quelli che vengono da di fuori non si sa e possono addirittura creare dei contagi.
Lo scorso anno sono stati circa 1.200 gli iscritti.
Quest'anno andiamo un po' a rilento.
Se non arriviamo almeno a 500 pasti al giorno, il servizio non potrà essere erogato e per questo andranno a casa, perché perderanno il lavoro, circa 50 lavoratori della mensa ma anche altrettanti insegnanti ed operatori scolastici cui mancherà il tempo pieno.
E dunque siate responsabili.
Dopo un intervento di Dino Meglio un fascio di fiori è stato consegnato a Rossana Pasquino dai coniugi Mastella.
A Domenico Simeone, referente periferico del Centro Aiuti per l'Etiopia, è stato consegnato un invece un assegno di 500,00 euro raccolti dalla Cooperativa Bartololongo.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.115777



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 170523528 / Informativa Privacy