Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 4915 volte

Benevento, 08-09-2018 23:53 ____
Il Teatro Romano abbraccia con il suo numerosissimo pubblico i giovani artisti che hanno portano in scena "Il Fantasma dell'Opera"
Il grande direttore d'orchestra Beppe Vessicchio a "Gazzetta": Sono ragazzi veramente in gamba ed e' una bellissima sensazione vederli impegnati anche in un'opera classica ed impegnativa
Nostro servizio
  

Ancora una volta, il Teatro Romano ha voluto manifestare in tutta la sua bellezza ed il pienone di un pubblico entusiasta, il suo compiacimento per uno spettacolo "Il racconto del Fantasma dell'Opera", un'Opera Musicale e Balletto in due atti, che ha dimostrato come si possa raggiungere livelli di eccellenza quando sinergicamente si agisce portando ciascuno il meglio della propria esperienza e della propria professionalità.
Qui i soggetti che hanno partecipato al grande risultato sono la Compagnia Balletto di Benevento di Carmen Castiello e l'Orchestra Filarmonica di Benevento. Con essi l'Accademia di Canto Sannio Music Academy di Raffaele Raffio.
Non è stata rappresentata un'opera semplice, affatto, ma non abbiamo notato sbavature.
Il giovane direttore d'orchestra, Andrea Solinas, ha condotto i bravissimi interpreti, età media 23 anni, con una eleganza grammaticale molto incisiva.
Insomma quella bacchetta tra le sue mani è stata d'indirizzo e di garbato accompagnamento più che di imposizione.
Tutti gli orchestrali gli hanno risposto con l'attenzione che si deve al fratello maggiore.
Bravi i cantanti, con punte di eccellenza anche qui.
Questi sono orchestrali artisticamente cresciuti qui e che scelgono, in occasioni come queste, di dedicare quanto di più bello hanno appreso e sanno fare, alla propria città.
Così, Melania Petriello, nel presentare, con il compiacimento del pubblico che ha molto apprezzato, lo spettacolo, così, dicevamo, ha descritto l'impegno dei musicisti.
Non conosciamo messaggio più intenso, più forte, profondo e necessario di questo.
Questo è stato un progetto molto impegnativo ed è la terza volta che viene rappresentata un'opera-balletto ed in questa vengono rappresentati i sentimenti umani che ci accomunano: La paura, il mistero, la gelosia, l'amore, l'arte, la sublimazione dei nostri più grandi sentimenti, appunto, in una sintesi che ci fa sentire vicini, uguali e con i cuori che battono all'unisono, ha concluso Petriello.
La parola è, quindi, passata alla musica e l'Orchestra è stata accompagnata nella cavea del Teatro da centinaia di candeline accese nel più tradizionale dei gesti senza l'ausilio dei mezzi moderni, cellulari o torce elettriche.
Al termine dello spettacolo, che ha contato molti applausi a scena aperta, è stata consegnata ad un allievo della Compagnia di Balletto, Francesco Galasso, la borsa di studio elargita dall'imprenditore Luigi Micco.
Alla rappresentazione ha assistito anche il grande maestro e direttore d'Orchestra Beppe Vessicchio che a "Gazzetta" ha dichiarato di essere rimasto molto colpito dai componenti di questa Orchestra.
Sono tutti ragazzi veramente in gamba, ci ha detto ed è una bellissima sensazione vedere dei giovani impegnati anche in opera classiche classiche ed impegnative.
Sarebbe bello se tutto questo fosse più comune, più costante, più frequente.
Così come poter usare sempre questo meraviglioso spazio che è il Teatro Romano, abbiamo detto al maestro.
Certamente sì, vale per voi beneventani ma vale anche in tutta Italia perché penso che di spazi belli ce ne siano tanti e che ci sia al riguardo molto da fare.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.115767



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 170523237 / Informativa Privacy